Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Non è un Paese per Giovani

Ode a Sergio Stivaletti

Ode a Sergio Stivaletti
Ascolta l'audio
Oggi in aereo ho incontrato Sergio Stivaletti, un uomo, forse l'unico, che in Italia ha sempre fatto gli effetti speciali. I più truculenti, i più spietati. Eppure a guardarlo sembra una persona tanto per bene, garbata, ma appena si parla di torture, di occhi fuori dalle orbite, vedi che subito entra in modalità goduria.
Oggi in aereo ho incontrato Sergio Stivaletti, un uomo, forse l'unico, che in Italia ha sempre fatto gli effetti speciali. I più truculenti, i più spietati. Eppure a guardarlo sembra una persona tanto per bene, garbata, ma appena si parla di torture, di occhi fuori dalle orbite, vedi che subito entra in modalità goduria. E' come se giocare a far del male fosse il suo mestiere. E' un gioco, ovviamente, e lui ne sa le regole e lo fa anche bene. Io ho lavorato con lui nel 2002, in un film dove doveva farmi una donna spezzata a metà. Era un effetto fatto davvero bene. Metà donna e metà pupazzo. Strisciava per terra come una sirena. Ora me lo ritrovo accanto, in aereo e ci sto parlando. Lui ha fatto ultimamente un film sull'onda di Dogman, che si intitola: Rabbia furiosa o Furia rabbiosa, non ricordo bene. "Ho cavalcato un po’ l'onda di Garrone", mi dice. Però ci tiene a precisare che il suo film è vietato ai minori di 18, perché molto, ma molto più truculento di quello di Garrone. La scena della tortura, pare sia una cosa davvero raccapricciante. Dice che il canaro, perché è ispirato alla stessa storia, taglia il pisello al suo aguzzino e si vede proprio. E' il capolavoro del film, mi ha detto. A me è venuto subito da stringere le gambe e un brividino gelato m'ha solcato la schiena. Poi, abbiamo parlato di scimmie, di grifoni. Lui ne ha costruito uno insieme a Rambaldi, una delle ultime cose che ha fatto quel genio. Stivaletti ha lavorato con tutti, ma soprattutto con Dario Argento. Con lui ha fatto quasi tutti i film. Praticamente, le scene raccapriccianti dei film del maestro Argento le ha costruite lui. Le teste che volano, i dobermann che dilaniano le vittime, i vermi in bocca, i topi che mordono, i coltelli che sfilettano le facce degli attori come fossero ricciole. Insomma, tutto il sangue di quei film è passato per le mani di quest'uomo. Litri e litri di sangue finto spalmati in anni e anni di duro lavoro. Perché è davvero duro quel lavoro; si tratta di costruire prima una cosa da distruggere poi. Ma con poco tempo e pochi soldi. Almeno in Italia. Stivaletti, per noi del cinema, è quasi un mito, perché è riuscito a sopravvivere in un cinema che di effetti speciali ne ha sempre avuti pochi, eppure, nonostante la pochezza dei mezzi, lui ce l'ha fatta e adesso è accanto a me, in aereo, e viene al mio stesso festival, invitato col suo ultimo film copiato da Dogman. E' davvero una personalità del nostro cinema. Un must. Adesso gli chiedo qual è secondo lui, il trucco più bello che ha fatto nella vita... aspettate un attimo...Dice Phenomena? La trasformazione del mostro. E anche un demone di un film che si chiamava La Chiesa, di Soavi. Parliamo di denti aguzzi che spuntano dalle gengive e roba del genere. E' come tornare bambini con lui. Si può parlare di mostri, di streghe, di assassini seriali, senza sentirsi in colpa, come se fosse normale. Persone squartate e serpenti killer, di tutto si può parlare. Che bello! La mia mente si sta aprendo a 360 gradi, sta vagliando tutte le possibilità di morire in modo brutale del mondo, senza paura. Ecco perché ho fatto il cinema?! Perché a un certo punto della tua vita, incontri Sergio Stivaletti e parli di magia, di strappare la carne a morsi, di segare gente a pezzi e sorridi, e non devi vergognarti anzi, ti senti vivo, più vivo che mai. La parte nera usata per gioco, distribuita in un satellite dove nulla è davvero pericoloso, solo le tue idee, i tuoi incubi, che si trasformano in immagini. Grazie Stivaletti per avermi fatto passare quest'oretta sanguinolenta. Sei un grande, ti voglio bene. Arrivederci al prossimo taglio di giugulare.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

12/08/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

11/08/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

10/08/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

07/08/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per