Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Qui comincia

Labirinto di Burhan Sönmez

Ascolta l'audio
Con ritmo incalzante e analisi cristallina, il romanzo di Burhan Sönmez ci restituisce le peregrinazioni di Boratin nei misteri dell'identità, fino alla domanda estrema: è più liberatorio per un uomo e per una società conoscere il proprio passato o dimenticarlo.

PRIMO APPUNTAMENTO CON IL SESTO CICLO DI LETTURE DA  AUTORI EXTRAEUROPEI:
Un oriente più vicino, Letteratura Mediorientale

Libro del giorno: Labirinto di Burhan Sönmez, traduzione di Nicola Verderame, Nottetempo
In conduzione: Attilio Scarpellini
Regia e consulenza musicale: Federico Vizzaccaro
Ideazione e consulenza letteraria: Claudia Marsili

Un giorno Boratin, un musicista blues che vive a Istanbul, si risveglia in ospedale avendo completamente perso la memoria: non sa piú chi è, da dove viene, qual è il suo passato e quale la direzione del suo presente, non ricorda gli affetti piú cari né le amicizie più prossime, e soprattutto si arrovella attorno a un interrogativo ossessivo e senza risposta: perché ha tentato il suicidio gettandosi già dal Ponte sul Bosforo? Attorno a questa costellazione di domande cerca di riprendere a vivere, riconquistando dimestichezza con volti, voci, spazi, storie, specchi, e in primo luogo con se stesso… Flâneur dei labirinti della mente e della città, percorre pensieri e strade alla disperata ricerca di una consistenza, a tu per tu con la tabula rasa della memoria, dalla quale emergono scomposti dettagli che non sa collocare nel tempo: davanti a una statuina della Pietà, si chiede se Gesú e Maria siano vissuti anni prima o millenni addietro, e scambia l’immagine del capo dello Stato con quella di un sultano vissuto un secolo prima. Con ritmo incalzante e analisi cristallina, il romanzo di Burhan Sönmez ci restituisce le peregrinazioni di Boratin nei misteri dell’identità, fino alla domanda estrema: è più liberatorio per un uomo – e per una società – conoscere il proprio passato o dimenticarlo?

 

UN ORIENTE PIU’ VICINO

TORNA IL CICLO DI LETTURE DA AUTORI EXTRAEUROPEI A

 QUI COMINCIA – RADIO RAI 3

Da venerdi 13 a venerdi 27 settembre 2019

 

Turchia, Siria, Libano, Israele e Palestina: un tempo avremmo definito “vicino” questo oriente alle porte di casa. Ma, paradossalmente , da quando il processo di globalizzazione si è ultimato, il Mediterraneo è diventato un mare che invece di unire, separa e allontana le culture. La letteratura, il racconto ci sono sembrati la via migliore per rimettere in comunicazione il tempo con lo spazio, in un’epoca di fratture e di conflitti. E così abbiamo deciso di dedicare questo sesto Ciclo di letture ad autrici ed autori che provengono da quest’area tormentata.

Includendo in essa, anche uno scrittore come Sayed Kashua con Due in uno, pubblicato da Neri Pozza e vincitore del Premio Bernstein, che il cuore di questo conflitto lo porta in sé, perché è arabo ma scrive in ebraico, essendo nato a Tira, dentro i confini israeliani. Dal sorprendente Burhan Sönmez, scrittore turco e curdo, (che avevamo già conosciuto con Istanbul Istanbul), con il suo nuovo libro Labirinto, anch’esso pubblicato da Nottetempo, alle 19 Storie di donne, raccolte dalla dissidente siriana Samar Yazbeck,  tradotte e pubblicate da Sellerio, fino alla fuga verso l’occidente, raccontata dalla libanese Hoda Barakat, prima donna a vincere il Premio Internazionale per la Letteratura araba, con Corriere di notte, pubblicato da La nave di Teseo, esce un quadro della società mediorientale contemporanea “tra asilo ed esilio”, come avrebbe detto Predrag Matvejevic in “Breviario mediterraneo”.

Nella speranza di avvicinare l’umanità di un mondo che l’Europa sembra voler a tutti i costi allontanare.
 

Ideazione e consulenza letteraria: Claudia Marsili

Qui comincia è un programma a cura di: Elisabetta Parisi e Federico Vizzaccaro

 

Unitevi a noi sulla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/quicominciaradio3/

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta What a Wonderful World

What a Wonderful World

22/02/2020

Il percorso espositivo intende indagare le origini e gli sviluppi del multiforme matrimonio tra vita quotidiana, arte e Decorazione per poi affrontare in modo dettagliato le esperienze di tanta arte del Novecento e del nuovo millennio in cui i temi dell'Ornamento sono stati di nuovo rimessi in gioco.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Letteratura e giornalismo II a cura di Daniela Marcheschi

Letteratura e giornalismo II a cura di Daniela Marcheschi

21/02/2020

Il libro segue un percorso interdisciplinare che risveglia la consapevolezza critica su due generi, la letteratura e il giornalismo, che paiono oggi smarrire la coscienza dei propri caratteri di autonomia ed eteronomia e tralasciare la riflessione su statuti e origini comuni alla base della modernità.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Musica presente di Renzo Cresti

Musica presente di Renzo Cresti

20/02/2020

Vengono presi in esame quasi duemila compositori; ad alcuni vengono riservate approfondite pagine critiche, ad altri un apparato di agili schede che ne mettono in risalto le caratteristiche tecniche ed espressive oppure vengono citati per segnalarne la presenza nei vari contesti culturali.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Bestia di gioia (poesie) di Mariangela Gualtieri

Bestia di gioia (poesie) di Mariangela Gualtieri

19/02/2020

Per la prima volta Mariangela Gualtieri ha scritto una raccolta poetica fortemente strutturata, con un ritmo meno magmatico delle precedenti, scandito da sezioni che articolano il libro, in particolare il canto gioioso, quasi francescano, della natura e la riflessione sulle cose umane, sullo strappo del tempo, sul momento finale, più misterioso che triste, che trasforma il niente in «un niente più grande».

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview

Nessun risultato per