Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Suite

8. Celeste | Poesia in technicolor

Ascolta l'audio
Con Maria Grazia Calandrone Quest'anno, nel mese dedicato alla poesia, indaghiamo come poeti di ogni luogo e tempo, fino alla più radioattiva contemporaneità, abbiano affrontato e affrontino i colori del proprio mondo

Clicca sui colori, uno nuovo ogni giorno fino al 21 marzo, per ascoltare i ventuno viaggi nella poesia di ogni tempo e luogo, seguendo un filo, multicolore fino alla trasparenza.

                    

Poesie di Beppe Salvia, Claudio Damiani, Paola Febbraro, Giorgio Bassani, Boris Pasternak

Beppe Salvia | Cuore

Abbiamo nel cuore un solitario
amore, nostra vita infinita,
e negli occhi il cielo per nostro vario
cammino. Le spiagge i cieli, la riva
su cui sassi e rovi e il solitario
equisèto, e colli erbosi grassi
rioni, città dispiegate come
belle bandiere, e nude prigioni.
Questa è la nostra vita. Questi nostri
volti vagabondi come musi
di cani ci somigliano. Il vento
il sole le corolle rosse e blu,
i sogni mai sognati i nostri sogni.
Questa è la nostra vita e nulla più.

Claudio Damiani |  Cieli celesti
Dolce cielo celeste
dipinto di azzurro tenero
e voi verdi monti e voi
valli e boschi, nuvole
che là, verso l’orizzonte
navigate lente, e tu sole vicino
al tramonto che spandi questa luce
d’oro nell’aria, e ogni cosa fai tiepida
del tuo calore, e tu aria che muovi
i miei capelli e spiri sulle mie
guance e le pagine volti dispettosa
del quaderno ove scrivo…
state insieme, vi date come la mano
contenti di essere uniti,
di essere l’uno all’altro
indispensabili, di essere insieme
questo miracolo che vedo.

Paola Febbraro, la poesia è datata 15 maggio 2003 
Quando incontro una o più poesie che mi piacciono freme in me la lamella del respiro che mi fa fibrillare, mi slaccia la cintura e oggi mi mette a scrivere nella stanza tutta da sé.
Lo sento sempre che qualcosa si smuove tutto intorno. Quando si legge una poesia vera. Mi metto a scrivere per cogliere con le zampette delle mani tutto quello smuoversi di acque saponate e di zolle di terra fresca e scura, la porta celeste del bar delle vacanze e i colori delle bottigliette estive. Ma questo perché voglio sempre cominciare da vicino e poi ruggire. Relegate le donne nell’angolo del farsi notte e giorno! – solo una questione etica: una delle mie amiche che scrive poesia: le sue non sono bolle di sapone le sue si mangiano! Fanno venire i brividi e fanno bene. 
Come si sbracciano invece a segnalare ai poveri naviganti in mare aperto! la noia degli altri! che fanno i compitini con il vocabolario tecnico della privazione sempre aperto! I poveri naviganti rimangono a secco, qualche lacrimuccia la fanno per la loro Stanza ridotta un ammasso di giornali e televisori qualche grido si leva nel venire a sapere che l’unica cosa da fare è arruolarsi o disertare.

Giorgio Bassani | Tennis Club Epitaffio
So bene so che è assai poco importante
per gli altri, per chiunque altro al mondo, che il club
chiuso in vista dell'annuale disinfestazione mi appaia
oggi attraverso il cancello sprangato cosi distante
nel suo torrido silenzio assolato, cosi stranamente
immortale
Penso a noi due accanto per sempre, penso ad un prato
echeggiato come questo dal feriale zip-zip soltanto
di invisibili irrigatori a pioggia automatici
e penso a un grande occhio celeste il quale da fuori
di tra le sbarre attonito per sempre
lo guardi

Boris Pasternak – versione di Angelo Maria Ripellino
La neve cade, la neve cade.
Alle bianche stelline in tempesta
si protendono i fiori del geranio
dallo stipite della finestra.
La neve cade e ogni cosa è in subbuglio,
ogni cosa si lancia in un volo,
i gradini della nera scala,
la svolta del crocicchio.

La neve cade, la neve cade,
come se non cadessero i fiocchi,
ma in un mantello rattoppato
scendesse a terra la volta celeste.

Come se con l’aspetto d’un bislacco
dal pianerottolo in cima alle scale,
di soppiatto, giocando a rimpiattino,
scendesse il cielo dalla soffitta.

Perché la vita stringe. Non fai a tempo
a girarti dattorno, ed è Natale.
Solo un breve intervallo:
guardi, ed è l’Anno Nuovo.

Densa, densissima la neve cade.
E chi sa che il tempo non trascorra
per le stesse orme, nello stesso ritmo,
con la stessa rapidità o pigrizia,

tenendo il passo con lei?
Chi sa che gli anni, l’uno dietro l’altro,
non si succedano come la neve,
o come le parole d’un poema?

La neve cade, la neve cade,
la neve cade e ogni cosa è in subbuglio:
il pedone imbiancato,
le piante sorprese,
la svolta del crocicchio.

Ascolti musicali tratti da
Scherzo and Trio di Penguin Cafè Orchestra 
Celeste di Ralph Towner 
Kits beach soundwalker di Hildegard Westerkamp 
Massig Bewegt di Anton Bruckner Deutsches Symphonie-Orchester Berlin feat. S/QU/NC/R 

 
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

22/09/2019

Stefano Valanzuolo con Fulvio Macciardi al Teatro Comunale di Bologna

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

21/09/2019

Stefano Valanzuolo con Natasha Czertok al Teatro Nucleo di Ferrara | con Francesco Ottonello per il Festival Internazionale di Musica di Savona

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: aspettando la diretta da Parigi

Panorama: aspettando la diretta da Parigi

20/09/2019

Andrea Penna aspettando la diretta Euroradio da Parigi, Auditorium, Radio France

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

Panorama: i concerti e gli spettacoli in giro per l'Italia

19/09/2019

Andrea Penna con Giancarlo Marinelli al Teatro Olimpico di Vicenza | con Paolo Rossi al Teatro Nuovo di Spoleto | con Giovanni Pompeo e Georg Fredrich Haas per il progetto Matera. Voices of the Spirit

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per