Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Pascal

133: I primi amori non funzionano mai

Ascolta l'audio
Un vero primo amore e un fidanzamento segreto

Playlist:

LOVESONG - THE CURE
THE NIGHT WE MET - LORD HURON
THERE IS TH LIGHT THAT NEVER GOES OUT - THE SMITHS
TEENAGEDREAM - FRACTURES 

Prima storia: Un servizio dal destino di Daniele De Bartolo

Ho 16 anni. Molto timido e totalmente inesperto nel rapportarmi alle ragazze. Faccio il terzo superiore e la mia vita si divide tra scuola, azione cattolica e un corso di nuoto il mercoledì e il sabato. Al corso di nuoto conosco Giovanni, diventiamo amici. Giovanni ha una cugina che frequenta anche lei il corso di nuoto, solo che è al livello più basso. Passano 7 anni, io ne ho 23. Mi sono laureato in colpevole ritardo in scienze della comunicazione. Non mi va di ricominciare a studiare per fare la specialistica e allora decido di fare il servizio civile grazie ai tanti racconti di chi l'ha fatto prima di me o di chi si è battuto perché "l'obbedienza non sia più una virtù". Voglio farlo presso la Caritas, non conosco altre associazioni, ma sono un tipo pigro e indolente e mi decido l'ultimo giorno utile prima che scada la domanda. Lo sportello della Caritas è chiuso o semplicemente vado allo sportello sbagliato. E allora al posto di dannarmi per cercare di fare la domanda, vado alla libreria Feltrinelli il posto in cui mi sento più a casa. Alla libreria noto un piccolo foglietto attaccato alla parete che promuove il servizio civile presso l'Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare. Io l'associazione non la conosco, ma purtroppo conosco bene la distrofia perché la vedevo portarsi via pian piano le forze e i muscoli di Antonino, mio compagno di banco alle superiori. Senza pensarci troppo mi fiondo all'indirizzo per presentare la domanda. Suono e mi apre proprio Lilia che non vedevo e non sentivo da quando faceva la scuola media. Nell'imbarazzo del momento riesco a dirle solo ciao. Più tardi scopro che lei ha fatto servizio civile lì e il suo anno sta per terminare. Supero il colloquio e comincio a fare servizio civile da loro. Il primo mese di noi 4 nuovi volontari coincide con l'ultimo mese dei 4 dell'anno prima e quindi passo un po' di tempo con Lilia. Scopro che è stata proprio lei ad avere l'idea di mettere il volantino pubblicitario alla libreria (volantino che ho visto solo io). Dopo qualche giorno siamo seduti nella sala dell'associazione leggendo oroscopi per perdere tempo. Si parlava di ragazzi innamorati al limite dello zerbinismo e, ad un certo punto, Lilia dice "Tu eri gentile con me, mi ricordo quando mi aspettavi fuori scuola." Io sorvolo ma ho il cuore in subbuglio. Vado in bagno. Appena esco dal bagno sento, senza essere visto da loro, che Lilia parla di quello che era successo tra di noi, che l’aspettavo fuori da scuola e dice: “Poi però gli ho detto di non venire più, i miei genitori non volevano perché era troppo grande” Me la presenta. Si chiama Lilia, è bellissima e il fatto che io la veda spesso col costume intero da piscina me la fa sembrare una dea. In piscina comincio a parlarle cercando di vincere la mia timidezza. "Lo sai che hai la montatura degli occhiali dello stesso colore delle monete da 1,2 e 5 centesimi?" Si non ero propriamente un grande corteggiatore. Mi ricordo anche che la invito ad andare alla Fiera del Levante ma lei declina. Dimenticavo: Lilia ha12 anni. Dopo un po' scopro che frequenta la stessa scuola media che ho frequentato io. Quando il corso in piscina finisce non mi rassegno a non vederla più. Non ho il suo numero di telefono, non so dove abita e allora decido di aspettarla fuori da scuola. Normalmente io esco da scuola alle 2 ma il sabato no, si esce alle 12 e 30 e lei esce alle 13. Il sabato quindi per me finalmente prende senso. Ricordo i miei compagni di classe che aspettavano il sabato per poter uscire e divertirsi. Io no, io aspettavo il sabato per andare da Lilia. Ricordo come mi batteva forte il cuore la prima volta, mi sentivo un deficiente totale. Poi è uscita. Panico. Adesso chiama la polizia. Invece no, facciamo due chiacchiere e l'accompagno a casa che dista non più di 200 metri dalla scuola. La cosa si ripete tutti i sabati o i giorni in cui esco prima da scuola. Stesso copione, ci salutiamo, l'accompagno a casa, due chiacchiere sotto il portone, ciao alla prossima. Poi un giorno cambia tutto. L'aspetto fuori da scuola, lei esce, mi vede e mi fa "Non venire più ad aspettarmi fuori scuola". Non aggiunge altro e io sono troppo timido per chiedere spiegazioni. 

Seconda storia: Il fidanzato della mia fidanzata

"Lei era fantastica. Era bella ma era considerata una poco di buono. La amavo. Ci siamo fidanzati ma era un fidanzamento segreto. Lei non voleva che si sapesse in giro"
Le scuole, per il grande tempo che vi trascorriamo, sono spesso il luogo in cui nascono i primi amori. Così è stato per Mike Birbiglia, studente americano un po' nerd ed introverso, che si fidanzò con Amanda, una sportiva molto bella e brillante. La loro storia però si distingue dalle altre per un particolare: Amanda non vuole che si sappia in giro, lei infatti ha un altro fidanzato "pubblico" che non trova il coraggio di lasciare, anche a causa dei problemi in famiglia del ragazzo. Nonostante l'iniziale contrarietà, Mike si convince a vivere questa storia in segreto, spinto dall'irrazionalità e dall'illusione che caratterizzano gli amori adolescenziali. Una relazione a 3 che per un po' di tempo sembra funzionare, fino a quando lo studente non decide di chiedere ad Amanda di prendere una decisione definitiva. Non farà in tempo a incontrarla che lei avrà già deciso per lui, nel modo peggiore che potesse augurarsi. 
La storia di Mike ad Amanda l'abbiamo tratta dal podcast This American Life in un episodio intitolato "Valentine's Day".

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta  143: Perdonare il dolore, accettare la rabbia

143: Perdonare il dolore, accettare la rabbia

16/05/2019

Una figlia che perdona sua madre e una donna sopravvissuta allo tsunami

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta 142: L'altra olimpiade

142: L'altra olimpiade

15/05/2019

Un atleta che si mimetizza e uno sportivo rock and roll

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta 141: La battaglia delle mamme

141: La battaglia delle mamme

13/05/2019

Un figlio difficile da gestire e di una mamma guerrigliera

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta 140: La mia battaglia

140: La mia battaglia

09/05/2019

Due uomini e un palo e una donna che si è ribellata

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per