Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Mondo

La corrente nel Golfo

Ascolta l'audio
Nel Golfo dell'Oman si è verificato un attacco a due petroliere attribuito all'Iran e rinnegato da quest'ultimo. Infatti tramite una dichiarazione su Twitter il ministro degli esteri iraniano accusa gli USA di aver tratto conclusioni affrettate. Cosa succederà ora?

Da tempo la tensione nel golfo è alta, con gli USA che continuano a esercitare pressione sul nemico iraniano ma – almeno secondo gli analisti – senza intenzione di un vero e proprio intervento militare. Ora però qualcosa è cambiato: un attacco a due petroliere nel Golfo dell’Oman attribuito all’Iran ma rinnegato da quest’ultimo potrebbe dare agli USA la spinta definitiva per una forte stretta nella regione. Reclamata, peraltro, a gran voce già da tempo dai sauditi. Le accuse all'Iran sono “parte di un complotto da politici guerrafondai negli Stati Uniti e nella regione”: lo ha dichiarato su Twitter il ministro degli esteri iraniano, Javad Zarif. “Gli Stati Uniti hanno immediatamente tratto conclusioni contro l'Iran, senza avere neanche uno straccio di prove fattuali circostanziate”, ha scritto Zarif, aggiungendo che Washington sta solo cercando in questo modo di “coprire il terrorismo economico”, riferendosi alle sanzioni imposte a Tehran. La risposta di Zarif segue la pubblicazione di un video in bianco e nero che, secondo l'amministrazione USA, dimostrerebbe che gli iraniani, durante i soccorsi alla petroliera giapponese danneggiata, hanno rimosso una mina inesplosa dal fianco della nave per eliminare le prove del loro coinvolgimento.

Cosa accadrà nel Golfo?

Lunedì’ 17 giugno alle 11 Laura Silvia Battaglia ne parlerà con Annalisa Perteghella, ricercatrice Ispi esperta d’Iran, con Eleonora Ardemagni, analista politica esperta di monarchie del Golfo e di Yemen collaboratrice di Aspenia e di Limes e analista al NATO Defense College Foundation, e con Lucia Goracci, corrispondente RAI News24 da Istanbul.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Israele tra elezioni e annessioni

Israele tra elezioni e annessioni

13/09/2019

Con le elezioni in Israele Netanyahu promette annessione di una parte della Cisgiordania. A Venezia spopola il cinema arabo.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta L'Europa di Ursula e gli Yellowhammers del No Deal

L'Europa di Ursula e gli Yellowhammers del No Deal

12/09/2019

La nuova squadra di commissari e i Yellowhammer Papers, i documenti segreti del governo britannico che svelano una Gran Bretagna post NoDeal nel caos.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Chi sono i nuovi "cattivi" del terrore?

Chi sono i nuovi "cattivi" del terrore?

11/09/2019

Con Laura Battaglia

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta L'incognita tunisina

L'incognita tunisina

10/09/2019

Otto anni dopo la rivolta popolare del 2011 il popolo tunisino tornerà a votare per la seconda volta nella sua storia il futuro Presidente della Repubblica a suffragio universale. Previste per il 17 novembre, sono state anticipate al 15 settembre dopo la morte prematura dell'ex Presidente Essebsi

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per