Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Suite

5. Ruggine | Poesia in technicolor

Ascolta l'audio
Con Maria Grazia Calandrone Quest'anno, nel mese dedicato alla poesia, indaghiamo come poeti di ogni luogo e tempo, fino alla più radioattiva contemporaneità, abbiano affrontato e affrontino i colori del proprio mondo

Clicca sui colori, uno nuovo ogni giorno fino al 21 marzo, per ascoltare i ventuno viaggi nella poesia di ogni tempo e luogo, seguendo un filo, multicolore fino alla trasparenza.

                    

Poesie di Sylvia Plath, Oscar Wilde, Marilena Renda, Eugenio Montale, Emily Dickinson, Nelo Risi

Sylvia Plath | Pecore nella nebbia
 
Le colline digradano nel bianco.
Persone o stelle mi guardano con tristezza, le deludo.
Il treno lascia dietro una linea di fiato.
Oh lento cavallo color della ruggine, zoccoli, dolorose campane.
È tutta la mattina che
la mattina sta annerendo, un fiore lasciato fuori.
Le mie ossa racchiudono un’immobilità, i campi
lontani mi sciolgono il cuore.
Minacciano
di lasciarmi entrare in un cielo
senza stelle né padre, un’acqua scura.

Oscar Wilde | Requiescat
Cammina piano: lei è qui vicina
sotto la neve. 
Parla piano, lei può sentire 
le margherite crescere. 

Tutto lo splendore dei suoi capelli d’oro
è rovinato dalla ruggine. 
Lei giovane e bionda 
è crollata in polvere. 

Bianca come neve, cresceva
dolce come un giglio,
sapeva appena
di essere donna.

Le assi della bara, il marmo duro
le premono il petto
io tormento da solo il mio cuore  
mentre lei riposa.

Basta, basta: lei non può sentire 
né cetra né sonetto  
tutta la mia vita è sepolta qui
butta sopra altra terra.

Marilena Renda | Ruggine 
La terra è un tappeto di cenere nera, di ruggine,
la foresta è un raschio di mucillagine nera
che inganna l’olfatto e si traveste da fuoco.
Una violenza di pietre focaie trasforma gli alberi
in radici mozze, avvampate, in legno rappreso.

Amianto bianco, fibra stellare, non sente
il peso del calore che abrade, si tende come lana,
lana di salamandra, non muore e non si strappa.
La sua purezza è la nostra corruzione,
il suo fuoco inestinguibile è vulcano che svapora.
La bambina lì dentro, l’amianto la battezza, la consacra,
la veste e le dà forma, la chiude in una cellula.
L’amianto la rischiara al posto della luna,
è fiammifero e fosfene, è culla di polietilene.
Al buio i suoi occhi brillano quasi fossero crisoliti.

Perché le cose scompaiono, e non c’è strada
per trattenerle ancora un minuto sulla linea
del cielo presente. E questo fu imparato sulla via
delle rovine, nella direttrice imbastita dalla madre
il primo giorno che disse una parola e la terra
diventò un raschio di gomiti mai sollevati
dal suolo, un modo di consolare i fantasmi
che stridono i denti, che smettano alla fine
di ruggire attorno ai piedi di quelli che
vogliono camminare sulla terra che non trema.

Eugenio Montale | In limine 
Ossi di seppia
Godi se il vento ch'entra nel pomario
vi rimena l'ondata della vita:
qui dove affonda un morto
viluppo di memorie,
orto non era, ma reliquiario.

Il frullo che tu senti non è un volo,
ma il commuoversi dell'eterno grembo;
vedi che si trasforma questo lembo
di terra solitario in un crogiuolo.

Un rovello è di qua dall'erto muro.
Se procedi t'imbatti
tu forse nel fantasma che ti salva:
si compongono qui le storie, gli atti
scancellati pel giuoco del futuro.

Cerca una maglia rotta nella rete
che ci stringe, tu balza fuori, fuggi!
Va, per te l'ho pregato, – ora la sete 
mi sarà lieve, meno acre la ruggine…

Emily Dickinson
Fammi un quadro del sole 
Così potrò appenderlo nella mia stanza.
E far finta di scaldarmi
Quando gli altri lo chiamano "Giorno"!

Disegnami un Pettirosso - su un ramo -
Così ascoltandolo, sognerò,
E quando i Frutteti cesseranno il canto
Metterò la mia finzione - via -

Dimmi se è davvero - caldo a mezzogiorno -
Se Ranuncoli - che "svolazzano" -
O Farfalle - che "fioriscono"?
Poi - salta - il gelo - sul prato -
E salta la Ruggine - sull'albero -
Facciamo finta che - non arrivino mai!

Nelo Risi Continuare…
Ruggine

che senso avrebbe / aver cura del tutto che non so / tanto da riempire un dizionario popolare / un tascabile d’enciclopedia
C’è un angolo di prato, neanche poi
così lontano, proprio al centro e di un ordine
dei cappuccini ora dismesso
con una panca zoppa e qualche frasca
del nespolo assecchito e lì mi siedo,
sulle ginocchia ho i giornali del mattino:
dicono quello che già so, l’arcobaleno
sul declino di un mondo abbrunato,
parole al vento, così usate e sporche
che se ne vanno senza traccia

Ho vissuto con fiducia nel reale, che non sento
il bisogno di portare con me niente,
ho acquisito negli anni il piglio
di preservarmi dai vuoti dai richiami
del sociale: dal come valutare gli incontri,
lasciare al mezzo una conversazione, le spalle
al banale, limitare gl’inviti o a mattino inoltrato
fischiettare Mozart, staccando la spina per cogliere
l’istante di vero che talvolta mi dà luce

Ascolti musicali tratti da:
Scherzo and Trio di Penguin Cafè Orchestra 
Fur Alina di Arvo Part
Cantus in memoriam Benjamin Britten di Arvo Part
Mechanism di George Antheil
Meditation religieuse da Thais di Jules Massenet
Massig Bewegt di Anton Bruckner Deutsches Symphonie-Orchester Berlin feat. S/QU/NC/R 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Panorama: aspettando la diretta da Venezia

Panorama: aspettando la diretta da Venezia

18/05/2019

Riccardo Giagni e Oreste Bossini aspettando la diretta dal Teatro La Fenice di Venezia

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: gli spettacoli e i concerti in giro per l'Italia

Panorama: gli spettacoli e i concerti in giro per l'Italia

17/05/2019

Francesco Antonioni e Nicola Pedone raccontano la prossima stagione dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

15/05/2019

Francesco Antonioni con Lucia Calamaro per un progetto sulla scrittura al Teatro India di Roma | con Emanuele Torquati al Pac Milano Imaginary Bridges

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

15/05/2019

Francesco Antonioni e con Alberto Triole per il Festival della Valle d'Itria 2019 | con Cesare Ronconi e Mariangela Gualtieri per un progetto all'Arena del Sole di Bologna | con Federico Bomba per un festival a La Mole di Ancona

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per