Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Piazza Verdi

"…E quindi uscimmo a riveder le stelle"

Ascolta l'audio
"…E quindi uscimmo a riveder le stelle"

“…E quindi uscimmo a riveder le stelle” (Dante Alighieri)

Un viaggio nella storia dell’arte tra Medioevo ed età contemporanea, con circa trecento capolavori selezionati dal Duecento al Novecento: da Giotto, Filippino Lippi, Lorenzo Lotto, Michelangelo, Tintoretto, fino ad arrivare a Boccioni, Casorati e tanti altri maestri del secolo scorso. Sarà una esposizione monstre. Con Dante. La visione dell’arte, organizzata a Forlì, nei Musei San Domenico, ed in programma dal 1° aprile all’11 luglio si racconterà a 360 gradi la figura del Sommo Poeta, nel 7° centenario della sua morte. Il progetto nasce da un’idea di Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi, e di Gianfranco Brunelli, Direttore delle grandi mostre della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Curatori della mostra sono il Professor Antonio Paolucci e il Professor Fernando Mazzocca, coadiuvati da un prestigioso comitato scientifico.

La figura di Dante suona potente e salvifica. Oggi più che mai lo smarrimento di un’intera società alle prese con una crisi epocale richiede “padri” a cui rivolgersi, voci a cui affidarsi e che segnino la strada. Oggi più che mai necessitiamo di un discorso sulle radici, di un viaggio catartico all’origine di ciò che siamo. Da qui l’idea di tornare, anzi di ricominciare da Dante. Nel suo capolavoro il Poeta ci dice che è solo attraverso l’Umano che si può affrontare la selva oscura dei tempi per tentare una rinascita. Alcuni tra i più importanti nomi della scena teatrale italiana hanno scelto un canto della Divina Commedia e creato su esso un’istantanea al tempo stesso universale e privata. Dante come punto di partenza per un viaggio all’origine di loro stessi. Dante come cuore originario non solo della lingua e della cultura occidentale, ma come luogo da cui sgorgano l'infanzia e le storie di ciascuno di noi. Non una semplice lettura del canto ma attraverso la commistione tra immagini e voce, cinque suite che racconteranno Dante nei luoghi geografici e della memoria di ciascun artista coinvolto: dai campi di pallone abbandonati di Marano vicino Napoli al bar Sport di Giambellino di Milano. E al contempo sarà un viaggio in Italia, dalla Calabria fino al Nord Italia, un percorso rigenerante dentro le parole di un poeta e dentro le immagini dell’anima di chi le pronuncia. Questa l’anima di Tutte quelle vive luci - Istantanee dantesche per cinque attori nudi con Saverio La Ruina, Roberto Latini, Francesca Mazza, Lino Musella, Anahì Traversi da un’idea di Antonio Mingarelli che ne cura anche la regia.

In occasione delle celebrazioni per il VII centenario della morte di Dante Alighieri del 2021, nasce StraborDante: un viaggio musicale tra jazz, rock e noise, in cui l’immaginario dell’Inferno dantesco prende vita in uno spettacolo multimediale. I brani originali e riarrangiamenti di composizioni Due-Trecentesche di XYQuartet dialogano con la voce unica di John De Leo e le immagini create dall’artista Francesco Lopergolo. Nelle nove tappe di StraborDante prendono vita gli incontri, i dialoghi, le suggestioni, le allegorie e le straordinarie invenzioni che popolano il cantico più evocativo della Divina Commedia. A dare vita al ricco immaginario dell’Inferno è il sound XYQuartet, ensemble di spicco del panorama jazzistico italiano ed europeo: Nicola Fazzini (sax alto), Alessandro Fedrigo (basso elettrico), Saverio Tasca (vibrafono) e Luca Colussi (batteria). StraborDante sconfina nella performance visiva, grazie alle immagini che prendono forma con le multivisioni dell’artista Francesco Lopergolo. I musicisti sono completamenti immersi in ambientazioni, apparizioni, allegorie visive ottenute manipolando le immagini e rielaborando le riprese dalle Grotte del Caglieron (Fregona, TV). Il legame intrinseco tra musica, sonorità, poesia e immagine, indagato dallo stesso padre della lingua italiana: musicare Dante non è quindi solo un’azione artistica ma una ricostruzione filologica, per ricondurre la poesia alla sua origine più autentica, ad un’epoca in cui era più stretta la relazione con la musica, in modo quasi simbiotico.

Paola Piacenza ci parla di Due regia di Filippo Meneghetti.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Seconda parte

Seconda parte

20/11/2021

"Ci sono più tesori in un libro…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Terza parte

Terza parte

27/11/2021

"Insegnami la dolcezza…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Seconda parte

Seconda parte

27/11/2021

"Insegnami la dolcezza…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta "Insegnami la dolcezza…"

"Insegnami la dolcezza…"

27/11/2021

"Insegnami la dolcezza…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per