Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Pascal

149: Non aprite quella porta

Ascolta l'audio
Una vacanza in Sardegna e una casa infestata dai fantasmi

Playlist: 

BARBABLÙ - GIGLIOLA CINQUETTI
YOU SHOLD NEVER OPEN THAT DOOR - RAMONES
TROJAN HORSES -AGNES OBEL
BY YOUR SIDE -ANE BRUN

Prima storia: Lettera scritta a mano di Simonetta Sagri

Diverso tempo fa, insieme alla mia amica Anna andammo in vacanza in Sardegna. L'isola era stata scoperta dal turismo di massa da pochissimi anni, si stava bene, non c'era affollamento e si spendeva poco. Potevamo permetterci lunghe vacanze a basso costo, impensabili oggigiorno. Affittammo alcune smisurate stanze a Palau. Le camere al primo piano, la cucina al piano terra. La proprietaria, una vera arpia, tentava di venderci i suoi rachitici prodotti ortofrutticoli e, suo figlio, un simpatico sommozzatore, ci consigliava di non fare affari con la madre perché - diceva - ci avrebbe imbrogliato. Carla, sorella della mia amica Anna ed il suo novello sposo Remo, erano in vacanza con noi e lei gli preparava delle delizie di pesce che comprava ogni giorno fresco al mercato. Anna ed io ovviamente ne approfittavamo e condividevamo la tavola con tutto quel ben di dio. La pacchia ebbe fine quando i due sposini partirono. e noi ci spostammo per il pranzo da "Piero e Mario", un piccolo ristorante a Capo Testa. Ottimo pesce, ottimi prezzi. Amavo molto "quel" mare: acqua limpida, profonda, trasparente e macigni ciclopici scolpiti dal vento in forme stupefacenti, una sorta di museo all'aperto di sculture astratte. In giro poca gente, spesso nessuno. Che silenzio, che mare e che tuffi!
La sera però le cene spartane le consumavamo nella cucina grande come una pizza d'armi, e spoglia di arredi ed utensili. Io e Anna eravamo sole in quella casa immensa e silenziosa che si affacciava sulla via più deserta e più buia di Palau. La padrona di casa, l'arpia, furba, viveva da un'altra parte.
In cucina c'era una porticina scura. Chiusa. Una sera ci venne la curiosità di aprirla. A dire la verità l'avevamo guardata sempre con una certa inquietudine, ma senza mai confessarcelo a vicenda. Quella sera la curiosità, o forse la paura, ci vinsero. Per farci coraggio dicevamo: "l'arpia ci terrà i suoi migliori prodotti dell'orto: patate, cipolle, fagioli ammucchiati in quei bei cesti sardi fatti di foglie di asfodelo”. Ma dentro di noi si faceva strada una domanda: "E se invece l'arpia in quella stanza nascondesse qualche segreto inconfessabile?
Decidiamo di provarci, convinte che la stanza fosse chiusa a chiave. appoggio la mano sulla maniglia e la porta si apre. L'arpia non sarà convinta che mettiamo il naso nei suoi nascondigli ma ormai ci siamo. Si apre una stretta fessura buia, la stanza manda un forte odore di chiuso. La apriamo ulteriormente, spingendo la porta e improvvisamente la luce della cucina illumina la stanza. Nel buio brillano i decori dorati di un carro funebre: è scuro e lugubre, molto meno lussuoso di quelli moderni e molto più cupo e spaventoso. Chiudo la porta sperando che Anna non abbia visto il catafalco.
Invece scoppiamo in una grande risata pensando che l'arpia ha affittato un locale accanto alla cucina dove ceniamo tutte le sere alle pompe funebri che lo usano come parcheggio del carro funebre e camera mortuaria durante i funerali. Il giorno dopo armi e bagagli partiamo per S. Teresa di Gallura dove ci accoglie una luminosa villetta.
 

Seconda storia: La casa dei fantasmi

"Dennis è al lavoro, mentre l'agente immobiliare è in casa e sta ricevendo le persone che hanno preso appuntamento per vederla, e Dennis inizia a ricevere sms dall'agente che gli dice: “A casa tua c'è qualcosa di strano, credo ci siano delle presenze non umane". 
Dennis Conrow è un ragazzo americano che ha vissuto tra le mura domestiche fino a 27 anni, alimentando il suo sentimento di frustrazione per l'agognata indipendenza economica che non riusciva a raggiungere. Quando finalmente riesce a trovare un lavoro e un piccolo appartamento in affitto in città, i suoi genitori si ammalano e nel giro di pochi mesi vengono a mancare. Dennis si ritrova quindi a vivere nella sua vecchia casa, rimpiangendo di non aver potuto realizzare l'ultima volontà del padre ossia imparare a realizzare lavori manuali utili per curare la casa. Per questo motivo, in una sorta di omaggio al padre, decide di rimboccarsi le maniche ed imparare da sè. Dopo 6 anni di lavori, Conrow decide che è finalmente arrivato il momento di vendere la casa e si affida a un'agenzia immobiliare. Un giorno però riceve un messaggio dall'agente che organizzava le visite che lo avverte che in casa sua si sentono voci e rumori strani, come fossero presenze non umane, all'altezza della porta della cucina che dava al seminterrato. Consigliato da un amica, Dennis si affida a un gruppo di investigatori del "paranormale" grazie ai quali riuscirà a dare un'identità allo spirito del seminterrato. 

La storia paranormale di Dennis Conrow l’abbiamo presa dal podcast di Radiolab, intitolato “Haunted”. 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta 158: I primi amori non funzionano mai

158: I primi amori non funzionano mai

17/04/2019

Un vero primo amore e un fidanzamento segreto

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta 157: Era solo un cane

157: Era solo un cane

16/04/2019

Una notte in tenda e un cane che ha salvato una squadra di calcio

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta 156: Di nuovo in piedi

156: Di nuovo in piedi

15/04/2019

Cosa può succedere durante un'arrampicata e un'atleta che si è rialzato dopo una caduta

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta 154: Un passo indietro

154: Un passo indietro

11/04/2019

Un incontro ravvicinato con un treno e un calciatore non allineato

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per