Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Piazza Verdi

"Rondini"

Ascolta l'audio
"Rondini"

“Ritornava una rondine al tetto, l’uccisero, cadde tra spini, ella aveva nel becco un insetto, la cena de’ suoi rondinini”

(Giovanni Pascoli)

Suq è una parola araba che significa mercato, quindi luogo di incontro, di scambio e di convergenza. Senza bisogno di muoverci, il Suq ci porta in un altro mondo, in un ideale e teatrale bazar di popoli dove vince la voglia di conoscere gli altri. Bintou Ouattara e Carla Peirolero ci accompagnano nella presentazione di Suq festival la rassegna di teatro del dialogo giunta alla 21esima edizione e che si tiene come sempre a Genova. Quest’anno troveremo spettacoli che raccontano il mondo, con lo sguardo delle donne, le isole fisiche o immaginarie, le frontiere che possono diventare muri e prigioni, ieri e oggi. Viaggi nelle storie che portano dritti nel cuore di un fatto, un ricordo, una vita, com’è nello stile più autentico del Suq.

Da quando è stato aperto, l’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini ha bisogno di essere liberato, ogni anno, con l’arrivo del pubblico, la presenza degli artisti e tutti coloro che sostano, si ritrovano, lavorano, ritornano. E noi ogni anno dedichiamo le nostre ultime puntate di stagione per presentare la rassegna Da vicino nessuno è normale diretta da Rosita Volani e Thomas Emmenegger e che quest’anno giunge alla sua 23esima edizione. «Il Paolo Pini è “un’opera aperta”, al Pini si estrae una materia prima chiamata fiducia che non si può comprare con il denaro. Forse il vero senso si svela, quando i giovani trovano una traccia del proprio futuro. Per questo c’è bisogno di continuità, di poter continuare a sognare per gli anni a venire.» Questo il manifesto dei due direttori. Oggi incontreremo: Camilla Barbarito (canto), Fabio Marconi (chitarra), Alberto Pederneschi (percussioni) e Paola Tintinelli (voce recitante). Tre musicisti e un’attrice nello spettacolo A zonzo per la dolce vita evocano il mondo musicale di Nino Rota attraverso una rilettura molto personale di alcune grandi pagine relative alla collaborazione con il genio di Federico Fellini. Un’immersione nel mondo del grande compositore ha portato alla luce alcune versioni ‘chanson’ del suo vasto repertorio per film. E tanto abbiamo bisogno di Cabiria, di amore ed anarchia, di dolce vita, di canzoni arrabbiate e “appassiunate”, che vengono scomodate le immortali note del Maestro per imboccare una strada che trasporti tutti noi nei suoi luoghi nebbiosi e dai suoi personaggi lunari, sentimentali e indimenticati.

A seguire Stefano Ricci (voce recitante) Roberto Paci Dalò (clarinetto) e Giacomo Piermatti (violoncello) con lo spettacolo Quello che ho visto di Stefano Ricci che prende vita da un viaggio che Ricci ha fatto sulla frontiera tra Libano e Siria, intervistando dieci persone siriane incontrate nei campi profughi in Libano.

E infine Daniele Menghini, Giovanni Franzoni e Valentina Picello rispettivamente regista ed interpreti di Alla luce adattamento da Augenlicht di Marius von Mayenburg. Un’indagine intorno ad un legame impossibile, cristallizzato in un presente eterno. Un uomo cupo e una bimba grande immersi nell’insostenibilità del quotidiano, in un contemporaneo sospeso e impalpabile, chiamati a vivere la propria fiaba morbosa lontano dal mondo.

Il pianista Francesco Maccianti, dopo anni di prestigiose collaborazioni al fianco di alcuni giganti della scena nazionale ed internazionale, si cimenta nelle vesti di leader in un progetto musicale profondamente ispirato, dove predominano un ricercato tratto lirico e melodico, intensità espressiva, ricercatezza ed una vena compositiva molto interessante. Completano il trio Ares Tavolazzi (contrabbasso) e Roberto Gatto (batteria), in grado di interpretare e valorizzare le intuizioni compositive e la direzione stilista del leader in una maniera impeccabile grazie non solo alle loro superbe doti individuali ma anche e soprattutto in virtù della loro collaborazione ormai storica. L’alta qualità di registrazione rende questo lavoro un apprezzato gioiellino adatto anche al palato degli audiofili. Oggi ci presenterà alcuni brani tratti dal suo lavoro intitolato Path.

Paola Piacenza ci porta al cinema con I morti non muoiono regia di Jim Jarmusch.

L’artista Pierfabrizio Paradiso attraverso il suo progetto Seemingly something went wrong when I stood up for the roll call ci parlerà dell’importanza di portare il linguaggio dell’arte contemporanea nel contesto educativo e di formazione.

Alberto N.A. Turra (electric guitar, live electronics), William Nicastro (electric bass), Stefano Grasso (drums, live electronics) firmano un nuovo capitolo live con il nome di Taan Trio. Un trio jazz che si contamina di un certo uso dell'elettronica live che, unito alla trasversalità della scrittura e dell'improvvisazione, insieme alla massiccia dose di "jazz-core-attitude", restituiscono un'esperienza sonora di forte impatto fisico ed emotivo e, per questo, rituale. Con loro chiudiamo la nostra puntata di oggi.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Morus

Morus

16/11/2019

Il Morus è un genere di piante della famiglia delle Moracee, originario dell'Asia, ma anche diffuso, allo stato naturale, in Africa e in Nord America. Comprende alberi o arbusti da frutto di taglia media, comunemente chiamati gelsi. Le principali specie conosciute e rinvenibili in Italia e in Europa sono il gelso bianco (Morus alba) e il gelso nero (Morus nigra), mentre le altre sono di varie parti del mondo.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Echium

Echium

09/11/2019

Pianta originaria delle isole delle Canarie. È una specie arbustiva sempreverde, delicata, adatta per i terreni calcarei. Le foglie sono verde- grigio. I fiori, azzurro intenso, riuniti in infiorescenze ramificate, compaiono in primavera-estate. Resiste al mare, teme il freddo. Si impiega a gruppi. Nel nostro territorio è una pianta rara, ma in via di diffusione.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Dahlia

Dahlia

02/11/2019

"Dahlia" - Il Teatro, la Musica, lo Spettacolo. In diretta da Milano Con Oliviero Ponte di Pino. | La dahlia (o Dalia) è una pianta originaria del Messico. E' dotata di radici tuberiformi, oblunghe, di un fusto eretto, spesso legnoso alla base, di altezza variabile; di foglie composte, grandi, formate da 3-5 foglioline dentate; di fiori semplici o doppi, piccoli o grandissimi, con petali aperti, arrotolati, ecc. e dei più svariati colori. Molto diffusa nel nostro territorio.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Cycas

Cycas

26/10/2019

Il Teatro, la Musica, lo Spettacolo. In diretta da Milano Con Oliviero Ponte di Pino. | Pianta simile alle palme, originaria del Madagascar, dell'Asia sud-Orientale e dell'Oceania; può raggiungere l'altezza di 5 m. Nelle zone di origine i semi sono utilizzati a scopo alimentare. Cresce bene in qualsiasi terreno da giardino ben drenato. Si pianta in primavera e si adatta anche ai climi freddi. Nel nostro territorio è diffusa.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per