Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Mondo

La cattura di Co2, nuova ricchezza della Norvegia

La cattura di Co2, nuova ricchezza della Norvegia
Ascolta l'audio
Oslo ora spera di guidare la trasformazione della Norvegia da uno dei maggiori esportatori mondiali di combustibili fossili a un pioniere verde globale.; il popolo Sami denuncia violazioni dei loro diritti a favore delle compagnie minerarie in Finlandia.

La città di Oslo è stata costruita sulla ricchezza generata dal Mare del Nord, che per decenni ha prodotto miliardi di barili di petrolio e gas. Ma Oslo ora spera di guidare la trasformazione della Norvegia da uno dei maggiori esportatori mondiali di combustibili fossili a un pioniere verde globale. Per Raymond Johansen, il sindaco di Oslo, aiutare a guidare gli sforzi globali per affrontare la crisi climatica è sia una risposta economica pragmatica alle industrie norvegesi di combustibili fossili in declino, sia un obbligo morale di fornire soluzioni per una crisi che ha contribuito a creare.La Norvegia spera di creare una catena di cattura del carbonio su larga scala, in grado di immagazzinare le emissioni europee in modo permanente sotto il Mare del Nord. Da sottolineare che non sono dei santi, ma che è anche una risposta economica pragmatica alle industrie di combustibili fossili in declino nel paese.

Al centro del piano di Johansen c'è un inceneritore di rifiuti industriali: l'impianto di Oslo Varme, alla periferia della capitale, genera calore ed elettricità bruciando i rifiuti ed è di gran lunga il più grande inquinatore di carbonio di Oslo. Ma l'impianto è stato selezionato all'inizio di quest'anno tra gli schemi che competono per 1 miliardo di euro di sostegno dal fondo per l'innovazione a basse emissioni di carbonio dell'UE. Johansen dice che Oslo vuole trasformare l'inceneritore in un esempio di come le città di tutta Europa possono ridurre le emissioni di carbonio mentre affrontano i loro rifiuti.

Costanza Spocci ne parlerà martedì 3 agosto alle 11 con Gabriele Catania, saggista e analista geopolitico specializzato nei paesi nordici; è direttore dell'Osservatorio Geopolitico e Geostorico del Nordest per l'Impresa e il Lavoro (OGGNIL) e con Giuliano Garavini, storia delle relazioni internazionali all’università di Roma3, autore di “The Rise and Fall of OPEC in the Twentieth Century” - Ascesa e caduta dell'Opec nel XX secolo – ed Oxford University Press, 2019. 

Ci sposteremo poi in Finlandia dove il popolo dei Sami, sono una popolazione indigena di circa 75.000 persone stanziata nella parte settentrionale della Fennoscandia, in un'area da loro chiamata Sápmi, che si estende dalla penisola di Kola fino alla Norvegia centrale includendo anche le regioni più settentrionali della Finlandia e Svezia, nella regione della Lapponia, denuncia una violazione dei propri diritti da parte dello Stato che autorizza la presenza di compagnie minerarie sul loro territorio.  

Ne parliamo con Alessandro Rampazzo, fotoreporter di base ad Helsinki da dove collabora con l’agenzia di stampa AFP e realizza reportage che sono stati pubblicati in tutto il mondo.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Il trionfo delle sindache in Marocco

Il trionfo delle sindache in Marocco

23/09/2021

Il trionfo delle sindache in Marocco. La vera storia dell'eroe di Hotel Rwanda oggi contro il regime di Kigali. Le radio degli agricoltori per combattere i cambiamenti climatici in Rwanda.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta "La Russia è responsabile della morte di Litvinenko"

"La Russia è responsabile della morte di Litvinenko"

22/09/2021

La CEDU stabilisce la responsabilità della Russia nella morte di Litvinenko, ex spia russa, avvelenato a Londra nel 2006 con il Polonio. Il Kosovo obbliga l'uso di targhe kosovare per chi arriva dalla Serbia mentre a Belgrado crescono i vigilantes.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Battaglia navale

Battaglia navale

21/09/2021

La crisi tra Francia e USA per la vendita di sottomarini all'Australia; il primo Ministro uscente Trudeau formerà un terzo governo però di minoranza.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Talebtech: la guerra dei dati in Afghanistan

Talebtech: la guerra dei dati in Afghanistan

20/09/2021

La Grecia inaugura un campo profughi "chiuso" a Samos, mentre la Turchia continua a costruire un muro anti-migranti a Van, al confine con l'Iran, dove stanno arrivano profughi afgani. In Afghanistan, invece, quanti danni faranno le banche dati biometriche afgane abbandonate ai talebani?

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per