Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Suite

19. Bianco | Poesia in technicolor

Ascolta l'audio
Con Maria Grazia Calandrone Quest'anno, nel mese dedicato alla poesia, indaghiamo come poeti di ogni luogo e tempo, fino alla più radioattiva contemporaneità, abbiano affrontato e affrontino i colori del proprio mondo

Clicca sui colori, uno nuovo ogni giorno fino al 21 marzo, per ascoltare i ventuno viaggi nella poesia di ogni tempo e luogo, seguendo un filo, multicolore fino alla trasparenza.

                    

Poesie di Maurizio Cucchi, Iman Mersal, Wallace Stevens, Davide Toffoli, Giovanna Sicari, Fabrizio Bernini

Maurizio Cucchi | Sindrome del distacco e tregua

Ci si abitua, è… normale. Si gode
di una sopravvivenza minuziosa,
in un farcela giorno per giorno, strappando
ogni giorno come un frutto, come
un regalo in più da far fruttare.
Prezioso, inestimabile, ed è solo un giorno
sottratto al proprio nulla.
In una città deserto per filosofi.
Un po’ di cavoli, patate, carpe
Argentate «e anche la carne
Di cane non è male!» Dice il ciclista
atomico: «La gente cercava la frutta
con i vermi, così sapeva che non era 
contaminata». Erano le anime bianche
di Pryp’jat, gli invisibili, i samosjol,
tra visitatori dell’orrido e sciacalli.
Praticavano un’economia sottile,
capillare, minima e saggia, primitiva,
verso una totale autosufficienza
nel grande scandalo di una provvisorietà
assoluta, sicura, assorbita nel cuore
e nella terra che macina la morte.

Iman Mersal | Un bicchiere con un patriota arabo
Traduzione di Elena Chiti
La pianista ha ancora gli occhi chiusi, il volto scuro come il legno del piano su cui l’hanno lasciata a battere i tasti per mezzo secolo, e certo era bianca come un angelo quando l’hanno messa in quel modo dentro una cornice classica appesa al chiodo.
Pensavo che il coraggio mi sarebbe venuto dalla porta laterale del bar,
con i vocalizzi di Umm Kulthùm e un vino che ha perso la memoria
nell’Azienda Vinicola Nazionale, e mentre il cameriere legge la cronaca nera e io
rotolo tra le mie scelte come una goccia di rugiada su un grappolo d’uva
entra uno di questi patrioti arabi, con solo i capelli imbiancati
come se andasse a combattere con gli altri nella piazza di fronte
«il Paese brucia» dice, invece di buonasera
e inizio a tossire per il fumo che mi copre improvvisamente.
Da fuori un latrato intermittente copre i vocalizzi, il cameriere
alzerà ancora il volume dell’Astro d’Oriente 3, ma il gemito
della cagna l’avrà vinta; tra un paio d’ore partorirà
almeno due cuccioli dietro il palazzo.
Magari il cameriere spegnesse il concerto del Rivoli del ‘43,
ché a Zakarìyya Ahmàd non potrebbe piacere il mix di liuto
e latrato e tosse sotto questo soffitto coloniale.
Torno oggi da un funerale, e un chirurgo alle prime armi
mi aspetta in una sala eccessivamente pulita
ma il coraggio dalla porta non è venuto,
l’odiosa porta laterale che separa il bagno delle donne dal
pisciatoio maschile.

Davide Toffoli | La bellezza che ti posrtti accanto
Per Giovanna Sicari 
Arresi all’odore di un’epoca immobile, 
studiavamo a matita il tuo volto 
nel suo bianco e nero bambino, 
“Roma radiosa con le sue panchine sciupate, Roma 
del piccolo tunnel che portava a Villa Sciarra”…
La bellezza che ti porti accanto 
e te, affacciata sui misteri di via Dandolo; 
passeggiavi nel verde dei suoi alberi 
alti e senza posa. Rendevi omaggio 
alle piccole cose: 
                         “il glicine raro, le rose”; 
alle strade sconnesse bagnate di sole 
e ai loro muti baci leggeri… 
Roma di eterna attesa o vigilia di festa 
ci hai dato alla testa con questa 
stella di terra, nuda e senza scampo. 
Per l’incanto studiavi la luce 
tra pianta e pianta, tra rugiada e fango. 
Erba fresca dentro i mattini obliqui 
e i chiaroscuri di via Poerio. 
Poesie attese sul sasso. Da una croce 
abbracciamo fantasmi… 
In disparte, spediamo 
spasmi, uno stadio del respiro, 
segnali di voce, su Marte.

Giovanna Sicari | da 5 poesie inedite 
21 novembre 2003 - Clinica del Sacro Cuore

Volevo quei gerani bianchi e rosa
in quei vasi scuri su quel
ferro battuto, lo stesso che ora
guardo qui dall’ospedale
si avvicina il tramonto
e il girasole dà la sua attenzione
(le cose importanti stanno
sempre nascoste e non bisogna spaventarle)
I fiori, la voce che stanca
i colori segreti dei bambini
un chiarore nuovo splendente
rischiara i miei piedi
il corpo deve ritornarmi
ho bisogno di te, sono priva
di peso – questa stanchezza sfiora
i piedi, fa fare i primi passi
la pietra, i nodi, le catene
rispondono e tutto balza
vuoto nell’aria sapiente
Oh sorpresa dei riccioli rossi!
Bambini dei tronchi è già primavera!

Fabrizio Bernini | Il comune salario
Chi ha mai scritto con febbrile incanto
Della troposfera di Saturno,
dei bianchi anelli di ghiaccio
su cristalli di ammoniaca bellezza,
chi ha mai cantato l’immensa
tempesta di Giove, la fulgida macchia
rossa che ingigantisce e travolge
la distanza, o chi ha mai detto
dei picchi di luce eterna
sopra i respiri chiari del polo lunare,
là dove è davvero per sempre,
amore o niente che sia,
il sempre per noi, uomini o passaggi
di un cosmico avvenire?

Ascolti musicali tratti da:
Scherzo and Trio di Penguin Cafè Orchestra 
Atlas ascending di Meredith Monk/Todd Reynolds 
Good morning Indian Country di Lisa Gerrard & Jeff Rona
Andante da nonetto di Nino Rota
Massig Bewegt di Anton Bruckner Deutsches Symphonie-Orchester Berlin feat. S/QU/NC/R
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

22/09/2019

Stefano Valanzuolo con Fulvio Macciardi al Teatro Comunale di Bologna

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

21/09/2019

Stefano Valanzuolo con Natasha Czertok al Teatro Nucleo di Ferrara | con Francesco Ottonello per il Festival Internazionale di Musica di Savona

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: aspettando la diretta da Parigi

Panorama: aspettando la diretta da Parigi

20/09/2019

Andrea Penna aspettando la diretta Euroradio da Parigi, Auditorium, Radio France

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

19/09/2019

Andrea Penna con Giancarlo Marinelli al Teatro Olimpico di Vicenza | con Paolo Rossi al Teatro Nuovo di Spoleto | con Giovanni Pompeo e Georg Fredrich Haas per il progetto Matera. Voices of the Spirit

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per