Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Non è un Paese per Giovani

Mi fido di te anima mia, portami dove vuoi, purché sia qui

Mi fido di te anima mia, portami dove vuoi, purché sia qui
Ascolta l'audio
Ho provato tante volte a convincere persone che quel posto è magico, eccezionale, un posto dell'anima, ma non è detto che lo possa essere per altri.
Ho provato tante volte a convincere persone che quel posto è magico, eccezionale, un posto dell'anima, ma non è detto che lo possa essere per altri. Mia suocera Rosanna, ad esempio, l'ha trovato nella Val Pellice, a Torre, 4 mila anime raccolte intorno ad una via principale e ville della borghesia torniese d'un tempo. Una storia che porta indietro nel medioevo, che insegna cosa sia la comunità valdese e quello che hanno subito da parte dei cattolici, un posto di mezza montagna, che fa bene ai polmoni. Pochi giovani, tanti cani, a volte la neve, ma soprattutto la volontà di abitarlo. E' il suo posto dell'anima e mentre la sentivo parlare, spiegare, cercare di catturarmi, ho capito che anch'io ho fatto tante volte la stessa cosa con Roccamare, la mia pineta in maremma. Ma non con tutti sono riuscito nell'intento, perché l'anima decide da sola dove vuole stare e nessuno può imporle nulla. La mia vuole stare là, a Castiglione della Pescaia, anzi, a volte sono sicuro che lei rimane in paese anche quando io torno in città. In quel posto si placano tutte le furie, le paturnie d'aritsta, la vita prende una piega diversa, più lenta, più riflessiva, più vera. Gli amici che ho là sono disinteressati, non parliamo mai di cinema, mai di arte, solo di cronaca, la cronaca della nostra vita, quella quotidiana. Traffico, amori, famiglia, turismo, natura, cavalli, mare, incendi, cinghiali e vacanze. E poi il cibo. Il vero protagonista delle mie ore in quel posto. Mangiare bene. Bere bene. Stare bene. Senza quel senso di inutilità che hanno certi ristoranti di Roma. Sento battere il mio cuore, vivo più intensamente me stesso. Lo svanire lentamente della voglia di scrivere, di riprendere qualcosa, di far recitare qualcuno, l'assenza di presunzione, la chiarezza dei tuoi limiti. Tutto questo per merito di un paese e una pineta, direte voi? Sì, solo a Castiglione della Pescaia io so chi sono davvero, è la mia anima che si chiarisce le idee. Ma badate bene, non si tratta di quelle cazzate tipo staccare la spina o riordinare le idee, si tratta di anima, di vivere con più semplicità il mistero di me stesso. Ognuno di noi dovrebbe avere un posto così. Anche una stanza, un garage, una soffitta, un giardino, qualcosa che lo faccia sentire in sintonia con la propria faccia. Se mi guardo allo specchio a Roma è diverso, mi vedo teso, pronto a scattare, un soldato in trincea, a Castiglione no, lo specchio mi restituisce con calma la mia immagine vera, quella che vuole andare piano. La lentezza di Roccamare, della maremma in generale è la mia droga. Me la inietto almeno una volta al mese, una bella dose di Maremma, per essere più possibile me stesso. Quella bruma del mattino, quei tagliafuoco, quella gente sulla ciclabile, sono già un buon segnale per una giornata vera. L'anima non vuole bugie, non puoi mentire, devi lasciare andare i nervi, i muscoli, essere quello che sei senza il tuo talento, la tua fisicità, devi fidarti di lei e basta. Mi fido di te anima mia, portami dove vuoi, purché sia qui, in questi luoghi persi nel tempo del tempo, delle principesse scalze e degli amici del bosco. Voglio gridare senza far rumore, correre stando fermo, nuotare senza bagnarmi, voglio che tu capisca dove siamo, ma non posso pretenderlo, ognuno ha il suo posto, Rosanna ha Torre Pellice e io ho te, paese mio, pineta mia. Torno presto, promesso.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

01/06/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

29/05/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

26/05/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

28/05/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per