Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Tre soldi

#5 | I giganti addormentati | Forte Bravetta | di Marco Silvestri

#5 | I giganti addormentati | Forte Bravetta | di Marco Silvestri
Ascolta l'audio
#5 | FORTE BRAVETTA, UNA FABBRICA DI MORTE È uno dei simbolo della Resistenza romana, ma è anche il simbolo della pena di morte in Italia. Qui dal 1927 fino al 1943, furono eseguite dal Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato oltre 40 sentenze capitali. Durante l'occupazione tedesca della città a ordinare le condanne a Roma erano invece le autorità tedesche di occupazione, che colpirono in prevalenza la Resistenza romana, e una lapide, posta all'interno del forte dai parenti dei caduti e dall'Anpi, ricorda il sacrificio di 77 partigiani. Paola Cossu ricorda ancora i colpi di fucile che sentiva dal letto di casa, a pochi metri dal forte. Augusto Pompeo, Archivista di Stato racconta alcune storie dei condannati a morte. Le loro fucilazioni, la loro lotta clandestina, Don Morosini, le medaglie d'oro al valore militare e le fucilazioni durante gli anni della Liberazione. Grazie all'aiuto dello storico Mimmo Franzinelli ricostruisco anche la storia di Laura D'Oriano, unica donna e condannata e fucilata nella storia d'Italia.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta #1 | Com'è triste la prudenza | di Graziano Graziani

#1 | Com'è triste la prudenza | di Graziano Graziani

14/06/2021

#1 | COM'È TRISTE LA PRUDENZA - Il 14 giugno del 2011 un movimento di lavoratrici e lavoratori dello spettacolo occupano il Teatro Valle dopo la dismissione dell'ETI, l'Ente Teatrale Italiano, per scongiurare la destinazione del più antico teatro di Roma verso progetti privatistici. Dovevano restare tre giorni, sono restati tre anni.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta #2 | Il teatro è un bene comune | di Graziano Graziani

#2 | Il teatro è un bene comune | di Graziano Graziani

15/06/2021

#2 | IL TEATRO È UN BENE COMUNE - Il Teatro Valle Occupato è stato un laboratorio per immaginare un nuovo modello di istituzione artistica partecipata, sfociata nell'elaborazione di una Fondazione che avrebbe dovuto gestire lo spazio. Tutto è nato attorno all'idea del Teatro come "bene comune", al pari dell'acqua, estendendo alla cultura il concetto di bene essenziale.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta #3 | Il teatro deve essere come una piazza | di Graziano Graziani

#3 | Il teatro deve essere come una piazza | di Graziano Graziani

16/06/2021

#3 | IL TEATRO DEVE ESSERE COME UNA PIAZZA - Andrea Camilleri, Franca Valeri, Peter Stein, gli Area, Jovanotti, Gianni Morandi. Sono tanti gli artisti di caratura nazionale e internazionale che sono passati al Valle, e tanti, come Fausto Paravidino e Elio Germano, che hanno anche preso parte all'occupazione. Residenze artistiche partecipate, un centro nazionale di drammaturgia, la Nave scuola per la formazione dei tecnici dello spettacolo, sono solo alcuni degli esempi dei progetti immaginati e praticati durante i tre anni di occupazione.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta #4 | Le battaglie future | di Graziano Graziani

#4 | Le battaglie future | di Graziano Graziani

18/06/2021

#4 | LE BATTAGLIE FUTURE - L'esperienza dell'occupazione del Valle si esaurisce nell'agosto del 2014, con un passaggio al Teatro di Roma che garantirà la vocazione pubblica dello spazio ma non realizzerà il sogno di una gestione partecipata. Dall'esperienza del Valle, tuttavia, sono scaturite energie che sono confluite nelle battaglie degli anni successivi, come il movimento femminista "Non una di meno" o le successive battaglie dei lavoratori e lavoratrici dello spettacolo

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per