[an error occurred while processing this directive]
Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Me Anziano You TuberS

#MeAnzianoYouTuberS Buone Maniere

#MeAnzianoYouTuberS Buone Maniere
Ascolta l'audio
Con Lidia Ravera elenchiamo i gesti più cafoni visti negli ultimi tempi
Non parlare con la bocca piena. Non far rumore mentre mangi. Non succhiare il brodo. Non bere con la bocca sporca. Il tovagliolo non è un asciugamano, tampona le labbra, non sfregarle. La forchetta non è una pala, non piantarla nella carne. Mangia adagio. Non si morde nelle pagnotte. Non circondare il piatto con il braccio, nessuno te lo ruba. Le braccia devono stare tutte e due sul tavolo, ben in vista, i polsi di taglio poggiati sulla tovaglia. Nella posizione detta  “SEMPRE”. Poi c’è la posizione detta TALVOLTA, che consiste nel braccio poggiato di taglio sulla tovaglia, un po’ più in su del polso, può andare ma non è la perfezione. Quella da evitare come la peste è la posizione detta GIAMMAI: giammai indica una trasgressione grave alle regole, e consiste nel poggiare uno o più gomiti sul tavolo. Sempre talvolta giammai, hanno segnato la mia infanzia. Stare a tavola con i grandi era una performance piena di tranelli. Se parlavi dovevi “aspettare il tuo turno”, se tacevi e c’erano gli  adorati adulti ospiti, che erano stati edotti su quanto eri intelligente e precoce, venivi sferzata con l’odiosa formula fintamente fiabesca: ti ha mangiato la lingua il gatto? Prima che arrivassero gli adorati adulti ospiti venivo informata sulle loro posizioni nel misterioso mondo dei mai troppo lodati adulti ospiti: c’era Giorgio Contegiacomo che non era un conte , come il cognome avrebbe fatto suppore, ma un ingegnere. C’era il Borgialli che era un geometra e quindi poteva andare un buona sera signor Borgialli. C’era Il dottor Benso che era sì un pediatra, ma si favoleggiava che fosse  stato pediatra dei Savoia ed era diventato perciò cavaliere e come tale andava salutato. Il saluto doveva essere rapido e preciso, un inchino piccolo, rispondere con garbo ad eventuali domande orginali tipo: Ti piace andare a scuola? O che cosa vuoi fare da grande, secondo inchino,buonanotte cavaliere e amen. Le mogli erano tutte “signora” anche se alcune erano più signore delle altre. Se mi comportavo bene, mia madre entrava di notte, alticcia, nella mia stanza e mi lasciava sul comodino un fetta di bavarese alle fragole. Sono cresciuta bene dietro questo baldacchino di buone maniere? Non lo so, sicuramente certe regole mi sono rimaste appiccicate addosso: non alzo la voce, non gesticolo, non cerco di fregare posti in fila, mi scuso se urto qualcuno, invece di urlargli dietro: ‘a coso te scansi o te devo asfaltà? Il che fa di me, una donna d’altri tempi.
[an error occurred while processing this directive]

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per