Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

Cosa c'è nella riforma della giustizia proposta dalla ministra Cartabia

Cosa c'è nella riforma della giustizia proposta dalla ministra Cartabia
Ascolta l'audio
con Carlo Bonini
La mediazione della ministra della Giustizia Marta Cartabia per trovare un punto d’incontro sulla riforma del processo penale giunge oggi al passaggio decisivo, e la Guardasigilli proporrà al consiglio dei ministri le sue soluzioni.
Che tengono conto di richieste e sensibilità diverse e quasi opposte espresse dalle varie anime presenti nel governo: da una parte il Movimento 5 stelle, che ha fatto dell’abolizione della prescrizione dopo il processo di primo grado una delle norme-simbolo dei suoi tre anni di governo (al pari del reddito di cittadinanza); dall’altra tutti gli altri partiti che sostengono il governo Draghi i quali, sia pure con gradazioni e motivazioni differenti, chiedono di cambiare quella norma.
Per far accettare ai grillini la modifica della prescrizione sostenuta a spada tratta dal suo predecessore Alfonso Bonafede, Cartabia ha aggiunto alla sua proposta su quel tema altre due riforme che vanno incontro alle istanze avanzate dal Movimento durante la lunga e faticosa trattativa delle scorse settimane.
E così diventano tre i punti della mediazione: prescrizione, appellabilità delle sentenze e priorità nell’esercizi dell’azione penale.
Prescrizione due anni per l’appello o il reato sarà improcedibileNella proposta della ministra Cartabia la prescrizione si blocca definitivamente dopo la sentenza di primo grado, sia per gli assolti che per i condannati, ma a partire dal processo d’appello vengono introdotti termini massimi di durata dopo i quali il reato viene dichiarato improcedibile: due anni per il secondo grado e un anno per la Cassazione.

Nei casi di reati gravi o più allarmanti, come nei procedimenti particolarmente complessi, sarà possibile la proroga di un anno per l’appello e di sei mesi in Cassazione.

Per i reati imprescrittibili (ad esempio quelli punibili con l’ergastolo) non ci saranno limiti nemmeno alla durata dei processi, e — come avviene attualmente per la prescrizione — gli imputati che volessero comunque un giudizio definitivo avranno la possibilità di rinunciare alla improcedibilità. [...] continua sul sito del Corriere della Sera

 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta «Nicolò Amato sapeva ascoltare. E progettare il futuro delle carceri»
  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Gratteri fa a pezzi la riforma Cartabia: "Così converrà delinquere"
  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Il sangue del G8 e la strategia della tensione

Il sangue del G8 e la strategia della tensione

20/07/2021

con Giovanni Bianconi

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per