Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

Tre italiani su quattro: basta immigrati

Tre italiani su quattro: basta immigrati
Ascolta l'audio
con Antonella Rampino
Nelle due settimane centrali d'agosto il nosrto Paese si ferma. Ma il resto del mondo no. Gli italiani non sono diventati migliori, come era stato promesso loro prima di rinchiuderli in casa. Sono invece disorientati, travolti dal Covid e della crisi economica che ne è seguita ma anche protesi nello sforzo di rpartire e di sfuggire al terzo inverno di pandemia. Sono anche sulle barricate, divisi tra chi teme gli effetti del vaccino più di quelli di un nuovo lockdown o del ricovero in terapia intensiva e schierati tra chi ritiene il green pass un passaporto per la libertà e chi invece lo reputa un biglietto d'ingresso per la dittatura. Il virus ha spazzato i partiti, issando sul piedistallo inizialmente il premier per caso, Conte, punito e caduto per il suo tentativo di farsi re, e quindi il premier per status, Draghi, scialuppa di salvataggio del sistema, costretto da chi vi si è affidato a navigare in acque tormentate. Il virus ha anche cacciato sotto i tappeto una serie di errori, problemi, realtà ed emergenze che ora affiorano inevitabilmente. La giustizia, il reddito di cittadinanza, l'immigrazione illegale, la tassazione esorbitante, la divisione della società e dei lavoratri in garantiti e dannati.
Dietro tutti questi temi si nascondono richieste, frustrazioni, istinti, intolleranze ed esigenze degli elettori che i partiti si erano intestasti e che sotto l'ombrello di Draghi, che tutto copre e sopisce senza per questo necessariamente proteggere o risolvere, non trovano più cittadinanza; e per questo sono destinati a riemergere con violenza.

L'immigrazione clandestina, le navi delle organizzazioni umanitarie che raccolgono la loro merce umana direttamente dalle zattere degli scafisti per metterla in salvo nei centri d'accoglienza italiani, la criminalità che questo fenomeno comporta sono l'emergenza di fronte alla quale il govenro fa orecchie da mercante. E' un tema divisivo, che spacca in due la maggioranza che sostiene Draghi e sul quale proprio per questo il premier non prende posizione ufficiale. Però non agire, con gli sbarchi che sono ripresi a centinaia al giorno, è già una scelta di tolleranza e accettazione, per non dire di lassismo o di sostegno all'ideologia di accoglienza della sinistra. La cosa non è sorprendente, vista la decisione di confermare al Viminale la ministra Luciana Lamorgese nel posto che fu di Matteo Salvini e grazie al quale il segretario leghista portò il suo partito al 34% dei consensi alle elezioni europee di appena due anni fa. 

Il sondaggio che AnalisiPolitica, l'istituto demoscopico fondato da Arnaldo Ferrari Nasi, ha realizzato per Libero dimostra che l'argomento immigrazione è quello sul quale gli italiani più sono distanti dalla linea del governo, il cui comportamento è apprezzato solo dal 25% degli intervistati mentre il 61% lo giudica male. [...]

Pietro Senaldi - Libero

 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta I partiti fragili

I partiti fragili

20/09/2021

con Angela Azzaro

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina - Smart working, Brunetta: «Tra un mese un vero contratto sul lavoro da remoto»

Prima Pagina - Smart working, Brunetta: «Tra un mese un vero contratto sul lavoro da remoto»

19/09/2021

I giornali del mattino letti e commentati da Luca Mastrantonio, del "Corriere della sera".

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta I traditori dell'ambiente

I traditori dell'ambiente

18/09/2021

Con Luca Mastrantonio

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per