Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

Prima Pagina del 13 settembre 2019

Ascolta l'audio
con Carlo Tecce

Germania in panne, banche e auto adesso sono un peso


Il nuovo aeroporto di Berlino proprio non sembra tedesco. Assomiglia a uno dei quei tanti progetti infrastrutturali italiani che non si realizzano mai, un misto di ritardi (un decennio), errori di progettazioni, scandali, rivalità regionali. I ritardi, del resto, non riguardano solo quest’opera pubblica ma anche le ferrovie, dove i treni a lunga percorrenza sono noti per la scarsa puntualità; e l’Alitalia non è la sola linea aerea a collezionare risultati negativi, la Lufthansa ha fatto registrare nella prima metà del 2019 una perdita di 116 milioni di euro contro un utile di 714 milioni nello stesso periodo dell’anno scorso.
L’elenco potrebbe continuare e l’immissione di liquidità decisa ieri dalla Bce non è fatta per salvare l’Italia; è fatta invece per salvare la Germania e con essa l’intero sistema economico europeo di cui la Germania rappresenta il centro tecnologico e operativo al quale l’Italia è fortemente agganciata. Una volta tanto i cattivi non siamo noi e non è un caso che negli ultimi mesi, mentre sull’Italia piovevano i rimproveri (largamente giustificati) della Francia e dei Paesi nordici, i tedeschi stavano quasi sempre zitti.

Che cos’è dunque che non funziona in Germania, il paese della tranquillità sociale legata all’avanguardia tecnologica? I punti dolenti sono almeno cinque.
Al promo posto occorre mettere le banche Quando, negli Anni Novanta, la globalizzazione portò all’apertura del grande mercato finanziario mondiale, il sistema bancario tedesco si trovò con moltissimi soldi e poca esperienza. E quei soldi spesso li investì male, caricandosi dei famosi titoli americani “subprime” che persero gran parte del loro valore e che ancora adesso turbano i sonni di molti banchieri tedeschi.
L’elenco continua con l’industria dell’auto, i cui primati fanno (facevano) invidia a tutti, specie per quanto riguarda i motori diesel […].
Al terzo punto compare quello che può essere considerato un autentico, grave infortuno industriale: la tedesca Bayer, colosso mondiale della chimica, nel 2016 acquistò l’americana Monsanto per la bellezza di 60 miliardi di euro. Circa due anni più tardi un tribunale americano accertò che un prodotto della Monsanto era cancerogeno, aprendo la strada alla prospettiva di miliardi di dollari di danni da pagare […].
Da queste storie bancarie e industriali passiamo ai grandi flussi commerciali della globalizzazione. La crescita tedesca è stata realizzata per la generale eccellenza […] dei prodotti riconosciuta in tutto il mondo. Ed è stata la guerra dei dazi iniziata da Trump a rallentare, sia pure indirettamente, la corsa tedesca e poi ora a mandarla in negativo: la Cina vende meno agli Stati Uniti, il suo principale mercato, e imprese e famiglie cinesi hanno meno soldi per acquistare i prodotti europei, il che potrebbe metter a rischio redditi e posti di lavoro non solo tedeschi ma anche, tra l’altro, italiani in quanto moltissime imprese italiane sono fornitrici apprezzate dell’industria tedesca. 
E così arriviamo all’ultimo punto dolente, che agli italiani sembra impossibile: in Germania il deficit/Pil non esiste. Il che significa che lo stato tedesco, forse l’unico nell’Unione europea, oltre ai Paesi Bassi spende (da diversi anni) meno di quanto incassa. In un certo senso, quest’anomalia dà ragione a quanti considerano che la Germania andrebbe punita, così come vengono sanzionati i Paesi che accumulano troppo deficit, visto che l’obiettivo generale è l’equilibrio dei conti pubblici. […]

Mario Daglio - La Stampa
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Prima pagina del 16 ottobre 2019

Prima pagina del 16 ottobre 2019

16/10/2019

Con Lorenzo Pregliasco

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 15 ottobre 2019

Prima Pagina del 15 ottobre 2019

15/10/2019

con Lorenzo Pregliasco

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 14 ottobre

Prima Pagina del 14 ottobre

14/10/2019

con Lorenzo Pregliasco

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 13 ottobre 2019

Prima Pagina del 13 ottobre 2019

13/10/2019

con Marco Tarquinio

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per