Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

Livatino, il giudice beato che rifiutò tutte le correnti

Livatino, il giudice beato che rifiutò tutte le correnti
Ascolta l'audio
con Stefano Zurlo
Un martire dalla passione per la giustizia, un magistrato modello, oltre che un uomo innamorato di Dio. Nei giorni in cui la magistratura è attraversata da demoni potenti, scossa dal caso Amara, dallo scandalo dei corvi e dei dossieraggi, oltre che dal Palamaragate, Rosario Angelo Livatino viene beatificato nella cattedrale di San Gerlando ad Agrigento. Ucciso, “in odio alla fede”, da quattro killer della “stidda”, la cosca ribelle dell’agrigentino, il 21 settembre 1990, quando non aveva ancora 38 anni, ma era in magistratura già da 12, Livatino diventa così il primo magistrato beato nella storia della Chiesa. Una figura di cui Alfredo Mantovano – giudice della Corte di Cassazione e vicepresidente del Centro Studi Rosario Livatino – con un gruppo di giuristi dedica da tempo passione, analisi e studio e sul quale con Mauro Ronco e Domenico Airoma ha scritto il libro: “Un giudice come Dio comanda” (edizioni Il Timone).
Il nostro sforzo – racconta Mantovano – è stato quello di ricercare l’essenza profonda della sua figura analizzando i suoi scritti. Lo studio dei suoi provvedimenti fa comprendere perché la Chiesa ha riconosciuto il suo sacrificio. […]

C’è un aspetto che Mantovano tiene a sottolineare. “Livatino smise di fare il magistrato inquirente, passando alla magistratura giudicante, anche perché non si riconosceva in pieno nella riforma. Con il nuovo codice del 24 ottobre 1989 il Pm smetteva di fare da filtro di giuridicità del lavoro della polizia giudiziaria ma diventava colui che dirigeva le indagini. Preferì non avere un ruolo che poteva apparire troppo di parte”. L’altro elemento professionale e caratteriale in controtendenza è il suo riserbo. […] Livatino non ha mai fatto una conferenza stampa o rilasciato un’intervista. […]

Fabrizio de Feo - il Giornale

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Prima Pagina - «Per i tumori un anno perso ora dobbiamo recuperare»
  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Tra i senza diritti dove comandano i kapò

Tra i senza diritti dove comandano i kapò

19/06/2021

con Alessia Lautone

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Green Pass, Draghi firma il decreto con cui l'Italia gioca d'anticipo
  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Usa-Russia, prove di dialogo

Usa-Russia, prove di dialogo

17/06/2021

Con Alessia Lautone

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per