Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Classicaradio

Un pacifico viaggio nel tempo

Ascolta l'audio
Vaughan Williams, Fantasia su un tema di Thomas Tallis
Nove Sinfonie, cinque opere, musica da camera e da film, composizioni per coro e cicli per voce e pianoforte, concerti solistici e balletti: questo il non indifferente lascito compositivo di Ralph Vaughan Williams (1872 – 1958). Svolti gli studi musicali nelle maggiori istituzioni inglesi, il Trinity College di Cambridge e il Royal College di Londra, Williams si avvicinò alle grandi scuole europee come allievo di Bruch e di Ravel. All’inizio del nuovo secolo, insieme all’amico e collega Gustav Holst >>, fu tra i primi a girare l’Inghilterra alla scoperta delle origini musicali popolari del suo paese, e spinse lo studioso Hugh Tracey a fare altrettanto in Africa.

Per quanto Vaughan Williams manifesti una vena sinfonica tra le più ricche e brillanti nell’Europa del periodo, tra i suoi generi preferiti ci sono Inni, Folksongs e Carols; proprio durante un lavoro di ricerca sull’Innario inglese l’artista incontra il grande rinascimento musicale e studia le opere di Byrd e Tallis. Insieme a Holst nel 1910 metterà in scena al Morley College un’opera di Purcell, The Fairy Queen, appena ritrovata dagli studiosi, che gli sarà geniale spunto per un teatro musicale squisitamente britannico (del 1929 la sua opera Sir John in Love, ispirata come il Falstaff verdiano alle Allegre comari di Windsor di Shakespeare).

Nello stesso 1910 Vaughan Williams partecipa all’importante Three Choirs Festival alla Cattedrale di Gloucester con una sua nuova composizione: la Fantasia su un tema di Thomas Tallis. Ispirata a un Salmo musicato alla fine del ‘500 la Fantasia fu accolta da alcuni con sospetto, come “opera strana e folle di un bizzarro tipo venuto da Chelsea”, mentre altri, tra cui il giovane musicista Howard Howells (che rimase letteralmente sconvolto) riconobbero in quella musica un fortissimo potere evocativo, la capacità di portare l’ascoltatore aldilà di tempo e spazio in una dimensione alta e spirituale aldilà di ogni intento confessionale. Protagonista assoluto della Fantasia, il suono degli archi: violini, viole, violoncelli e contrabbassi dialogano intrecciando più piani prospettici in tre distinti gruppi, quartetto solistico e doppia orchestra. Ciò dà al pezzo una spazialità sempre cangiante, arcaica perché poggiata sugli stilemi armonici della tradizione rinascimentale ma modernissima nelle modalità espressive.

Nel 1916, dopo un addestramento di tre anni, Vaughan Williams aveva partecipato volontariamente come barelliere alla I guerra mondiale vedendone da vicino tutti gli orrori: primo e più doloroso, la morte al fronte del musicista George Butterworth >> a cui lo legavano interessi etnomusicologici e una grandissima amicizia. Di ritorno dalla guerra Vaughan Williams espresse tutto il suo travaglio nella Sinfonia pastorale (“It is really war time music”).

Una parte della critica accusa di iper-tradizionalismo Vaughan Williams, che nel 1941 scrive: "…l'atteggiamento dei musicisti stranieri nei confronti dell'inglese è antipatico, presuntuoso e pedante. Credono che la loro tradizione sia l'unica (specialmente i viennesi) e che tutto ciò che non è in accordo con quella tradizione è "sbagliato" e deriva dall'ignoranza insulare". In realtà la sua posizione è tutt’altra: "Con queste caratteristiche, questi nodi forti nel nostro legno, possiamo aiutare a costruire un'Europa unita e una federazione mondiale … Il nazionalismo artistico va di pari passo con l'unità internazionale ... dove ogni nazione e ogni comunità porteranno al fondo comune quello che loro, e loro solo, possono creare"

La difesa di un linguaggio musicale intimamente identitario si arricchisce di fiducia nell’uomo visto come collettività altra ed alta: "Credo in un'Unione federale di popoli liberi sotto un governo comune, eletto e responsabile […] come primo passo verso l'autogoverno democratico per la prevenzione della guerra, la creazione di prosperità e la conservazione e promozione della libertà individuale".

Insieme a The Lark ascending e alla Fantasia su Greensleeves, celeberrimo tema rinascimentale che Vaughan Williams usa anche in Sir John in love, la Tallis Fantasia è uno dei brani orchestrali più amati dagli inglesi; il suo autore riposa, accanto a Purcell, nell’Abbazia di Westminster.

Ralph Vaughan Williams 
Fantasia su un tema di Thomas Tallis per quartetto e doppia orchestra d'archi 

Orchestra Sinfonica di Torino della Rai 
direttore, Frank Shipway 

Registrazione del 18 dicembre 1992
 

Gloucester,
interno della Cattedrale 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta l'attribuito

l'attribuito

14/11/2019

Edmund Angerer, Sinfonia in do maggiore "Kindersimphonie"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta l'autentico

l'autentico

14/11/2019

Leopold Mozart, Sinfonia in sol maggiore "Jagdsymphonie" (Sinfonia di caccia)

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Libertà compositiva

Libertà compositiva

07/11/2019

Crumb, Variazioni

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Triste sinfonia

Triste sinfonia

07/11/2019

K. Leighton, Sinfonia n.1 op. 42

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per