Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Mondo

Europa dell'Est, la paura dell'emigrazione

Europa dell'Est, la paura dell'emigrazione
Ascolta l'audio
Quali ragioni si celano dietro la retorica anti Europa utilizzata da molti leader politici dei paesi di Visegrad? Una potrebbe essere la paura dell'emigrazione giovanile.

“E’ una ferita dolorosa, un’emorragia insostenibile. E’ come se l’intera città di Varsavia se ne fosse andata”, è il commento del premier polacco Mateusz Morawiecki rispetto a quello che considera una vera e propria emergenza emigrazione che affligge il paese. E che sembra essere la maggiore paura dei populisti dei paesi di Visegrad. Sono 1,7 milioni di polacchi su 38 milioni in totale a essere emigrati da quando il paese è entrato in Europa nel 2004. I provvedimenti per fermare l’emigrazione potrebbero riguardare due milioni di giovani sotto i 26 anni che sarebbero esentati dal pagamento delle tasse. La mossa, secondo gli analisti, farebbe parte del pacchetto delle 5 promesse del leader del Partito Diritto e giustizia Jaroslaw Kaczynski in vista alle elezioni parlamentari previste per il 13 ottobre. Il provvedimento, che costerà alla Polonia intorno a 580 milioni di euro l’anno, è stato accolto con scetticismo perché considerato non in grado di offrire ai giovani le stesse condizioni che trovano all’estero. Sulla stessa scia si muove anche il premier ungherese Viktor Orbancon la misura per “Salvare l’Ungheria come nazione, e la famiglia”: fino a 30 mila euro per le coppie sposate che faranno i figli nell’arco di 10 anni. LaCroazia, entrata nell’UE nel 2013, di fronte al massiccio problema dell’emigrazione, nel 2020 eliminerà a sua volta l’imposta sul reddito per le persone fino a 25 anni e la dimezzerà per i giovani tra i 25 e i 30 anni.

Giovedì 8 agosto alle 11.00 Laura Silvia Battaglia ne parlerà con Lorenzo Berardi, giornalista free lance residente a Varsavia e con Piero Stanig, politologo nel Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali all'Università Bocconi. Specialista di politica comparata, al momento si occupa principalmente di opinione pubblica e comportamento di voto nelle democrazie avanzate e con Peter Magyar, corrispondente dell'Ansa da Budapest.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Beirut esplode

Beirut esplode

05/08/2020

Una massiccia esplosione ha scosso Beirut martedì e ha distrutto gran parte del porto della città, mietendo almeno 100 vittime e ferendo altre 4000 persone. L'intera città è stata scossa dall'esplosione e si è potuto vedere una nuvola di funghi diffondersi nell'area del porto.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Scintille al confine tra Azerbaijan e Armenia

Scintille al confine tra Azerbaijan e Armenia

04/08/2020

Scontri al confine tra Armenia e Azerbaijan fanno temere un'escalation che potrebbe minare gli equilibri nella regione.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Egitto-Turchia: una nuova guerra in Libia?

Egitto-Turchia: una nuova guerra in Libia?

03/08/2020

Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi aveva annunciato che l'Egitto sarebbe potuto intervenire militarmente in Libia contro le forze turche, la cui partecipazione nella guerra libica aveva cambiato le sorti del conflitto. I due paesi sono schierati su fronti diversi. Annuncio di guerra sincero o strumentale ad altro?

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Verso la seconda ondata?

Verso la seconda ondata?

31/07/2020

Preoccupano i nuovi focolai di Covid in Spagna e Germania. La crisi sanitaria sussegue anche quella diplomatica che si registra fra la Spagna e il Regno Unito mentre la Germania con lo scoppio dei nuovi focolai nei centri turistici spagnoli, cambia meta e scelgono la Bulgaria che promuove le feste "corona free".

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per