Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

Prima Pagina del 25 febbraio 2020

Prima Pagina del 25 febbraio 2020
Ascolta l'audio
con Stefano Cappellini

Ridatemi l'allegria di Milano

Se durante la guerra, sotto i bombardamenti, i cinema fossero stati chiusi, non avrei visto né Pia dei Tolomei né La città d'oro primo film a colori di propaganda nazista, che mi incantò bambina per gli abiti da contadinella della protagonista bionda e procace: me ne ricordo persino il nome, Kristina Soderbaum. Noi andavamo a scuola e quando suonava l'allarme, giù in cantina dove se fosse caduta una bomba, saremmo morti lo stesso. Tutti i giorni andavo a schettinare (allora i bambini circolavano da soli) e a pista era piena e allegrissima: se ululavano le sirene, ci ospitavano le prime cantine disponibili: i supermercati non c’erano e neanche ci passava per la testa di assalire i negozietti in cui con la nostra testa annonaria potevamo, in quanto bambini, comprare 100 grammi (i grandi 50) di pane di carrube, nero e molle, cattivissimo ma pazienza. 
C’erano anche le sfilate d’alta moda e le ricche signore sfollate sul lago di Como sfidavano il pericolo e tornavano a Milano per vederle, anche in mezzo alle rovine. Insomma si stava perdendo la guerra, eravamo affamati e in pericolo, ma si tentava di tenerci stretta una vita quasi normale. Sabato sera, il 22, sono andata alla Scala, ogni poltrona occupata perché non c’era sfida tra restarsene a casa per paura ammesso che qualcuno ne avesse, e perdere il Rossini del Turco in Italia con la direzione di Fasolis, la regia di Andò e una deliziosa Fiorilla (Rosa Feola). Una bella serra festosa, e gli spettatori rabboniti dalla bellezza e dalle emozioni, grandi applausi, molte chiacchiere contente. Nessuno poteva sospettare che nel frattempo, tappati nei loro uffici, crudeli responsabili stavano studiando come toglierci ogni piacere in una Milano che da qualche anno è serena e allegra, sempre fuori casa di sera, cinema teatri ristoranti: un colpo basso alla città, con la scusa di salvare il popolo dal contagio, ma forse soprattutto loro stessi, i cospiratori dai cretini che già ne hanno approfittato con vergognosa insipienza, per accusarli di assassinare il popolo italiano o anche solo quello lombardo veneto mediante la nuova peste. Non proprio diffusa dal governo ma quasi. Basta divertimenti soprattutto se culturali, musei chiusi, cinema, teatri, e anche scuole e università. Andrée Shammah da Berlino ha fatto sapere che se non fosse stata obbligata non avrebbe chiuso il suo teatro Parenti con le tante sale e i Bagni Misteriosi che sono diventati un fulcro delle serate e notte milanesi.
Certo nessuno può prendersi la responsabilità di trascurare qualsiasi provvedimento ritenuto necessario, ma qui a Milano tra amici immalinconiti ci si chiede se dal Metrò al cinema non basterebbe cautelarsi contro gli sputacchini altrui e proteggere gli altri dai nostri, avere sempre salviettine con cui tenere pulite la mani, se proprio spaventati procurarsi uno scafandro: ma distrarsi e arricchirsi il cervello andando a vere il nuovo film di Diritti su Ligabue, o la mostra di de La Tour, o la prima molto attesa della Salomè diretta da Chailly con regia di Michieletto, non potrebbero avere un potere consolatorio, rasserenante, impedendo di perdere la ragione a chi, privato di un minimo piacere, costretto davanti alla tv, potrebbe essere preso da un’angoscia irrefrenabile, davanti all’orrore del coronavirus come lo raccontano i talk-show. […]

Natalia Aspesi - la Repubblica
 
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Prima Pagina del 4 luglio 2020

Prima Pagina del 4 luglio 2020

04/07/2020

con Norma Rangeri

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 3 luglio 2020

Prima Pagina del 3 luglio 2020

03/07/2020

Con Norma Rangeri

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 2 luglio 2020

Prima Pagina del 2 luglio 2020

02/07/2020

con Norma Rangeri

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 1 luglio 2020

Prima Pagina del 1 luglio 2020

01/07/2020

Con Norma Rangeri

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per