Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Non è un Paese per Giovani

Lavorare mi salva la vita ogni giorno

Lavorare mi salva la vita ogni giorno
Ascolta l'audio
Scrivere film è per me una linfa vitale. Lo devo fare quotidianamente, sennò mi sento vuoto.
Lavorare mi salva la vita ogni giorno. Magari nessuno ci crederà, ma io non ho tanti motivi per vivere se non questo. Lavorare. Certo, c'è Valeria, però con lei abbiamo fatto un patto. Ci cercheremo per sempre. Ma il lavoro, scrivere film soprattutto, è una linfa vitale. E lo devo fare quotidianamente, o almeno 3 volte a settimana, sennò mi sento vuoto. Un grande vuoto dentro. Eppure leggo, vedo film, a volte anche il Grande Fratello, perché non voglio essere superiore, anche certa TV inutile è utile. Specie con la febbre, o per far crescere l'autostima; ad esempio, proprio il Grande Fratello è un programma leale, di come si può fare audience senza dare nulla in cambio allo spettatore. Insomma, io mi affanno a vivere in mezzo a tutto ciò che ho a disposizione, ma non riesco. Vivo solo per lavorare. Ho amici che fanno quello, parlo quasi sempre solo di quello, non ho figli che mi costringono ad andare allo stadio e abito con un'attrice. Sono monotematico e come tale senza tema morirei in un baleno. Non si tratta di un'ossessione, piuttosto di passione allo stato puro. Un estratto di passione. Ne bastano poche gocce e il profumo si sente per giorni. Vivere ha senso solo se lo fai con passione, una volta terminata quella puoi fare come i vecchi capi indiani: andare sulla collina e aspettare di morire. Il mio lavoro non è un automatismo, io non mi sveglio tutte le mattine sapendo esattamente che devo fare, perché in realtà io non devo fare proprio nulla, devo solo pensare di fare e questo lo posso fare benissimo senza fare. Non so se mi sono spiegato. È un fare senza fare, capito? È per questo che per certa gente io non faccio nulla. Alcuni miei amici di Prato ancora lo pensano di me, lo so. "Due battutine, una cazzata di qua, una di là, vien via, icché ci vole, un tu mi vorrai mica far credere che l'è un lavoro codesto, eh?" Anche se non me lo dite, ve lo leggo negli occhi. E invece io lavoro molto più di voi. Che la domenica staccate la spina e andate a rilassarvi negli agriturismo. Io la spina non la voglio staccare mai! Io viaggio con una spina tripla in tasca e una prolunga, per poter essere sempre attaccato, attivo, elettrico; non voglio rilassarmi sulla spiaggia dopo il duro lavoro, per me è l'esatto contrario, rilassarmi scrivendo dopo la dura vacanza. Quella è roba davvero difficile da superare: la vacanza. Materassini da gonfiare, bagni obbligatori, arrostire al sole, grigliate disumane, meduse spiaggiate, telline, surf, cavalloni, code sull'autostrada, prenota di qua, prenota di là, aiuto, voglio staccare la spina, voglio la quiete del mio studio, al terzo piano, la mia poltrona rossa, voglio scrivere, pensare, in silenzio, per ore e ore, con questa passione che non molla, senza bisogno di altro. Davvero, non ho bisogno di altro. E se un giorno tutto questo finirà, se la passione mi abbandonerà sul raccordo come fanno i miserabili con i cuccioli a Natale, io so già su quale collina andare. Ce n'è una tra Castiglione della Pescaia e Punta Ala, dove si vede il mare. Da lì passano i colombi quando è il periodo e ci grufolano i cinghiali. Ecco, andrò lì ad aspettare di morire, all'odore del rosmarino selvatico e della mentuccia. E quando sarò morto, allora mi metterò in cammino per cercare Valeria.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

12/08/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

11/08/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

10/08/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

07/08/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per