Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Gli Speciali

Speciale Giacomo Manzù: l'artista del sacro

Ascolta l'audio
Puntata dedicata all'artista Giacomo Manzù, pseudonimo di Giacomo Manzoni. A cura di Alessandra Fiori
Giacomo Manzù, pseudonimo di Giacomo Manzoni, era il dodicesimo di quattordici fratelli.

Presto iniziò a frequentare le botteghe degli artigiani dove imparò a lavorare con le mani diversi materiali come il legno, la pietra e l’argilla. 
Dopo un apprendistato di tipo artigianale, comprese di dover coltivare il proprio interesse per l'arte durante il servizio militare a Verona, quando ebbe modo di studiare le porte di San Zeno e si appassionò ai calchi dell'Accademia Cicognini. 
Soggiornò a Parigi nel '29, nel 1930 si stabilì a Milano dove contribuì, al fianco di A. Sassu e di R. Birolli, a sviluppare i germi della ribellione antinovecentista che sfocerà, negli anni 1938-40, nel movimento di Corrente. 

A Milano realizzò le sue prime opere in bronzo e si dedicò al disegno, all'incisione, all'illustrazione e alla pittura, più volte ripresa durante la carriera. Mentre la sua iniziale attività risentì del «primitivismo» allora molto diffuso (decorazione della Cappella dell'Università Cattolica di Milano, 1931), la scoperta di Medardo Rosso, verso la cui opera si volse sempre più decisamente, e un secondo viaggio a Parigi nel '36, lo condussero a una svolta: spinto dalla lezione impressionista, abbandonò gli schemi arcaizzanti e andò acquistando per gradi l'originale sensibilità luministica, la morbidezza plastica e la delicata sensualità che diverranno qualità stabili del suo stile.

Dice la moglie Inge: "la sua tecnica stava tutta in quelle mani che plasmavano meraviglie come la “Bambina sulla sedia”, la “Signora in vestaglia”, fino alla Porta di San Pietro, che per me è il suo capolavoro assoluto".
Questo omaggio all’ artista è realizzato con i contributi sonori provenienti dall’ archivio Rai: L’ arte in questione del 15/12/1982, Uomini e profeti del 23/11/2002, Wikiradio del 17/01/2013.
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Grazie, Massimo (3^parte)

Grazie, Massimo (3^parte)

27/03/2019

Un ricordo di un nostro collega, Massimo Billi

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Grazie, Massimo (2^parte)

Grazie, Massimo (2^parte)

26/03/2019

Un ricordo di un nostro collega, Massimo Billi

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Grazie, Massimo (1^ parte)

Grazie, Massimo (1^ parte)

25/03/2019

Un ricordo di un nostro collega, Massimo Billi

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Cantare la Voce, Demetrio Stratos 40 anni dopo: Evaporazione

Cantare la Voce, Demetrio Stratos 40 anni dopo: Evaporazione

19/03/2019

Secondo estratto di alcune puntate di Storyville, programma di Radio3 con Mariangela Gualtieri

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per