Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Suite

7. Azzurro | Poesia in technicolor

Ascolta l'audio
Con Maria Grazia Calandrone Quest'anno, nel mese dedicato alla poesia, indaghiamo come poeti di ogni luogo e tempo, fino alla più radioattiva contemporaneità, abbiano affrontato e affrontino i colori del proprio mondo
Poesie di Paul Verlaine, Paola Malavasi, Antonia Pozzi, Pierluigi Cappello, Nuno Júdice

Paul Verlaine | da I poeti maledetti

 
“Noi abbiamo avuto l'onore di conoscere Rimbaud. Oggi, alcune cose ci separano da lui senza che, beninteso, sia mai venuta meno la nostra profonda ammirazione nei confronti del suo genio e del suo carattere. 
All'epoca relativamente lontana del nostro sodalizio, Arthur Rimbaud era un ragazzo tra i sedici e i diciassette anni, già in possesso di tutto il bagaglio poetico che il vero pubblico dovrebbe ormai conoscere, e noi cercheremo di analizzare proponendo numerose citazioni. 
L'uomo era alto, ben fatto, quasi atletico, con un viso perfettamente ovale da angelo in esilio, i capelli castani sempre in disordine e gli occhi di un inquietante azzurro pallido. Ardennese, oltre a un piacevole accento provinciale, troppo presto perduto, possedeva il dono di una pronta assimilazione tipico di quel luogo, - il che potrebbe spiegare anche il rapido inaridirsi della sua vena poetica sotto l'insipido sole di Parigi, per parlare come i nostri padri, il cui linguaggio semplice e diretto, in fin dei conti, non era sbagliato! "

Paola Malavasi | A cosa servono le lacrime
La strada che porta a Spinaceto è sua.
Suo anche Corso Francia
e la via che va da casa all'Università.
Ad ogni angolo lì 
noi che parliamo, in macchina.

Per anni ancora
non ci mancheranno argomenti da discutere
nè avremo bisogno di fare benzina.

Il nipote che volevi e non hai visto
è nato d'agosto.
E' stato meno doloroso
aprire a lui le tende del mondo
che chiudere i tuoi occhi.
Nel suo sguardo c'è un fondo inquieto,
polveri d'argento nell'azzurro.
Le interrogo, per sapere se là si nasconde
la parte più intera di te.

Dubiti, ora, lo vedo...

Cosa c'è li di così forte che ti tiene,
quali spettacoli, quale tivù e fiumi di sogni realizzati,
droghe che placano i sogni?
cosa c'è lì? E non dirmi terra.
Ti prego, padre, non dirmi che sei terra.

Antonia Pozzi | Tramonto
Poesia che mi guardi

Fili neri di pioppi – 
fili neri di nubi
sul cielo rosso – 
e questa prima erba
libera dalla neve
chiara
che fa pensare alla primavera
e guardare
se ad una svolta
nascano le primule – 
Ma il ghiaccio inazzurra i sentieri – 
la nebbia addormenta i fossati – 
un lento pallore devasta
i colori del cielo – 
Scende la notte – 
nessun fiore è nato – 
è inverno – anima –
è inverno.

Pierluigi Cappello | Piove
Azzurro elementare
 
Piove, e se piovesse per sempre
sarebbe questa tua carezza lunga
che si ferma sul petto, le tempie;
eccoci, luccicante sorella,
nel cerchio del tempo buono, nell'ora indovinata
stiamo noi, due sguardi versati in un corpo,
uno stare senza dimora
che ci fa intangibili, sottili come un sentiero di matita
da me a te né dopo né dove, amore, nello scorrere
quando mi dici guardami bene, guarda:
l'albero è capovolto, la radice è nell’aria.

Nuno Júdice | Ricetta per fare l’azzurro
traduzione di Giulia Lanciani 
Meditazioni sulle rovine, 1994
Se vuoi fare l’azzurro,
prendi un pezzo di cielo e mettilo in una pentola grande,
che tu possa porre sul fuoco dell’orizzonte;
poi mescola il blu con gli avanzi di rosso
dell’alba, fino a che non si sciolga;
vuota tutto in una bacinella ben pulita,
perché non rimanga nulla delle impurità della sera.
Infine, setaccia i rimasugli dorati della sabbia
del mezzogiorno, finché il colore non aderisca al fondo di metallo.
Se vuoi, per far sì che i colori non si separino
con il tempo, aggiungi nel liquido
un nòcciolo di pesca bruciato.
Lo vedrai disfarsi, senza lasciare traccia che una volta
lo mettesti lì; e nemmeno il nero della cenere lascerà venature d’ocra
sulla superficie dorata. Potrai, allora, sollevare il colore
all’altezza degli occhi e confrontarlo con l’azzurro autentico.
Entrambi i colori ti sembreranno somiglianti, senza che
tu possa distinguere uno dall’altro.
Così ho fatto io, Abraham ben Judá Ibn Haim,
miniatore di Loulé e ho lasciato la ricetta a chi vorrà,
un giorno, imitare il cielo.
 
Ascolti musicali tratti da:
Scherzo and Trio di Penguin Cafè Orchestra 
Le nombre leger di Olivier Messiaen 
Earth and the grest fire di John Luter Adams 
Weisse Landschaft di Peteris Vasks 
Hymnos di Giacinto Scelsi 
Massig Bewegt di Anton Bruckner Deutsches Symphonie-Orchester Berlin feat. S/QU/NC/R 
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

18/03/2019

Oreste Bossini con Patrizio Peterlini per una mostra a Palais de Tokyo di Parigi e con Mario Messinis per il Bologna Festival

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: aspettando la diretta da Bologna

Panorama: aspettando la diretta da Bologna

17/03/2019

Francesco Antonioni e Nicola Pedone aspettando la diretta dal Teatro Comunale di Bologna

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

16/03/2019

Francesco Antonioni con Raffaella Giordano al Teatro Mecenate di Arezzo e con Patrizia De Bari al Teatro Goldoni di Firenze

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: aspettando la diretta da Roma

Panorama: aspettando la diretta da Roma

15/03/2019

Oreste Bossini e Stefano Valanzuolo aspettando la diretta dal Teatro dell'Opera di Roma

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per