Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

La festa di Radio3

Segui

Globale/locale

Materadio 2018

L’edizione 2018 di Materadio, la Festa di Radio3 nella città capitale europea della cultura 2019, avrà luogo dal 21 al 23 settembre.
Il tema di quest’anno sarà globale/locale con interventi e riflessioni che racconteranno da punti di vista diversi questa coppia di valori. Il palinsesto prevederà dirette di molti programmi di Radio3, concerti, spettacoli teatrali e altri appuntamenti speciali.
Tra gli ospiti di quest'anno la scrittrice Jhumpa Lahiri, i musicisti Seun Kuti Max Gazzè, gli attori Valerio Mastandrea, Silvio Orlando e Anna Foglietta e tanti altri.

Clicca qui per scaricare il programma >>
 

Materadio, la Festa di Rai Radio 3, torna per l’ottavo anno consecutivo a Matera ancora una volta per provare a riflettere sui nodi che segnano il nostro tempo. Anche quest’anno abbiamo voluto proporre un tema di stringente attualità collegato, come sempre nelle ultime edizioni, a uno dei 5 temi del dossier di candidatura di Matera Capitale europea della cultura per il 2019: Connessioni e riflessioni.
In particolare proveremo ad approfondire - con scrittori, artisti, musicisti, scienziati - la relazione sempre più tesa fra il Locale e il Globale, con le opportunità e i rischi che contiene. Fino alle crepe che può aprire nel fragile tessuto della democrazia. Si pensi ai flussi migratori, ossia alle principali connessioni del nostro tempo, oltre a quelle che navigano su internet. Ma le connessioni hanno bisogno di ponti, mentre sempre più Stati, raccogliendo istanze che sembrano nascere dal profondo delle loro comunità, si preparano ad alzare muri, a definire perimetri, a irrigidire confini. Insomma a spezzare o a rifiutare connessioni.
Temi molto cari a due personalità del mondo della cultura che oggi non ci sono più e ai quali dedicheremo, nel corso di Materadio, due appuntanti significativi. Il primo è Antonio Infantino, il fondatore dei Tarantolati di Tricarico, che ha ampliato il suo territorio sonoro fino a raggiungere i principali palcoscenici europei con la sua trance pop costruita sulla antichissima relazione fra musica e tradizione pitagorica, fra suoni e numeri. 
Il secondo è lo scrittore Alessandro Leogrande, che ci ha lasciato assai prematuramente. L’intensità della sua vita ci consegna in eredità pensieri profondi e suggestivi proprio sui temi delle frontiere e sulla necessità di abbattere muri e cercare connessioni, reti, ponti.
Ma di questa ambivalenza dei rapporti tra globale e locale parleremo già in apertura della Festa con due scrittori da questo punto di vista straordinariamente significativi come la premio Pulitzer Jhumpa Lahiri e il premio Goncourt Tahar Ben Jelloun ma anche con un autore di grande successo commerciale ma anche di grande sensibilità politico-sociale come Gianrico Carofiglio. E poi ancora interrogando l’antropologo Marco Aime, e il genetista Guido Barbujani sul senso (o il nonsenso) oggi di parole come razza, identità, confine. Le connessioni non legano solo paesi, ma anche tempi storici: Pietro Laureano e Paolo Matthiae ci insegneranno ad “ascoltare le pietre” per comprendere e valorizzare meglio il nostro patrimonio artistico. Ad annodare le varie riflessioni sarà una produzione originale di Materadio 2018: un testo inedito di Nicola Lagioia, interpretato da Tommaso Ragno con le sonorizzazioni dal vivo di MaterElettrica. 
Ma altri apprezzati attori/narratori come Silvio Orlando, Anna Foglietta e Davide Enia saranno protagonisti degli spettacoli teatrali.  E torneranno i concerti dal vivo di musica classica e i grandi spettacoli serali, a partire da un’altra produzione originale di Radio 3 e della Fondazione Matera-Basilicata2019: un celebre artista come Max Gazzè presenterà due progetti particolari, uno con l’orchestra sinfonica del Conservatorio di Matera, l’altro con la banda musicale di Montescaglioso e Grottole. Ma il perimetro delle offerte musicali si amplia dal locale al globale con il gruppo di Seun Kuti, figlio del leggendario Fela Kuti, nuovo paladino dell’afro-beat. 
La Festa si concluderà con un omaggio a Plovdiv - la città che nel 2019, insieme a Matera, sarà capitale europea della cultura- affidato a Moni Ovadia, che nella città bulgara è nato, e a uno spettacolo che non poteva non chiamarsi “Senza confini”.
Si tratta di una edizione molto speciale perché è quella che anticipa il grande appuntamento con il 2019. Per il prossimo anno la Fondazione Matera-Basilicata2019 ha organizzato 50 settimane di programmazione, spettacoli, grandi mostre, allestimenti per fare di Matera per un anno davvero la capitale culturale dell’Italia e dell’Europa. Sarà un momento nel quale globale e locale si confronteranno da vicino.  Suggestione che rende ancora più preziose le connessioni, le riflessioni, le voci e i suoni di questa edizione di Materadio >>. 

Marino Sinibaldi, direttore di Radio 3
Paolo Verri, direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019


Clicca qui per scaricare il programma >>

Ascolta le edizioni precedenti di Materadio >>

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per