Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Qui comincia

DICIANNOVE DONNE di Samar Yatzbeck

Ascolta l'audio
Diciannove storie dedicate alle protagoniste silenti della rivoluzione siriana. Presenti numerosissime sul campo, spesso in prima fila, le donne siriane hanno dovuto combattere non solo il Regime, l'Isis e i ribelli islamici ma l'intera società patriarcale.

TERZO APPUNTAMENTO CON IL CICLO DI LETTURE DA  AUTORI  EXTRAEUROPEI: Un Oriente più vicino, Letteratura Mediorientale

Libro del giorno: DICIANNOVE DONNE di Samar Yatzbeck, Traduzione dall'arabo Antonella Fallerini, Titolo originale: Tis‘ ‘ašarah imra’ah. Sūriyyāt yarwīna, Sellerio ed.

In conduzione: Attilio Scarpellini

Regia e consulenza musicale: Ennio Speranza
Ideazione e consulenza letteraria: Claudia Marsili
Musiche del giorno: 

20 SETTEMBRE SAMAR YAZBECK

Ottorino Respighi. Butantan da Impressioni brasiliane. The Philharmonia Orchestra, Geoffrey Simon [CD CHANDOS 8317]

Yasamin Shahosseini. Zarbi in Segāh [CD Kherad Art House]

Antonio Caldara. “Numi, se giusti siete” da Adriano in Siria. Robin Johannsen, soprano. Academia Montis regalis, Emiliano De Marchi. [CD Sony Classical 8843011692]

Louise Farrenc. Scherzo, vivace (III mov.) da Sinfonia n. 3 in sol minore op. 36. Orchestre de Bretagne, Stefan Sanderling [CD Arion PV700030]

Kate Bush. PI. Anne Sofie von Otter, mezzosoprano. Brooklyn Rider Quartet.

Diciannove storie dedicate alle protagoniste silenti della rivoluzione siriana. Presenti numerosissime sul campo, spesso in prima fila, le donne siriane hanno dovuto combattere non solo il Regime, l’Isis e i ribelli islamici ma l’intera società patriarcale.

«In questo libro le donne non pretendono di possedere la verità» scrive Samar Yazbek accingendosi a lasciare la parola alla voce e allo sguardo delle sue testimoni. Le storie da lei raccolte dall’inizio della guerra civile siriana nel 2011 sono di donne provenienti da famiglie della classe media, mogli, studentesse universitarie, insegnanti, giornaliste. Quasi tutte per sfuggire alla persecuzione e alla morte sono uscite dalla Siria e si trovano ora nei paesi confinanti o in Europa. Consapevoli che non faranno mai ritorno in patria vivono immerse in una forte nostalgia e in una grande costernazione per la perdita di umanità e per le tragiche condizioni in cui versa oggi il loro paese, diviso e abbandonato anche dalla comunità internazionale.  La repressione, l’obbligo di indossare il velo integrale, il divieto di partecipare alle manifestazioni o di uscire di casa nelle zone controllate dagli islamisti radicali; il racconto delle scuole clandestine per i bambini, le battaglie quotidiane per la scarsità del cibo, la mancanza perenne di elettricità e di connessione internet; gli ospedali improvvisati, le carceri dove vengono inflitte torture fisiche e psicologiche, la fuga dai bombardamenti, dalle armi chimiche lanciate sulla popolazione. Le diciannove donne, e una moltitudine come loro, hanno vissuto tutto questo, e in coro unanime si chiedono come sia possibile che una «rivoluzione» possa avere portato un tale peggioramento delle condizioni di vita: il prima era molto meglio dal punto di vista della libertà individuale. Sul banco degli accusati siede il potere maschile, cieco e autoreferenziale, qualunque esso sia: quello della dittatura di Assad, dell’Esercito siriano libero, del Fronte al-Nusra e di Da'esh, mescolato alla secolare questione della convivenza, in una regione di cristiani, drusi, alawiti e musulmani sunniti. Yazbek ha scritto queste pagine per «responsabilità morale e patriottica nei confronti delle vittime, per rendere loro giustizia e risarcirle in qualche modo, che è poi l’aspetto più importante della nostra guerra contro l’oblio». Chi leggerà questo libro saprà di aver accolto una parte di questa eredità.

 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Esplorare il silenzio di Nicoletta Polla-Mattiot

Esplorare il silenzio di Nicoletta Polla-Mattiot

16/10/2019

Un viaggio corale nel territorio inesplorato dell'ineffabile, guidato da un gruppo di studiosi convinti che il silenzio abbia molto da raccontare. "Non basta stare zitti. Occorre uno scopo, una strategia, una volontà. Non per negare la comunicazione, ma per espanderla."

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta I giardini del tè del Dazhangshan

I giardini del tè del Dazhangshan

15/10/2019

Ai piedi della montagna di Dazhangshan, un vasto sistema di rilievi collinari, più o meno ripidi, accoglie in questa regione le coltivazioni del tè: campi ondulati, inconfondibili per il disegno ordinato delle piantagioni che scorrono in forma di siepi parallele, e a tratti interrompono la copertura del manto boschivo o la distesa delle risaie nei fondivalle.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Nella mente e nel cuore dei cani di Marc Bekoff

Nella mente e nel cuore dei cani di Marc Bekoff

14/10/2019

Nonostante tutto l'amore e le attenzioni che dedichiamo ai nostri cani, molto di ciò che questi splendidi animali fanno continua a rimanere un mistero. Il libro di Marc Bekoff – vincitore del premio della Animal Behavior Society e amante dei cani da una vita – risponde a questi e a molti altri interrogativi.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Delitto al Conservatorio di Franco Pulcini, ed. Marcos y Marcos

Delitto al Conservatorio di Franco Pulcini, ed. Marcos y Marcos

13/10/2019

Il premio internazionale per bambini prodigio è alle porte e un delitto sconcerta il Conservatorio di Milano. Il commissario Calì scopre un mondo di infanzie senza giochi, sadismo didattico e follia genitoriale. La chiave del mistero è scritta sulla pelle, la pelle più nascosta di una pericolosa donna asiatica.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per