Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

PRIMA PAGINA del 8 aprile 2019

PRIMA PAGINA del 8 aprile 2019
Ascolta l'audio
con Federico Fubini

Roma, a Casal Bruciato tensione e barricate: «I rom occupano una casa»

Si sono presentati almeno in dieci, con quello che sembrava il capo famiglia in giacca e cravatta. Uomini, donne e ragazzi. Con passo svelto si sono infilati alle sei del pomeriggio nell’androne di un palazzo in via Cipriano Facchinetti, a Casal Bruciato, e sono saliti fino al sesto piano per prendere possesso di un alloggio popolare, libero da venerdì scorso, quando un parente dell’inquilino assegnatario che c’era prima ha riconsegnato le chiavi al Comune. Ma il loro arrivo non è passato inosservato, in un quartiere sul piede di guerra da settimane contro le occupazioni abusive ma anche contro le legittime assegnazioni di appartamenti ai rom.
È accaduto soltanto una settimana fa in via Diego Angeli, con una famiglia di nomadi scortata all’interno dell’immobile - «Da allora i nuovi inquilini vivono barricati in casa», spiega una residente -, ed è successo ancora ieri pomeriggio. Solo che questa volta sono dovuti intervenire prima i carabinieri e poi la polizia per impedire che la situazione degenerasse. Perché il gruppo di rom ha forse tentato una sortita di domenica per occupare senza alcun titolo un appartamento che sapeva libero, mostrando a chi li ha fermati un foglio sul quale «non c’erano né numero civico, né scala», come spiega un inquilino. Un documento incompleto, non si esclude falso, anche se il Comune dovrebbe fornire oggi una risposta ufficiale, dopo essere stato informato sempre ieri pomeriggio dalla polizia che ha tentato di mettersi in contatto anche con i vertici del IV Municipio.
«Ci sembra comunque strano che un’assegnazione venga fatta di domenica, senza vigili urbani e incaricati del Comune sul posto», spiegano dal Campidoglio. Probabilmente non sarebbe cambiato molto, come dimostrano le cronache degli ultimi mesi, con rivolte popolari in diversi quartieri, da San Basilio al Laurentino - per non parlare del pestaggio a Tor Bella Monaca di un lavapiatti bengalese del ristorante La Fiorentina, a Prati, che era andato solo a chiedere dove fosse il suo appartamento - quando inquilini stranieri in graduatoria devono legittimamente prendere possesso degli immobili. Ma quello della truffa è stato lo stesso pensiero che hanno avuto i circa cento residenti che ieri si sono precipitati in strada. «Gli zingari stanno occupando!», è stato il grido che ha fatto scattare il quartiere, provocando la precipitosa fuga del gruppo di rom accompagnato fuori dai carabinieri.
Ma poi, convinti che nell’appartamento in questione un fabbro avesse già cambiato la serratura e uno dei presunti assegnatari fosse rimasto dentro, gli abitanti hanno cominciato una protesta dopo quella di Torre Maura: cassonetti in mezzo alla strada, mobilitazione generale. Nessun insulto razzista, ma la determinazione - ribadita anche alla funzionaria della polizia che ha mediato con successo fino a far liberare la strada - ad andare avanti. Sono stati gli agenti del commissariato Sant’Ippolito a verificare che nell'appartamento non era rimasto nessuno e che la porta non era stata nemmeno aperta. È bastato per riportare la calma, ma non a eliminare il timore dei residenti che nella notte potesse ripetersi l’assalto alla casa vuota e in attesa di assegnazione.
Nella serata di ieri poi sulla vicenda sono intervenuti Fabrizio Ghera, capogruppo alla Regione Lazio, e Gianni Ottaviano, capogruppo nel Municipio IV di Fratelli d’Italia. Per gli esponenti politici «i residenti sono scesi in piazza manifestando il proprio dissenso sbarrando la strada. Tutto ciò avviene col silenzio-assenso del Municipio IV, che permette altre tensioni sociali su un territorio a cui andrebbe garantita maggiore sicurezza invece che l’illegalità diffusa». E Fabrizio Montanini di CasaPound - ieri pomeriggio esponenti dei due partiti erano presenti in via Facchinetti -: «Ancora proteste nella periferia romana, sempre per gli stessi sacrosanti motivi che “non jè stanno bene” al 15enne Simone di Torre Maura e a tutti gli altri buonisti».
Rinaldo Frignani – Il Corriere della Sera
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Prima Pagina del 26 ottobre 2020

Prima Pagina del 26 ottobre 2020

26/10/2020

con Piero Ignazi

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 25 ottobre 2020

Prima Pagina del 25 ottobre 2020

25/10/2020

con Walter Passerini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 24 ottobre 2020

Prima Pagina del 24 ottobre 2020

24/10/2020

con Walter Passerini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Prima Pagina del 23 ottobre 2020

Prima Pagina del 23 ottobre 2020

23/10/2020

Con Walter Passerini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per