Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

Prima Pagina del 19 ottobre 2019

Prima Pagina del 19 ottobre 2019
Ascolta l'audio
con Lorenzo Pregliasco

Viaggio nel malessere (politico) italiano: così la spesa è decollata e il benessere diminuito


I limiti dell’Italia

Tra i tanti problemi che affliggono il nostro Paese e ne costituiscono un limite allo sviluppo e alla crescita, vale la pena di affrontarne almeno due: 1) la grande instabilità politica causata in parte dalle leggi elettorali, ma soprattutto dal perenne stato di campagna elettorale; 2) la bizantina, complessa e parcellizzata macchina amministrativa. Veniamo al primo punto: dal febbraio 2013 al prossimo gennaio 2020, (7 anni) nel nostro Paese si sono tenute ben 22 tornate elettorali tra europee (2), politiche (2) e amministrative (18) tra regioni, province e province autonome, cioè 3,14 campagne elettorali ogni anno (5 nel 2013 e 2018, 4 nel 2019; 3 nel 2014; 2 nel 2017 e una nel 2015-16) che hanno riguardato 218 amministrazioni centrali e periferiche, con esclusione dei comuni che nel periodo sono stati ben 12.875. In pratica, salvo il 2015 e 2016 ogni anno siamo stati sottoposti a 7 mesi medi di campagna elettorale e di discussione post elettorale.

I governi e la spesa
Ma nel contempo non ci siamo fatti mancare nulla, perché nello stesso periodo si sono avvicendati ben cinque governi (Letta, Renzi, Gentiloni, Conte 1 e 2): 5 governi in 7 anni non è poco. Giusto per memoria: in questi 7 anni la spesa sociale è passata da 92,7 a oltre 120 miliardi, con un incremento medio annuo del 5,3% di gran lunga superiore all’inflazione e al Pil e per un costo cumulato a carico della collettività di 750 miliardi, frutto delle innumerevoli promesse sia elettorali sia dei ministri che con grande velocità si sono avvicendati (e sulla cui professionalità e competenza, ma anche sulla semplice capacità di far di conto, ci sarebbe da discutere). Basti pensare a reddito e pensione di cittadinanza, Quota 100, flat tax, pensioni a mille euro al mese, assegno di 1.200 euro l’anno per ogni nato fino ai 18 anni, pensione di garanzia, 14° mensilità, taglio al fatidico «cuneo fiscale» (il nuovo mantra della politica), e così via.
E, nonostante i 90 miliardi risparmiati grazie a Draghi e al suo Quantitative easing, abbiamo accumulato ben 222 miliardi di nuovo debito pubblico: non male in 7 anni, definiti di «austerity» della politica. Pensate se non ci fosse stata l’austerity della «cattiva» Europa quanto debito avremmo lasciato da pagare ai nostri ragazzi.

Il bilancio per la politica
Domanda: è andato tutto bene per i politici? E la povertà, con tutti questi soldi, è diminuita (o addirittura abolita)? Per la politica non è andata bene; a livello nazionale negli ultimi 4 anni c’è stata una «volatilità elettorale» enorme, molto più intensa di quella dei mercati finanziari: il Pd è passato dal 40% di gradimento a meno della metà in brevissimo tempo; stessa cosa per il M5S, dal 34% a meno della metà, mentre la Lega ha in un anno più che raddoppiato i consensi.
Neppure alle elezioni è andata bene, perché su 209 elezioni ci sono stati ben 131 cambi di governo a livello centrale e locale; cioè nel 63% dei casi gli elettori hanno «mandato a casa», per usare un gergo molto in voga nella politica di oggi, quelli che governavano. È probabile che memori di questa situazione Pd, Leu e M5S abbiano preferito restare ai loro posti.

(...)

Alberto Brambilla - Corriere della Sera

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Prima Pagina del 27 maggio 2020

Prima Pagina del 27 maggio 2020

27/05/2020

con Bruno Manfellotto

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 26 maggio 2020

Prima Pagina del 26 maggio 2020

26/05/2020

con Bruno Manfellotto

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 25 maggio 2020

Prima Pagina del 25 maggio 2020

25/05/2020

con Bruno Manfellotto

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 24 maggio 2020

Prima Pagina del 24 maggio 2020

24/05/2020

con Ettore Maria Colombo

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per