Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

Prima Pagina del 27 luglio 2020

Prima Pagina del 27 luglio 2020
Ascolta l'audio
con Francesco Costa

I centri svuotati rischiano un buco da 3 miliardi l’anno

Il lockdown è un ricordo, ma anche a giugno, primo mese con piena libertà di movimento, i numeri dei consumi sono stati neri per commercio, pubblici esercizi e turismo. La ristorazione paga un conto devastante: 250 milioni al mese, denuncia Confesercenti. Tre miliardi l’anno.
Non è solo un tema di scarsità di liquidità e poca fiducia che frenano gli acquisti: pesano lo smart working che tiene milioni di persone lontane dagli uffici e cambia le abitudini, e i minori spostamenti, che tutti, per lavoro o piacere, stanno continuando ad affrontare.
Non a caso, certifica un’indagine condotta da Confimprese ed Ernst Young su 4.500 punti vendita di 50 marchi, a soffrire maggiormente sono i centri storici e i centri commerciali, mentre contengono le perdite i negozi di quartiere. A giugno i negozi, escludendo i canali online, perdono il 27% rispetto allo stesso mese del 2019 e le mazzate più dure arrivano ai settori dell’abbigliamento (-45%), della ristorazione (-44%) e dei viaggi (-58%).
Difficile non vederci la mano delle nuove regole e abitudini, tra centri cittadini e centri direzionali svuotati, complicazioni nel provare i vestiti per sanificazioni e distanziamento e ansia di spostamento su lunghe tratte. Il quadro è negativo per tutti, la differenza tra centri e grandi aree commerciali (-30% a giugno e -45% nel semestre) e quartieri periferici/città di provincia (-20%) è netta e le cifre in alcuni casi sono ancor più secche: a Milano in corso Buenos Aires il crollo è del 40%, a Roma Est del 39%. Il conto complessivo del semestre dice -43%.

E se è vero che il boom dell’e-commerce indica probabilmente la direzione da seguire (+135% nel secondo trimestre), è altrettanto vero che la struttura tradizionale dell’offerta non consente di far fronte a una realtà in cui, come certifica Banca d’Italia, la mobilità delle persone continua ad essere ridotta di quasi un quinto.
Anche così si spiega come a giugno, con le serrande rialzate, i negozi continuano a vendere il 27% in meno e i siti facciano registrare un altro +54%. “Negli ultimi quattro mesi, quelli segnati dal Covid – spiega Paolo Lobetti Bodoni, business consulting leader per Ernst Young – nei negozi si sono persi quasi i due terzi delle vendite rispetto all’anno scorso. I segnali incoraggianti si colgono nelle vendite online e nel fatto che quelle nei cosiddetti canali fisici ora vanno ad un ritmo che sta nel range migliore che avevamo previsto”.

Il tema dello smart working che svuota città e centri commerciali è però quello caldo per commercianti e ristoratori: “Al di là delle cifre che – spiega Mario Maiocchi, consigliere delegato Confimprese – fanno ipotizzare una chiusura di 2020 ne migliore dei casi con un -25%/-30% con impatti notevoli sulla continuità di molti operatori, bisogna ragionare sulle modifiche strutturali nei modelli di vita, in particolare smart working e viaggi di affari e di flussi internazionali.
Saranno da valutare gli sviluppi sui centri delle grandi città e sul canale travel per la ridotta presenza e traffico di lavoratori e turisti internazionali, questi ultimi anche con impatti su outlet e centri commerciali.
Dall’altra parte ci sarà un ritorno di attenzione su location periferiche delle grandi città e centri storici delle città di provincia”. 

Gabriele De Stefani – La Stampa
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Prima Pagina del 6 agosto 2020

Prima Pagina del 6 agosto 2020

06/08/2020

Con Luca Mastrantonio

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 5 Agosto 2020

Prima Pagina del 5 Agosto 2020

05/08/2020

I giornali del mattino letti e commentati da Luca Mastrantonio del "Corriere della Sera".

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 4 agosto 2020

Prima Pagina del 4 agosto 2020

04/08/2020

con Luca Mastrantonio

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 3 agosto 2020

Prima Pagina del 3 agosto 2020

03/08/2020

con Luca Mastrantonio

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per