Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio1 in vivavoce

VIVAVOCE

VIVAVOCE
Ascolta l'audio
Beatrice Lorenzin, Stefania Buoni, Chiara Appendino, Pif, PaolaZukar,

Dopo i fatti di Ardea, dove si piange la morte di due bambini e di un anziano uccisi a colpi di pistola da un uomo con gravi disturbi mentali, alla Camera si discute la mozione sulla salute mentale in cui si chiede al Governo un piano strategico con interventi mirati, da quelli sanitari a quelli del potenziamento delle reti sociali specie per i giovani, finanziati con nuovi stanziamenti

On. Beatrice Lorenzin ex ministro della Salute (Gruppo Pd)

Stefania Buoni fondatrice e presidente di Comip (Childre of Mentally ill Parents) la prima associazione italiana creata da e per figli di genitori con disturbo mentale (testimonianza)

 

Torino verso le elezioni comunali di autunno. Mentre è confermato che non vi sarà il secondo mandato per Chiara Appendino, Sindaca uscente M5s, dalle Primarie del centrosinistra di domenica scorsa è risultata la vittoria di Stefano Lo Russo. Un accordo con i 5 Stelle per il ballottaggio, però, è stato escluso per l'ennesima volta dalla stessa sindaca Appendino 

Chiara Appendino sindaca uscente di Torino (M5s)

 

Parco della Favorita, Palermo. Due sorelle finiscono al centro di una morsa terribile: da una parte c’è la mafia, dall’altra lo Stato. La mafia le perseguita, lo Stato non le considera come delle vittime, e così avviene che la sordità delle istituzioni si trasforma in vessazione. Pif e Marco Lillo raccontano una storia dai toni fortissimi, simbolo della grande ferita irrisolta dell’Italia: da una parte abbiamo due casette distrutte, dall’altra un palazzo di otto piani. Dov’è la mafia? E dove lo Stato?

Pif conduttore, autore, sceneggiatore, regista e scrittore, autore con Marco Lillo di ‘Io posso. Due donne sole contro la mafia’ Feltrinelli, 2021

“Riguardo alla mafia e all'antimafia vengono spesso narrate storie di uomini in prima linea. In realtà le donne hanno sempre avuto un ruolo fondamentale come le sorelle Pilliu, per 30 anni sfacciatamente in prima fila”. @Radio1VivaVoce

“Guardiamo ad atti di femminismo esemplari talvolta troppo lontani da noi. Invece sono dietro l'angolo, spesso il vicino o la vicina fa cose straordinarie e quello delle sorelle Pilliu è l'esempio eclatante”. @Radio1VivaVoce

 

Il rap italiano, che in origine era legato ai centri sociali, ha partorito negli anni degli artisti importantissimi: Neffa, i Sangue Misto, Frankie hi-nrg, e molti altri ancora. Dal 2006 al 2016 è sbarcato nel mainstream in un Paese come il nostro spesso tradizionalista e restio ai cambiamenti. Con Clementino, Fabri Fibra e Marracash il genere è uscito dai circuiti underground per approdare al grande pubblico. A loro si sono aggiunti negli ultimi tempi Salmo, Madame, Ghali, Sfera Ebbasta. Dietro a questi artisti c’è il nome di una donna capace di interpretare le regole di un gioco interpretato prevalentemente da uomini: Paola Zukar

Paola Zukar leggendaria manager dei più famosi rapper italiani, autrice della nuova edizione di ‘Rap. Una storia italiana’ Baldini + Castoldi 2021

“L’obiettivo era quello di descrivere in chiave rap l’evoluzione di un genere che ha segnato anche la cultura italiana, soprattutto delle generazioni più giovani, cambiando il linguaggio musicale - e non solo - del nostro Paese”. @Radio1VivaVoce

“All’inizio quando il rap era solo in inglese non era scontato che si trovasse una formula italiana. Con il tempo invece si è rivelato un grande strumento con il quale poter esprimere cose che con il canto ‘tradizionale’ non è facile raccontare”. @Radio1VivaVoce

“Per continuare ad esistere dopo ormai 40 anni dalla sua nascita il rap cerca di parlare ad una platea sempre più ampia, inglobando linguaggi nuovi e riflettendo la società che è la fuori”. @Radio1VivaVoce

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta VIVAVOCE

VIVAVOCE

16/07/2021

Con Eleonora Belviso e Claudio De Tommasi Regia di Ludovico Suppa

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta VIVAVOCE

VIVAVOCE

15/07/2021

Alessandra Ballerini, Emanuela Motta, Sandro Ruotolo, Carmen Totaro, Colapesce e Dimartino, Lisangela Sgobba

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta VIVAVOCE

VIVAVOCE

14/07/2021

Massimiliano Fedriga, Patrizio Gonnella, Paola Soriga, Effemberg

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta VIVAVOCE

VIVAVOCE

13/07/2021

Federica Zanella, Monica Cirinnà, Valerio Callieri, Tyler James

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per