Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Classicaradio

Ars gallica ed eclettica

Ars gallica ed eclettica
Ascolta l'audio
C. Saint-Saëns, Concerto n. 1 per violoncello e orchestra

A fine Ottocento la musica vive un momento di transizione in cui l’impianto dell’armonia tradizionale e tutte le forme classiche vengono messe sempre più radicalmente in discussione; in un ambiente fervido di stimoli e ricco di personalità artistiche come quello francese Camille Saint-Saëns, nato a Parigi nel 1835, riuscì ad essere attivamente presente e poté godere di una certa stima in tutto il mondo musicale. Assistito da una grandissima facilità di scrittura che intelligentemente arricchì con una cultura musicale vasta e radicata nei classici Saint-Saëns fa suo il classicismo di Haydn Mozart e Beethoven, scrivendo anche cadenze per alcuni concerti degli ultimi due e diventandone in parte l’alfiere e il continuatore. Insegnante ed accademico, critico e letterato, nel 1871 con César Franck, Louis Lalo e l’allievo e grande amico Gabriel Fauré Saint-Saëns fu tra i fondatori della Société Nationale de Musique; il motto della Società (Ars Gallica) simboleggiava proprio l’intenzione di opporsi alle mode di ascendenza germanica (Wagner su tutti) affermando il valore dell’antica tradizione di stampo francese.

Spirito eclettico come si autodefiniva, Saint-Saëns fu compositore prolifico e si cimentò nei generi vocali e strumentali più diversi; la sua opera è contemporaneamente tradizionale e innovativa, frammenti di vera genialità si alternano a lavori privi di vero scatto creativo; alcune sue composizioni sono al top nella celebrità e gradimento dei pubblici più vari, anche senza conoscerne l’origine (vedi, notissimi, Cigno e Aquarium da Le carnaval des anìmaux). Motivato forse più da un’innata curiosità che da intenti programmatici fu anche un attento osservatore di tutte le realtà sonore intorno a lui. Per 20 anni organista alla chiesa parigina della Madeleine, Saint-Saëns fu un talento anche al pianoforte, e ammirato concertista viaggiò non solo in Europa ma anche in Grecia, Egitto, India, Argentina e Stati Uniti. Oltre che dalla sua biografia (abitò tra l’altro a Luxor e morì ad Algeri nel 1921), Egitto e Africa emergono anche come titoli nel suo catalogo, in linea con quell’esotismo che stava invadendo i repertori musicali, soprattutto operistici.

Il mondo del canto e dell’opera è radicato nell’ispirazione di Saint-Saëns e coinvolge i vari timbri strumentali, presentati accompagnati e messi in risalto come veri e propri solisti di canto anche aldilà della presenza delle voci. Dal recitativo agli accenti più lirici al virtuosismo esasperato, tutte le varie gradazioni dell’attitudine vocale trovano corrispondenza nei suoi tanti lavori strumentali – ai quali si aggiunge un catalogo operistico e vocale non indifferente. Il suo Samson et Dalila rappresentato grazie a Liszt nel 1877 a Weimar (dapprima bocciato in patria approderà in Francia solo nel 1890) è tuttora uno dei titoli operistici francesi tuttora più noti al mondo. Anche una dose di sana ironia, non sempre messa in luce, si trova nella musica di Saint-Saëns: titoli poco noto l’inquietante Nina Zombi, opera comica a più mani. Tanti gli aspetti poco conosciuti di questo autore che fu pure uno dei primi musicisti a comporre musica per il cinema (L’Assassinat du duc de Guise, per il film di Charles Le Bargy e Calmettes, 1908).

Il Concerto n. 1 in la minore per violoncello e orchestra, composto tra il 1872 e il ’73, è un momento significativo dell’arco creativo di Saint-Saëns: senza soluzione di continuità tre movimenti si susseguono alternando momenti di altissima tensione emotiva con passi cameristici. Cuore e centro del brano, la classicissima citazione di un Minuetto che trasmigra con disinvoltura in un Valzer accattivante e languido; dopo di che il violoncello spesso ben calibrato sugli altri strumenti, chiuderà trionfante sull’orchestra. Questo Concerto è tuttora tra le sue composizioni più eseguite.

Camille Saint-Saëns
Concerto n. 1 per violoncello e orchestra in la minore op. 33 (1872)
- Allegro non troppo - Animato - Allegro molto - Tempo I (pause)
- Allegretto con moto - (cadenza) - Tempo I - Un peu moins vite
- Molto allegro

ORCHESTRA SINFONICA NAZIONALE DELLA RAI
violoncello, Sol Gabetta
direttore, Kirill Karabits

Registrato il 23 aprile 2015 all’Auditorium della RAI di Torino

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Variazioni Goldberg

Variazioni Goldberg

26/12/2019

Johann Sebastian Bach, Variazioni Goldberg BWV 988

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Trauermusik

Trauermusik

26/12/2019

Hindemith, Trauermusik

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Notte, sacra e silenziosa

Notte, sacra e silenziosa

19/12/2019

Franz Gruber, Stille Nacht

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Il più famoso

Il più famoso

19/12/2019

J.Strauss figlio - An der schonen blauen Donau op.314

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per