Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Pantheon

Hannah Arendt tra passato e futuro

Ascolta #06 Hannah Arendt tra passato e futuro

#06 Hannah Arendt tra passato e futuro

15/05/2021

Dopo un'esperienza pluriennale di vita da apolide e da esiliata, Hannah Arendt nel 1951 riceve la cittadinanza americana: "Ho ottenuto il passaporto, il libro più bello!" scriverà al marito. Da questa esperienza e dall'analisi della condizione umana nei sistemi totalitari scaturisce gran parte della sua riflessione filosofica di questi anni che Stefano Catucci indaga con Angela Taraborrelli (che insegna Filosofia politica all'Università degli studi di Cagliari) e con Olivia Guaraldo (che insegna Filosofia politica all'Università degli Studi di Verona).

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta #05 Hannah Arendt tra passato e futuro

#05 Hannah Arendt tra passato e futuro

08/05/2021

Con Massimo De Carolis (che insegna Filosofia politica all'Università di Salerno) e Olivia Guaraldo (che insegna Filosofia politica all'Università di Verona) Stefano Catucci riflette su alcuni aspetti del pensiero della Arendt elaborati negli Stati Uniti negli anni cinquanta, prima del processo Eichmann. In confronto continuo con l'attualità del suo tempo, Hannah Arendt analizza i sistemi totalitari (Le origini del totalitarismo esce nel 1951) ed estende alcune sue intuizioni (dalla desolazione e la solitudine degli individui separati gli uni dagli altri e costretti ad una condizione di impotenza e alienazione alla ricerca della felicità pubblica attraverso un'esperienza politica generativa e partecipativa) allo studio della condizione umana in generale.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta #04 Hannah Arendt tra passato e futuro

#04 Hannah Arendt tra passato e futuro

01/05/2021

In questa quarta puntata, Stefano Catucci con le filosofe Laura Boella e Simona Forti, si concentra sugli ultimi anni "americani" della vita di Hannah Arendt, ricordando in particolare la pubblicazione del libro "Men in dark times", nel quale la filosofa raccolse una serie di brevi biografie di pensatori e pensatrici che avevano rappresentato per lei l'emergere di " piccole scintille di luce" nei tempi oscuri della Storia.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta #03 Hannah Arendt tra passato e futuro

#03 Hannah Arendt tra passato e futuro

24/04/2021

In questa terza puntata, Stefano Catucci con la filosofa Simona Forti ripercorre gli anni successivi al processo Eichmann, quando Hannah Arendt di ritorno negli Stati Uniti, riprende la sua attività di insegnamento e si dedica alla stesura della sua grande opera filosofica "La vita della mente", rimasta incompiuta.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta #02 Hannah Arendt tra passato e futuro

#02 Hannah Arendt tra passato e futuro

17/04/2021

In questa seconda puntata, Stefano Catucci con le storiche Anna Foa e Laura Fontana riflette sulle tesi più controverse sostenute da Hannah Arendt ne La banalità del male (1963) che diedero vita a un dibattito molto acceso su temi etici e storiografici.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta #01 Hannah Arendt tra passato e futuro

#01 Hannah Arendt tra passato e futuro

10/04/2021

L'11 aprile 1961, esattamente 60 anni fa, Hannah Arendt assisteva a Gerusalemme all'avvio del processo ad Adolf Eichmann, vero e proprio sovrintendente delle operazioni di deportazione degli ebrei verso i campi di sterminio. I resoconti della Arendt, dapprima pubblicati sulla rivista «The New Yorker», divennero poi un libro che reca nel titolo la folgorante intuizione da lei avuta mentre seguiva le udienze del processo: che si fa il male non solo per odio, o per fanatismo, ma perché si smette di pensare, rifugiandosi nel gergo della burocrazia, e che perciò il male non ha profondità, proprio perché porta con sé l'assenza di pensiero. Proprio la banalità del male, la formula scelta in quell'occasione da Hannah Arendt, è il punto di partenza di questo ciclo e, l'elaborazione di questa riflessione, a partire dall'esperienza diretta del processo ad Eichmann, il fulcro di questa prima conversazione di Stefano Catucci con la storica Anna Foa.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per