Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Piazza Verdi

"Quanto più in alto ci innalziamo…"

Ascolta l'audio
"Quanto più in alto ci innalziamo…"

“Quanto più in alto ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a coloro che non possono volare” (Friedrich Nietzsche)

“Non sono mai stato a Istanbul, né a Bisanzio o a Costantinopoli. Quello che so del Bosforo l’ho scoperto dalla lettura di Nazim Hikmet, Orhan Pamuk, dalle lezioni alla radio di Alessandro Barbero, dal telegiornale, dall’amico Andrès Rodrigo Lopez o da altri viaggiatori. La mia Bisanzio è una città invisibile, un luogo della metafora, omonimo, ma non sosia o alter-ego, del posto dal quale il grande Iosif Brodskji fece la propria Fuga. La Bisanzio da cui proviene questo concerto rappresenta un ponte ideale tra oriente e occidente, tra le due polarità, i due emisferi che dialogano da millenni nel cervello dell’umanità.” Nicola Segatta, giovane compositore e violoncellista, ci introduce con queste parole al suo Concerto Bizantino. Un piccolo romanzo musicale e autobiografico, che riassume alcune delle più belle melodie da lui composte e con cui oggi apriremo la nostra prima puntata di febbraio.

Sui palchi e dietro le quinte del teatro italiano ci sono sempre più artisti provenienti dagli altri continenti o nati in Italia da genitori stranieri. L’incrocio culturale che ognuno di loro incarna è portatore di stili, contenuti e sfumature di carica inedita, così come lo sguardo originale con cui affrontano la realtà. Performing Italy fino al prossimo 4 marzo presenta, sul canale Vimeo dell’Istituto Italiano di Cultura di Londra (diretto da Katia Pizzi), 7 video ritratti di 15’ ciascuno, in italiano con sottotitoli in inglese, di altrettanti teatranti italiani con un passato migratorio di prima o seconda generazione, o con radici miste. La cura del progetto è di Margherita Laera. L’obiettivo dell’iniziativa è affrontare uno degli aspetti meno indagati e più innovativi della scena contemporanea: gli effetti dell’immigrazione nel teatro italiano, con la sua carica di passione e la volontà di superare i confini non solo della geografia ma anche della tradizione. Tra i prossimi protagonisti dei video vi sono Alberto Lasso (11 febbraio), Miriam Selima Fieno (18 febbraio), Abdoulaye Ba (25 febbraio) e Thaiz Bozano (4 marzo). Ognuno di loro parla del proprio teatro, del percorso formativo e dei progetti, mentre scorrono le immagini degli spettacoli. Mettere in scena l’Italia di oggi vuol dire restituire al teatro una funzione, e missione, cruciale: rappresentare il cambiamento e aprire finestre sul mondo.

Lo straordinario suono di uno Stradivari ripercorre e impreziosisce alcuni dei temi più celebri del cinema. Una magia resa possibile grazie a Guido Rimonda e al suo “J. M. Leclaire - Violon Noir 1721”, uno tra i più belli strumenti realizzati dal liutaio cremonese. Con l’accompagnamento della Camerata Ducale, Rimonda ha estrapolato da colonne sonore di film che hanno fatto la storia del cinema i temi che più si adattano al violino intervenendo con arrangiamenti realizzati appositamente per questo progetto. Dalla malinconica Smile, title track e indimenticabile tema di Tempi Moderni di Chaplin recentemente tornata alla ribalta grazie al film Jocker, al coinvolgete tango di Por Una Cabeza di Gardel utilizzato in Profumo di donna, dal Tema di Schindler’s List al cullante tema de Il Postino di Bacalov, da Giochi Proibiti tratto dall’omonimo film a Manhã do Carnaval di Luiz Bonf da Orfeo Negro e un doveroso omaggio a Ennio Morricone con il Tema d’amore di Nuovo Cinema Paradiso. Non mancano le chicche che impreziosiscono il progetto come l’elegante I Will Wait For You di Michel Legrand utilizzato nella pellicola Les Parapluies de Cherbourg, il tema da Il Colore Viola firmato da Quincy Jones, la Serenata per Giuditta di Armando Trovajoli per L’Anno del Signore, il celebre Adagio di Albinoni utilizzato nel Processo di Orson Welles e la Cavatina dall’indimenticabile pellicola de Il Cacciatore.

Paola Piacenza ci parlerà di Malcolm & Marie regia di Sam Levinson.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Terza parte

Terza parte

10/04/2021

"Si vive una volta sola, ma se lo fai bene…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Seconda parte

Seconda parte

10/04/2021

"Si vive una volta sola, ma se lo fai bene…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta "Si vive una volta sola, ma se lo fai bene…"

"Si vive una volta sola, ma se lo fai bene…"

10/04/2021

"Si vive una volta sola, ma se lo fai bene…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Terza parte

Terza parte

03/04/2021

"La vita è come una dimora con molte stanze…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per