Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Piazza Verdi

Echium

Echium
Ascolta l'audio
Pianta originaria delle isole delle Canarie. È una specie arbustiva sempreverde, delicata, adatta per i terreni calcarei. Le foglie sono verde- grigio. I fiori, azzurro intenso, riuniti in infiorescenze ramificate, compaiono in primavera-estate. Resiste al mare, teme il freddo. Si impiega a gruppi. Nel nostro territorio è una pianta rara, ma in via di diffusione.
Nel 30° anniversario della caduta del “Muro”, avvenuta il 9 novembre 1989, un libro illustrato racconta ai ragazzi una pagina drammatica della nostra storia recente e ne ricorda il momento simbolo più toccante: il concerto che il leggendario violoncellista Mstislav Rostropovich improvvisò tra le macerie di quella che era stata a lungo un’odiosa frontiera invalicabile verso la libertà.
“Aria per violoncello”, di Adèle Tariel con le illustrazioni di Pinho e Silvia, sebbene in modo indiretto e filtrato dalla fantasia fa riferimento esplicito a un episodio realmente accaduto, ovvero il concerto che Mstislav Rostropovich, leggendario violoncellista russo, naturalizzato americano (1927-2007), improvvisò davanti alle rovine del Muro, l’11 novembre 1989, sulle note di Bach. Un episodio tra i più emblematici di quelle giornate – rimbalzato sulle televisioni di tutto il mondo e oggi sul web – che continua a commuovere e che resterà nella storia.
La famosa violoncellista Silvia Chiesa riproporrà per noi dal vivo quelle note con la “Bourréee I e II della Suite n. 3 in Do maggiore” di J. S. Bach. Resteremo con lei per alcuni ascolti dal programma del suo prossimo concerto che si intitola “Senza confini” e si terrà martedì 12 novembre 2019, alle ore 17, al Museo del Novecento di Milano. La violoncellista milanese eseguirà alcune musiche per ricordare le vittime della Shoah e del genocidio armeno.
Nelle stagioni ‘90/‘91 e ‘91/’92 all’indomani della Caduta del Muro di Berlino il teatro Out Off presentò una fortunata quanto inconsueta trilogia di testi che erano stati scritti al di là di quel Muro prima della sua caduta. La Trilogia dell’Est Europa fu un progetto che determinò la nascita di un gruppo teatrale milanese che allora non si immaginava certamente di durare fino ai suoi attuali 30 anni di vita: “Farneto Teatro”. I tre testi erano “Memorandum” di Václav Havel, “L’Orazio” di Heiner Müller e “Cassandra” di Christa Wolf. Tre autori a differente titolo “dissidenti” e portatori di quelle energie che avrebbero portato alla dissoluzione del blocco sovietico: il liberale cecoslovacco Havel che sarebbe divenuto il presidente della repubblica del suo paese liberato, i post-comunisti est berlinesi Muller e Wolf, che da quei cambiamenti sarebbero stati travolti. Tre forme di dissidenza molto diverse – dall’esterno e dall’interno del sistema comunista; ma i loro tre testi sono legati dalla medesima sete di critica e di verità, di opposizione contro le false alternative ideologiche (Christa Wolf), contro la disumanità dei linguaggi e delle relazioni artificiali (Václav Havel), contro il pensiero unico privo di dialettica (Heiner Müller). Il Teatro Out Off e Farneto Teatro hanno deciso, in occasione del trentennale dalla Caduta del Muro di Berlino, di ripresentare quella trilogia ne parliamo con Maurizio Schmidt e Elisabetta Vergani di Farneto Teatro.
Una piccola stanza con pareti ricoperte di ghiaccio: è in questo spazio che si apre l'ultimo atto della vita di Aldo Moro, politico italiano democratico e progressista, rapito dalle Brigate Rosse. La fine ci è nota: il 9 maggio 1978, il suo corpo senza vita è stato trovato nel bagagliaio di un'automobile in piena centro a Roma. Immaginando i dialoghi di Moro, dell'Angelo e di Cassandra durante gli ultimi giorni della sua prigionia, il compositore Andrea Mannucci e il suo librettista Marco Ongaro con “Moro” (opera tragica in un atto e 11 scene, musica di Andrea Mannucci su testo di Marco Ongaro) mettono in discussione la storia nel momento in cui viene a mancare un senso, un significato. Mettono parole su una realtà di fronte alla quale la città rimane senza parole. Oggi abbiamo il piacere di presentarne alcune scene dal vivo nel nostro auditorium.
Marco Bacci ci porta al cinema con “La Belle Époque” regia di Nicolas Bedos.
Debuttava trent’anni fa “Il Decameron delle donne”, liberamente ispirato al romanzo della scrittrice russa Julia Voznesenskaja: alcune donne, rinchiuse in un reparto maternità e allontanate dai loro bambini per un’infezione della pelle, raccontano, ispirandosi a Boccaccio, storie di vita e di amore. Una metafora della dura realtà del gulag, vissuta dalla scrittrice prima dell’esilio in Germania. Fu questo spettacolo a portare Donatella Massimilla a fare teatro con le donne recluse di San Vittore, scoprendo il significato dell’isolamento, dell’affettività negata, del senso di attesa e della speranza. Oggi lo spettacolo viene riproposto in una nuova veste con alcune interpreti “storiche” affiancate da giovani attrici detenute ed ex-detenute in due serate speciali al Piccolo Teatro di Milano il prossimo 10 e 11 novembre. Da noi oggi una speciale anteprima con al regista Donatella Massimilla e due delle attrici: Jaksom Do Liete e Dalia Nieves.
La nuova rassegna di Spazio Teatro 89 è nuova anche nell’impostazione generale: si articola in due festival tematici, ognuno dei quali composto da cinque appuntamenti. In autunno avremo il ciclo “La Musica racconta”, con eventi in cui la parte musicale sarà affiancata da letture e approfondimenti, nonché punto di partenza per la creazione di originali spettacoli teatrali. Il secondo ciclo, tra fine gennaio a fine febbraio, sarà invece dedicato a Beethoven, con l’esecuzione di sue pagine note e meno note, accostate ad altro repertorio scelto per mettere in luce la centralità del genio beethoveniano in tutti gli sviluppi successivi della storia e dell’estetica musicali. Oggi la presentiamo con il direttore artistico e pianista Luca Schieppati e con due ospiti della rassegna il mezzosoprano Kulli Tomingas e la pianista Costanza Principe.

 
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Oltre l'eden

Oltre l'eden

04/07/2020

Oltre l'eden

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Tra cielo e terra

Tra cielo e terra

27/06/2020

Tra cielo e terra

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Correnti di ali

Correnti di ali

20/06/2020

Piazza Verdi dedica la puntata di sabato 20 giugno alla Giornata Mondiale del Rifugiato in compagnia di Moni Ovadia, Mirna Kassis, Ramin Bahrami, Maurizio Schmidt; con un percorso cinematografico realizzato da Paola Piacenza. Negli ultimi venti minuti un breve sguardo al mondo teatrale facendo tappa nel Veneto grazie a: Marta Cuscunà, Babilonia Teatri e Anagoor.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Battito imbattibile

Battito imbattibile

13/06/2020

La lente di ingrandimento sulla situazione dei Teatri italiani durante il periodo Covid-19 fa tappa a Milano.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per