Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Mondo

La vecchia destra nel nuovo governo francese

La vecchia destra nel nuovo governo francese
Ascolta l'audio
Il "nuovo" governo francese, con molti ministri legati all'ex presidente Sarkozy e le sanzioni di Londra per violazione dei diritti umani ad alcuni funzionari di Arabia Saudita, Russia, Myanmar e Nord Corea.

Durante la crisi sanitaria, il presidente francese Macron ha subito un calo di popolarità e ha promesso di reinventarsi, ma il suo nuovo governo è molto simile al vecchio. Tre giorni dopo la nomina di Jean Castex a Primo Ministro al posto di Edouard Philippe, il nuovo governo comprende molti esponenti legati all’ex presidente Sarkozy tanto che il quotidiano conservatore Le Figarò ha titolato: “a Macronia, tutte le strade portano a Sarkozy”. Le principali sorprese sono l'arrivo dell'ex ministro della Sanità, Roselyne Bachelot, alla Cultura, e l'avvocato mediatico e spesso sgradito alla magistratura, Eric Dupond-Moretti, alla Giustizia. Due figure conosciute dal grande pubblico, la cui finalità sarebbe quella di rendere “brillante” l'esecutivo, a volte considerato troppo noioso. Diversi analisti politici ritengono che Emmanuel Macron stia cercando in tutti i modi di neutralizzare i candidati di destra per il 2022. Se il panorama politico del 2022 si dovesse ripartire in tre blocchi, una sinistra ambientalista, una destra moderata e il Rassemblement National (ex Front National) di Marine Le Pen, la destra repubblicana dovrà aprire rapidamente un dibattito strategico: dovrà opporsi a Emmanuel Macron o essere d'accordo con lui?

Mercoledì 8 luglio alle 11.00 Roberto Zichittella ne parlerà con Leonardo Martinelli, inviato de La Stampa a Parigi. 

Londra intanto c’è fermento al 10 di Downing Street: il governo ha applicato sanzioni per violazione dei diritti umani ad alcuni funzionari di Arabia Saudita, Russia, Myanmar e Nord Corea. Resta inoltre incerto il futuro della compagnia cinese Huawei nel Paese: ne parliamo con Nicole degli Innocenti, corrispondente de Il Sole24Ore da Londra. 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Beirut esplode

Beirut esplode

05/08/2020

Una massiccia esplosione ha scosso Beirut martedì e ha distrutto gran parte del porto della città, mietendo almeno 100 vittime e ferendo altre 4000 persone. L'intera città è stata scossa dall'esplosione e si è potuto vedere una nuvola di funghi diffondersi nell'area del porto.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Scintille al confine tra Azerbaijan e Armenia

Scintille al confine tra Azerbaijan e Armenia

04/08/2020

Scontri al confine tra Armenia e Azerbaijan fanno temere un'escalation che potrebbe minare gli equilibri nella regione.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Egitto-Turchia: una nuova guerra in Libia?

Egitto-Turchia: una nuova guerra in Libia?

03/08/2020

Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi aveva annunciato che l'Egitto sarebbe potuto intervenire militarmente in Libia contro le forze turche, la cui partecipazione nella guerra libica aveva cambiato le sorti del conflitto. I due paesi sono schierati su fronti diversi. Annuncio di guerra sincero o strumentale ad altro?

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Verso la seconda ondata?

Verso la seconda ondata?

31/07/2020

Preoccupano i nuovi focolai di Covid in Spagna e Germania. La crisi sanitaria sussegue anche quella diplomatica che si registra fra la Spagna e il Regno Unito mentre la Germania con lo scoppio dei nuovi focolai nei centri turistici spagnoli, cambia meta e scelgono la Bulgaria che promuove le feste "corona free".

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per