Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Classicaradio

Influenze basche

Ascolta l'audio
Maurice Ravel, Alborada del Gracioso

Nato il 7 marzo 1875 a Ciboure, paesino dei Pirenei, da padre francese e madre basca, Maurice Ravel (<<) (<<) (<<) subito si trasferisce con la famiglia a Parigi, dove dimostra presto spiccate doti musicali. Si iscrive al Conservatorio e si dedica dall'età di sette anni allo studio del pianoforte, mentre dai dodici a quello della composizione. Nel 1927 cominciano a manifestarsi i primi sintomi di una demenza progressiva, che gli toglie gradualmente la capacità di parlare, scrivere e suonare. Muore a Parigi 10 anni dopo.

Straordinariamente moderno ed equilibrato, Ravel è un compositore favoloso, per fortuna riconosciuto tale anche dai contemporanei, sebbene non sia mai riuscito a vincere il Prix de Rome, che tentò per ben 4 volte, l’ultima nel 1905. A quest’epoca risale la composizione di Miroirs, lavoro pianistico in 5 parti, ognuna delle quali dedicata ad uno degli esponenti del gruppo di giovani artisti, poeti, critici e musicisti innovativi chiamati Les Apaches, cui Ravel si unisce intorno al 1900. Il IV di questi, Alborada del Gracioso, viene da Ravel stesso orchestrato nel 1918 ed eseguito per la prima volta il 17 maggio 1919 ai parigini Concerts Pasdeloup sotto la direzione di Rhené-Baton. La scrittura strumentale appare assai complessa ed elaborata sia nell'organico prescelto (con xilofono, due arpe, tre timpani, percussioni, crotali, nacchere, archi) sia nella ricerca degli impasti timbrici. L'esito è una partitura brillante e virtuosistica, in grado di mettere in risalto la valenza dell’orchestra che l’esegue e del direttore che la dirige. Ravel studiò con grande perizia e meticolosità le possibilità espressive dei singoli strumenti, per poterne determinare gli effetti: fu questa la caratteristica che permise il successo delle sue trascrizioni per orchestra, sia delle sue composizioni per pianoforte sia di quelle degli altri compositori, e Alborada del Gracioso ne è senz’altro un esempio.

Orchestra Sinfonica Nazionale Della Rai
direttore, Gabriele Ferro

Maurice Ravel (1875 – 1937)
Alborada del Gracioso
(orchestrazione del n. 4 di Miroirs per pianoforte)
- assez vif - plus lent - au mouvement

Registrato il 10 marzo 2011 all’Auditorium di Torino

Maurice Ravel

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Variazioni Goldberg

Variazioni Goldberg

26/12/2019

Johann Sebastian Bach, Variazioni Goldberg BWV 988

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Trauermusik

Trauermusik

26/12/2019

Hindemith, Trauermusik

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Notte, sacra e silenziosa

Notte, sacra e silenziosa

19/12/2019

Franz Gruber, Stille Nacht

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Il pi&#249; famoso

Il più famoso

19/12/2019

J.Strauss figlio - An der schonen blauen Donau op.314

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview

Nessun risultato per