Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

Prima Pagina del 24 settembre 2019

Prima Pagina del 24 settembre 2019
Ascolta l'audio
con Annalisa Cuzzocrea

Suicidio assistito, parla la Corte

L’inerzia del legislatore cede il passo alla Consulta, convocata per stamattina alle 9.30 per decidere sulla punibilità del suicidio assistito in merito al caso Cappato- Dj Fabo. La questione è delicatissima, a tema ci sono principi fondamentali quali il diritto alla vita, il diritto alla salute e la libertà della persona, che tirano in ballo anche il ruolo di medici e paramedici, chiamati per vocazione alla promozione della vita. La Corte torna a riunirsi dieci mesi dopo l’ordinanza 207 con la quale – intervenendo su questo caso, sollevato dalla Corte d’Assise di Milano – si scelse una strada senza precedenti: pur cogliendo aspetti di incostituzionalità nella parificazione fra suicidio assistito e vera e propria istigazione al suicidio («a prescindere dal contributo alla determinazione o al rafforzamento del proposito al suicidio ») si decise, proprio in omaggio alla delicatezza della materia, di differire il pronunciamento, fissando già allora la nuova udienza per oggi. In quell’occasione la Consulta reputò «doveroso – in uno spirito di leale e dialettica collaborazione istituzionale – consentire al Parlamento ogni opportuna riflessione e iniziativa, così da evitare, per un verso, che, una disposizione continui a produrre effetti reputati costituzionalmente non compatibili, ma al tempo stesso scongiurare possibili vuoti di tutela di valori, anch’essi pienamente rilevanti sul piano costituzionale».

L’argomento, lungamente esaminato in commissione alla Camera, per via delle divisioni fra le forze politiche non è mai approdato in aula. Poi, proprio quando la parola sarebbe dovuta passare al Senato, è intercorsa una lunga pausa dei lavori parlamentari di oltre un mese per via della crisi di governo, la qual cosa ha indotto un nutritissimo cartello di sigle dell’associazionismo cattolico a chiedere la concessione di una proroga ai lavori parlamentari, richiesta concretizzatasi in un documento redatto l’11 settembre in un seminario, nel corso del quale la Cei (che ieri ha ribadito l’invito a «non introdurre nell’ordinamento pratiche eutanasiche») attraverso il suo presidente, il cardinale Gualtiero Bassetti, aveva invocato la concessione di «tempi supplementari» alla discussione.

Per il magistrato Alfredo Mantovano (vicepresidente del Centro studi Livatino ed ex sottosegretario all’Interno) «la concessione di una proroga dei tempi ci sta tutta. Se la delicatezza del caso – ragiona Mantovano –, con la necessità di intervenire in dettagli specifici come l’obiezione di coscienza, motivò quella scelta senza precedenti di concedere del tempo perché il sistema bicamerale potesse pronunciarsi, non si può non prendere atto che, di fatto, il Senato non ha avuto la possibilità di pronunciarsi». Lo stesso premier Giuseppe Conte al Senato aveva auspicato che «il Parlamento trovi il modo e le occasioni per approfondire ». La senatrice Paola Binetti, dell’Udc, auspica che la Consulta voglia dare seguito allo «spirito di leale e dialettica collaborazione istituzionale» concedendo un nuovo termine.

Lo stesso spirito che, su mandato univoco dei capigruppo, ha mosso la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati a telefonare al presidente della Consulta Giorgio Lattanzi. Un’iniziativa «assolutamente informale», ha precisato la presidente, di fronte alle critiche di chi si oppone all’ipotesi di rinvio. Ancora ieri manifestava la sua contrarietà il presidente della Consulta di Bioetica Maurizio Mori, e lo stesso Marco Cappato parlava di «forti pressioni», laddove – in realtà – anche nel fronte proeutanasia si sono levate voci come quella di Emma Bonino ad auspicare che su temi come questi la decisione venga dal legislatore. Dalla mobilitazione delle associazioni è venuta fuori anche un’ampia convergenza su una proposta che prevede un’attenuazione della pena per alcune casistiche di suicidio assistito (in ambito familiare e in presenza di patologie lunghe e irreversibili) abbinata a un rafforzamento su tutto il territorio nazionale delle cure palliative.

Ancora ieri l’Avvocatura in missione in collaborazione con il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Roma ha tenuto un seminario di approfondimento sul tema «Dalla corte Costituzionale un via libera all’eutanasia? », sintetizzando una domanda che attraversa l’associazionismo cattolico ma anche il mondo della medicina. Un invito a lottare per la vita che viene anche da Emmanuele Di Leo, presidente di Steadfast onlus, per non replicare in Italia casi come quelli di Thomas e Kate Evans, che hanno dovuto soccombere nella loro battaglia in difesa del figlio Alfie, senza mai interrompere da allora la loro battaglia. Se ne saprà di più domani pomeriggio, quando la Consulta si riunirà in camera di consiglio per decidere se concedere una 'proroga' al Parlamento, o se – diversamente – indicare al legislatore chiaramente i paletti entro cui legiferare sul suicidio assistito.

Angelo Picariello - Avvenire

 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Prima Pagina del 10 luglio 2020

Prima Pagina del 10 luglio 2020

10/07/2020

Con Gianni Dragoni

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 9 luglio 2020

Prima Pagina del 9 luglio 2020

09/07/2020

Con Gianni Dragoni

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina dell'8 luglio 2020

Prima Pagina dell'8 luglio 2020

08/07/2020

con Gianni Dragoni

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 7 luglio 2020

Prima Pagina del 7 luglio 2020

07/07/2020

con Gianni Dragoni

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per