Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Gettoni di Letteratura

Sparita nel nulla

Sparita nel nulla
Ascolta l'audio
È il 3 dicembre del 1926 quando Agatha litiga per l'ennesima volta con suo marito Archie. Era stato un matrimonio felice, ma lui col tempo si è innamorato della sua segretaria, quindi vuole lasciare la moglie e chiedere il divorzio.
La scrittrice quella notte allora, in preda alla disperazione, si allontana in macchina, senza dare spiegazioni. Sono le 21:45 quando svanisce nel buio sulla sua Morris, l’automobile che è riuscita a comprarsi da sola, senza l’aiuto di nessuno, con i proventi dei suoi romanzi. Una sua amica dà l’allarme per la scomparsa e la mattina successiva la polizia ritrova la sua auto. Ma di lei non c’è traccia. Per undici giorni cercano di seguirla e rintracciarla tutti, parenti, amici, la stampa e la polizia. Setacciano le campagne della contea del Surrey, nell'Inghilterra sud-orientale. Iniziano a temere che per il dolore si sia suicidata. Ma la verità è un’altra, la maestra del giallo si è nascosta sotto falso nome in un hotel dello Yorkshire. I proprietari anche se l’hanno riconosciuta sono discreti e decidono di non divulgare la notizia e di rispettare il desiderio che Agatha Christie ha di sparire, almeno per un po’. Le sue foto vengono pubblicate su tutti i quotidiani. La sua scomparsa scatena una morbosa curiosità della stampa. Lei, in seguito, scriverà: «Risale a quel periodo la mia antipatia verso i giornalisti. Probabilmente erano sentimenti ingiusti anche se, date le circostanze, credo fossero abbastanza naturali».
Tornata da questo momento buio, nel gennaio del 1927 decide di andare da uno psichiatra per capire perché di quei giorni non ricorda proprio nulla. Il medico, dopo averla visitata varie volte, parla di amnesia provocata da uno choc emotivo molto forte, che l’ha spinta a sparire nel nulla quella notte e nei giorni successivi. Agatha infatti anche in seguito non racconterà mai quello che le è successo (non ne fa menzione nemmeno nella sua biografia), forse per autodifesa, o forse perché davvero non ha idea di cosa le sia accaduto. Anche se c’è chi dice che la Christie spiegò il motivo della sua scomparsa nei sei romanzi rosa che scrisse tra il 1930 e il 1956 sotto lo pseudonimo Mary Westmacott, scrivendo con uno stile molto diverso da quello dei suoi gialli. Christie era conosciuta anche per la sua depressione causata dal superlavoro letterario e dalla morte di sua madre avvenuta all'inizio di quell'anno, oltre che dall'infedeltà di suo marito. Eppure la reazione pubblica dell'epoca fu in gran parte negativa: in molti supponevano addirittura che la sua scomparsa fosse solo una trovata pubblicitaria o addirittura un tentativo di incastrare il marito per omicidio. Forse per questo, dopo tutta questa storia, le resta solo il fastidio provato per tutto quell’interesse morboso nei suoi confronti: «Mi ero sentita come la volpe braccata che ha più la tana in cui nascondersi ed è inseguita dai cani. Accadeva proprio a me che avevo sempre odiato la notorietà. All’improvviso me ne riservarono in quantità tale che pensavo non sarei riuscita a sopravvivere». Agatha invece sopravvive e lo fa molto bene, anche perché sa di essere indipendente, e di poter mantenere se stessa e sua figlia, Rosalind. E con lei decide di trasferirsi per un po’ alle Canarie per lasciarsi alle spalle la delusione amorosa e ritrovare la tranquillità di cui ha bisogno per scrivere. Nel frattempo arriva il primo contratto con Harper Collins, molto vantaggioso sia per lei che per loro, visto che i primi tre romanzi che scrive con questo nuovo editore sono storie che hanno come protagonista Miss Marple e che vendono moltissimo all’estero, dove la Marple rappresenta l’emblema dell’essenza britannica. Il nome dell’investigatrice dilettante di Christie viene da Marple Hall, un’antica casa di origine elisabettiana che Agatha ha visitato casualmente in un viaggio. Pare che nelle stanze di questa abitazione si aggirasse il fantasma di re Carlo I, condannato a morte e decapitato dai puritani nel 1649. Inoltre a fare da sfondo alle indagini di Miss Marple c’è un villaggio, St Mary Mead, che è l’emblema dell’Inghilterra campestre con giardini fioriti, la perfetta casa di campagna inglese. Lo sfondo perfetto per l’inglesissima signora, una pink and white old lady, una vecchina con i capelli bianchi e la pelle rosata, e di intelligenza raffinata.
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Cesare Pavese 1 | Cesare perduto nella pioggia

Cesare Pavese 1 | Cesare perduto nella pioggia

26/07/2021

«Che cos'è questa valle per una famiglia che viene dal mare, che non sappia niente della luna e dei falò? Bisogna averci fatto le ossa, averla nelle ossa come il vino e la polenta, allora la conosci senza bisogno di parlarne».

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Cesare Pavese 2 | Foglie d'erba e jazz: l'amore per l'America

Cesare Pavese 2 | Foglie d'erba e jazz: l'amore per l'America

26/07/2021

«Non ama questa o quest'altra azione, ma l'azione per l'azione. Ed esalta su tutto le grandi forze del suo mondo moderno: amore di libertà, amore umano, giustizia, energia, entusiasmo. Rigetta la grazia, la debolezza, la sentimentalità, perché? Non in nome di una legge divina, ma perché "Preferisco la forza"».

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Cesare Pavese 3 | Al confino

Cesare Pavese 3 | Al confino

26/07/2021

«Arrivato Brancaleone. Albergo Roma. Spedite soldi spese impianto. Segue espresso. Cesare»

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Cesare Pavese 4 | Una panchina in viale Stupinigi

Cesare Pavese 4 | Una panchina in viale Stupinigi

26/07/2021

"Io non so ancora se sono un poeta o un sentimentale", così scrive Cesare Pavese nel suo Il mestiere di vivere.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per