Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Andata e ritorno

Attiviste di Sant'Agata in sciopero della fame - Una sanità al servizio dei poveri AFMAL: 45590

Ascolta l'audio
Le parole della nostra Mena Di Stasi. Le attiviste di CURIAMO LA VITA hanno iniziato lo sciopero della fame. Sono da più di 80 giorni in presidio davanti all'Ospedale S.Alfonso M. de Liguori di Sant'Agata de' Goti.In questo lungo periodo vissuto ai piedi del nosocomio hanno subito di tutto: nubifragi, grandinate, temperature rigide, ora caldo torrido, ma soprattutto grandissima indifferenza, accompagnata da piccoli gesti di incoraggiamento di pochissime persone. Il 30 marzo 2019 hanno piantato la "PROTESTA", da subito raccolta con scetticismo, poi col passare dei giorni si è andata sempre più affievolendo, fino a che oggi sembrano anime fantasma, ignorate completamente da tutti - Campagna di raccolta fondi "Una sanità al servizio dei poveri" promossa da AFMAL volta a finanziare due progetti in essere in favore dei bisognosi Italia. Progetto Oasi della Salute: si vuole realizzare un ambulatorio mobile accessibile rivolto a chi si trova in difficoltà economica o sociale e necessita di screening e diagnosi specialistiche. Il racconto di una volontaria speciale Giusi
Con noi:

Mena Di Stasi Pasionaria di Sant’Agata presidente del comitato CURIAMO LA VITA

Giusi Giannubile biologa presso il Fatebenefratelli di Palermo e volontaria presso “Casa di Accoglienza Beato Padre Olallo”, che ha ospitato dal 2009 oltre 12500 persone coinvolgendo 3750 volontari che si alternano per offrire un servizio 24 ore al giorno. Inoltre il centro ha distribuito circa 52.500 pasti caldi a senzatetto e famiglie bisognose.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Responsabilità...perché c'è tanto da fare: Emergency compie 25anni e Don Palmiro Prisutto

Responsabilità...perché c'è tanto da fare: Emergency compie 25anni e Don Palmiro Prisutto

28/06/2019

La voce di Michela Paschetto, infermiera di Emergency. È una storia di guerra ma soprattutto di pace quella che Emergency ha raccontato in questi 25 anni di vita. "Da un quarto di secolo Emergency mette in pratica un'idea molto semplice: cura chiunque ne abbia bisogno - ha detto Gino Strada -. Nulla di eroico, è il nostro dovere, la nostra resistenza: mettere in pratica ogni giorno, in tutti i nostri progetti, i diritti umani". Con quest'idea Emergency ha costruito ospedali in zone calde e curato oltre 10 milioni di persone vittime di guerre e povertà in tutto il mondo. - Cattivi odori e miasmi, soprattutto di notte, vengono segnalati quasi tutti i giorni dai residenti di Augusta, Siracusa, Priolo e Melilli. Le persone che lasciano le finestre aperte a causa del caldo torrido di queste serate non appena avvertono la puzza sono costrette letteralmente a barricarsi in casa. L'aria diventa irrespirabile e causa spesso bruciori agli occhi ed alla gola delle persone. Fioccano i post nel gruppo Facebook "Segnala la Puzza" aperto alcuni anni addietro dall'arciprete di Augusta, Don Palmiro Prisutto, proprio per consentire alle persone di segnalare dove e a che ora avvertono la puzza.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta  "Oggi fare del bene è considerato strano,io voglio essere strana/o" Delia e A.Radicchi di Binario95

"Oggi fare del bene è considerato strano,io voglio essere strana/o" Delia e A.Radicchi di Binario95

27/06/2019

Il bar Hobbit di Ventimiglia da anni è simbolo di solidarietà e accoglienza. Qui i migranti possono avere un pasto caldo, la possibilità di ricaricare il cellulare e di usare il bagno (attrezzato di spazzolini, dentifricio, sapone, pannolini, assorbenti e fasciatoio) senza obbligo di consumazione. I bambini hanno un angolo tutto loro, che Delia ha creato raccogliendo giocattoli usati. Il bar è spesso l'unico rifugio per i più vulnerabili, donne incinte, minori, vittime di tratta. Nel tempo, però il bar è stato anche preso di mira da chi è contrario all'accoglienza e il locale è messo al bando dai residenti, che lo boicottano e che lo hanno ribattezzato "il bar dei neri" . Se passate da Ventimiglia venite a prendere un caffè al Bar Hobbit da Delia. - BINARIO 95 è un Polo sociale di accoglienza e supporto per persone senza dimora, sito alla stazione di Roma Termini. La sua mission è rispondere ai bisogni di chi vive in strada, offrendo ascolto, supporto, accoglienza e proponendo percorsi di riabilitazione alla vita sociale. Binario 95 rappresenta ormai da quasi 20 anni un punto di riferimento per coloro che versano in condizioni di povertà, disagio ed emarginazione sociale nella città di Roma.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Poca speranza e tanta amarezza...speriamo non si arrivi alla rassegnazione: Francesco e Vincenzo

Poca speranza e tanta amarezza...speriamo non si arrivi alla rassegnazione: Francesco e Vincenzo

26/06/2019

Reggio, costruttori in protesta al cantiere del Palazzo di giustizia. Parte dalla città dello Stretto l'iniziativa "Blocca il degrado". L'associazione nazionale costruttori edili chiede maggiore attenzione dalle Istituzioni per un'opera che rischia di divenire l'ennesima incompiuta. Non è cambiato nulla, questo mi fa arrabbiare. Il silenzio assordante da parte della politica, nessun colore politico ha detto nulla. Il cantiere è fermo da 5/4 anni. Poca speranza e tanta amarezza. - Paradosso tutto italiano: vince un concorso super selettivo ma non lo assumono: "Voglio fare l'insegnante, ho vinto un concorso, amo il mio lavoro e sento di farlo bene e miei studenti concordano". "Anche il nuovo Governo non si è preso le proprie responsabilità esattamente come quello precedente".

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Ilva Taranto:"I bambini respirano male-Appello alla Regione Basilicata basta eolico selvaggio"

Ilva Taranto:"I bambini respirano male-Appello alla Regione Basilicata basta eolico selvaggio"

25/06/2019

Paola D'Andria, Ail Taranto: "Ti senti piccolo piccolo. Pensiamo ai nostri bambini che respirano male e che non possono giocare. Lo stabilimento dell'Ilva cade a pezzi e continua a lavorare impunemente" - Facciamo un appello alla Regione perché possano risolvere questa situazione: Vito Pardi presidente della regione Basilicata e Gianni Rosa assessore regionale all'ambiente. Pare che ci siano una nuova responsabilità, flessibilità e sensibilità da parte della nostra Regione. Noi non ne possiamo più, la gente sta male. Se questa è la nostra vita sarebbe il momento di abbandonarla ma noi di Balvano libera non ci piegheremo, difenderemo la nostra terra perché i nostri diritti vengono violati ogni giorno

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per