Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

Prima Pagina del 12 ottobre 2019

Ascolta l'audio
Con Marco Tarquinio

La Commissione europea ha pubblicato un report sui flussi finanziari oggetto di elusione
 

Dall’Italia 142 miliardi in fuga. Verso i paradisi fiscali

 

L’ultimo report pubblicato dalla Commissione europea mostra come nel 2016 l’Italia abbia 142 miliardi di euro offshore. Il primato è però tutto tedesco, con 331 miliardi di euro offshore, seguita dalla Francia con 227 miliardi e dal Regno Unito con 218 miliardi di euro

 

 

 

L'Italia è il quarto paese dell'Unione europea per evasione offshore. L'ultimo report pubblicato dalla Commissione europea mostra infatti come nel 2016 l'Italia abbia 142 miliardi di euro allocati in ricchezza offshore sia di persone fisiche sia di società. Il dato la fa dunque posizionare al quarto posto tra i paesi dell'Ue. Il primato è però tutto tedesco, con 331 miliardi di euro offshore, seguita dalla Francia con 227 miliardi e dal Regno Unito con 218 miliardi di euro. Il report sottolinea inoltre come i primi quattro paesi (Italia, Germania, Francia e Regno Unito) producano oltre il 65% delle ricchezza offshore in Ue. Considerando il campo dell'Unione europea il report stima come nel 2016 ci siano stata una ricchezza offshore stimata in circa 1.500 miliardi di euro. Il periodo che ha evidenziato una maggiore criticità è stato quello tra il 2004 e il 2006. In questo arco temporale la ricchezza offshore indirettamente detenuta (attraverso società di comodo o prestanomi) da parte dei cittadini e delle società europee è aumentata, passando da un 35% (2004) ad un 44% (2006). La crescita è però continuata anche negli anni successivi. Tra il 2005 e il 2007 la ricchezza offshore dell'Ue è infatti aumentata. Un primo calo c'è stato tra il 2008 e il 2009 a causa della crisi finanziaria. Subito dopo, nel momento di ripresa, 2011, si è verificato un ulteriore aumento. L'offshore Ue è infatti salito al 10% del pil Ue, dal 7% che era finito nel 2008. La vera svolta anti offshore la si ha però tra il 2015 e il 2016. Pierre Moscovici, commissario europeo per gli affari economici ha infatti sottolineato come le misure di trasparenza fiscale e di lotta all'evasione (nel 2014-2015) hanno iniziato a dare i suoi frutti, rendendo più difficile per le persone facoltose sfuggire dalla tassazione.

(…)

Di Giorgia Pacione Di Bello - ItaliaOggi

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Prima Pagina del 13 novembre 2019

Prima Pagina del 13 novembre 2019

13/11/2019

con Jacopo Zanchini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 12 novembre 2019

Prima Pagina del 12 novembre 2019

12/11/2019

con Jacopo Zanchini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina dell'11 novembre 2019

Prima Pagina dell'11 novembre 2019

11/11/2019

con Jacopo Zanchini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 10 novembre 2019

Prima Pagina del 10 novembre 2019

10/11/2019

con Jacopo Iacoboni

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per