Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

Prima Pagina del 4 marzo 2021

Prima Pagina del 4 marzo 2021
Ascolta l'audio
con Beda Romano

La startup dei Verdi per riempire il vuoto ecologico dei partiti

È un piccolo movimento parlamentare con un grande significato politico, all’ombra della transizione ecologica. Le provenienze dei tre sono importanti, Fioramonti è entrato alla Camera col Movimento 5 stelle, Fusacchia con +Europa. Lasciano le relative appartenenze con diversi gradi di delusione, per entrare in una delle realtà più antiche della politica italiana, a sua volta in fase di transizione, per usare il vocabolario ecologista del momento.
Lo spazio sconfinato di cui parla Grandi è l’ambientalismo politico. Nel giro di una crisi di governo, l’ecologia è diventata pilastro repubblicano e potenziale motore dell’economia, ma nessuno ha la credibilità per presidiarla. Leu e Pd sono ai margini, senza un sottosegretario alla transizione ecologica. Il M5s ha rivendicato la nascita del ministero e ha portato a casa una sottosegretaria, ma è anche in crisi d’identità.

I Verdi hanno quella credibilità, aspettavano da decenni che avesse un valore politico di massa. Però sono anche un corpo ferito, per anni hanno ballato sul filo dell’estinzione e fuori dal parlamento. Ora stanno provando la metamorfosi in startup politica: entro luglio ci sarà un’assemblea nazionale nella quale fiorirà Europa Verde. Era il nome della lista alle europee, diventa il brand di questo progetto di rinascita.
«L’assemblea ha un significato costituente, ci aprirà ai mondi di cui abbiamo bisogno per fare massa critica, ricerca, associazioni, imprese green, realtà che si sentono abbandonate dalla politica». In questa fase la componente parlamentare è un tassello fondamentale, certificazione di esistenza e possibilità di vigilare.

«In un momento in cui tutti parlano di transizione ecologica ho sentito il bisogno di ristabilire la radicalità delle scelte, che non significa estremismo, ma misure che vadano alla radice dei problemi», spiega Muroni elaborando sulle ragioni della scelta.
Ex presidente di Legambiente, è alla prima legislatura ed è uno dei pochi parlamentari che parlano di ecologia sapendo quello che dicono. «Non c’è più tempo per il greenwashing politico, il Next Generation Eu impone ritmo, radicalità, dimensione etica». La scelta dei tre di puntare sui Verdi è anche sintomo del fallimento dei partiti di sinistra nel loro tentativo di fare transizione ecologica al proprio interno. «Sono entrata in parlamento pensando di creare un partito moderno, che guardasse allo sviluppo sostenibile come tema reale. Non ha funzionato. Anche il Pd non ha mai avuto la vocazione ecologista che era nella sua fondazione».
Quando chiedo a Grandi se si sente come chi ha aspettato sulla riva del fiume il cadavere dell’opportunismo ecologista, ride e dice che i Verdi non sono stati immobili, si sono anzi agitati molto.

Ora però qualcosa si è mosso: le iscrizioni sono triplicate nel 2020 (quadruplicate a Milano), hanno nove consiglieri regionali e cento comunali. A Milano hanno stretto alleanza con Beppe Sala, dopo una lunga serie di asprezze.
Il totem è la rinascita dei Verdi francesi l’estate scorsa. «Il loro successo nasce dal territorio, l’onda dei sindaci si è alzata grazie a un lungo lavoro negli anni precedenti. Per noi le amministrative sono importantissime, è decisivo che Europa Verde si affermi nella coalizione di centrosinistra, stiamo costruendo dal basso una classe dirigente ecologista, i consigli comunali saranno la loro scuola».

L’allineamento che potrebbe riportare i Verdi al centro della politica è soprattutto culturale. Lo spiega Muroni: «L’ambientalismo politico in Italia ha dovuto tenere posizioni di trincea contro gli scempi peggiori, dall’abusivismo alle ecomafie». In quella trincea i Verdi si erano però persi, visti come partito della decrescita e lontani dai bisogni degli italiani.
«Ora si può uscire dalla trincea, per fare dell’ecologismo la risposta politica a una domanda presente nella società. Le persone hanno imparato a cambiare stili di vita, a mangiare e muoversi in modo sostenibile, hanno capito che non è depauperamento ma la sfida del benessere. Comprarsi l’auto non è più rito di passaggio all’età adulta, la bicicletta non è più da sfigati. I cittadini hanno capito meglio della politica il potenziale della transizione ecologica».

Il futuro per i Verdi è fatto di alleanze, dialogare con la parte della società a cui nessuno sa parlare. Le imprese che fanno brevetti internazionali di valore ambientale, l’associazionismo cattolico che si riconosce nella Laudato si'.
E i Fridays for Future: «Hanno fatto ciò che a noi ambientalisti storici non era riuscito, riempire le piazze per il clima. Nei Fridays vedo la radicalità di cui parlavo, quella che non è estremismo, ma rigore».

Fedrinando Cotugno - Domani

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta PRIMA PAGINA

PRIMA PAGINA

12/04/2021

I giornali del mattino letti e commentati da Angela Mauro del "Huffpost"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 11 aprile 2021

Prima Pagina del 11 aprile 2021

11/04/2021

con Alberto Chiara

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 10 aprile 2021

Prima Pagina del 10 aprile 2021

10/04/2021

Con Alberto Chiara

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 9 aprile 2021

Prima Pagina del 9 aprile 2021

09/04/2021

Con Alberto Chiara

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per