Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Zoom scatti dal web

Zoom scatti dal web

Il corpo in scena secondo Vasco Ascolini

Vasco Ascolini nasce a Reggio Emilia nel 1937 dove vive e lavora. Dal 1970 al 1990 entra al Teatro R. della città come fotografo ufficiale del teatro. Dal 1972 al 1974 segue, come uditore, le lezioni all’Università di Storia dell’Arte di Parma e segue tutte le lezioni sulle arti visive.
La sua patria fotografica diventa però la Francia, ottenendo incarichi ad Arles e a Parigi al Museo Rodin, al Louvre, al Carnavalet, al Castello di Versailles, al museo di AA.BB del Petit Palais. Ad Arles, il Museo Reattu di belle arti e di storia antica gli offre l’incarico di fotografare la città. 
Nel 2000 gli viene conferito, dal ministero della cultura francese, il titolo di Cavaliere de “L’Ordre des Artes et des Lettres“ della Repubblica di Francia con la motivazione di avere contribuito a fare conoscere i luoghi della loro cultura. Ad Arles, nel 1991 riceve la grande medaglia della Città. 
Grazie alla sua sensibilità e professionalità, Vasco Ascolini ha saputo realizzare, nel corso degli anni ‘70/’90 al teatro Valli, una rassegna di generi che meglio sanno esprimere l’essenza originaria del teatro, festa del corpo, dell’eleganza ritmica, del virtuosismo e dell’armonia ritmica. Una ricerca sulla danza e sul Mimo, aperta anche alle espressioni della cultura giapponese e orientale, per testimoniare l’universalità del linguaggio del corpo e la sua forza espressiva, efficacemente rivelata dalle sue suggestive immagini.
“Le fotografie di uno spettacolo di Lindsay Kemp del 1979 sono definite da H. Gernsheim «superbly expressionist», e sono il punto di partenza di uno stile del tutto personale e inconfondibile. Forzando le possibilità del mezzo, spinge la grana della pellicola, estremizza i toni del bianco e nero, avvicina i corpi con l’obiettivo e applica ad essi tagli inaspettati, lasciando a un nero assoluto gran parte della stampa. L’istinto dello scatto e la riscrittura in camera oscura si influenzano reciprocamente, dando vita a immagini di un grande equilibrio formale giocato sulle asimmetrie’’
( dal sito della Galleria 13)

A cura di Francesca Vitale


 

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per