Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Mondo

Colpo di Stato in Myanmar

Colpo di Stato in Myanmar
Ascolta l'audio
I militari a Myanmar hanno arrestato la leader Aung San Suu Kyi e proclamato lo stato di emergenza per un anno. Nelle ultime settimane gli osservatori più acuti delle dinamiche del Paese avevano intuito questa possibilità, soprattutto in seguito alle proteste per l'ultima netta vittoria del suo partito a novembre scorso.

L'esercito birmano ha arrestato Aung San Suu Kyi, ha dichiarato lo stato di emergenza e ha preso il potere per un anno dopo aver contestato la netta vittoria elettorale di novembre del suo partito. Il vicepresidente U Myint Swe, un ex generale allineato con i militari, è stato nominato come presidente ad interim. Myo Nyunt, portavoce della Lega nazionale per la democrazia al potere, ha confermato che Suu Kyi e il presidente Win Myint sono stati arrestati in quello che ha definito un “colpo di stato”. Le tensioni sono andate aumentando negli ultimi mesi, con i militari e le sue fazioni politiche che chiedevano alle autorità di indagare sulle accuse di frode nel voto di massa solo nelle seconde elezioni generali. Difficile intanto riuscire a ricevere notizie dal Paese, i canali TV, il telefono e le comunicazioni Internet sono saltate e già cominciano le file ai bancomat, a seguito anche alla chiusura delle banche.

Luigi Spinola ne parla lunedì 1 febbraio alle 11 con Emanuele Giordana, giornalista, storica voce di Radio3 Mondo, autore del libro "Viaggio all'Eden. Da Milano a Kathmandu" (Laterza, 2017) e "La grande illusione. L’Afghanistan in guerra dal 1979” Rosenberg & Sellier (2019) e Direttore del sito atlantedelleguerre.it e con Virginia King, interprete, traduttrice e membro dell’associazione per l’amicizia Italia-Birmania Giuseppe Maltesi.

Andremo poi a Hong Kong, con quella che sembra un’aperta sfida Londra-Pechino: il governo di Boris Johnson va avanti imperterrito con il programma di passaporti e visti BN(O), per i cittadini dell'ex colonia britannica che vogliano trasferirsi e "cominciare una nuova vita" in Gran Bretagna. Alle 17 di ieri, domenica, ora di Hong Kong (le 11 di mattina in Italia) il sito del consolato britannico ha ufficialmente aperto alla ricezione delle domande che, per tutelare la sicurezza dei richiedenti, si possono presentare quasi completamente online. Londra, insomma, va avanti imperterrita nel suo progetto annunciato con grande risonanza internazionale nei giorni scorsi: aprire le porte a oltre 5 milioni e mezzo di cittadini di Hong Kong divenuti eleggibili per il nuovo visto: ne parliamo con Ilaria Maria Sala, giornalista della rivista Quartz che vive a Hong Kong ed è tra gli autori del libro "Hong Kong 20/20: Reflections on a borrowed place" (Blacksmith books, 2017) e autrice di “Pechino 1989” (edizioni Una Città, 2019).

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta La giornata mondiale del rifugiato

La giornata mondiale del rifugiato

21/06/2021

La giornata mondiale del rifugiato: andiamo in America Latina e poi in Afghanistan per ripercorrere le tratte di chi parte e di chi viene rimandato indietro.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Elezioni iraniane

Elezioni iraniane

18/06/2021

Le presidenziali in Iran e il festival Passaggi a Fano.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Un Québec solo francofono

Un Québec solo francofono

17/06/2021

Raid della polizia e arresti al giornale Apple Daily a Hong Kong. Il Quebec vuole proteggere il suo francese e imporlo come unica lingua ufficiale della Belle Provence. Le "radio spazzatura" del Quebec intanto emettono teorie del complotto sul covid.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Faccia a faccia

Faccia a faccia

16/06/2021

Il faccia a faccia tra Biden e Putin. La corsa all'Artico della Cina solleva sempre più preoccupazioni.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per