Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Prima pagina

PRIMA PAGINA del 23 gennaio 2019

PRIMA PAGINA del 23 gennaio 2019
Ascolta l'audio
con Manuela Perrone

Isolamento non proprio dorato

 
rivo di una politica estera che non sia la cacciata del migrante, il governo giallo-verde scopre una nuova collocazione internazionale: la solitudine. Roma si stacca dai compagni di viaggio. Il fossato si è toccato con mano ieri, nelle poche centinaia di chilometri che separano Aachen (Aquisgrana) da Parigi. Sotto i riflettori di Aquisgrana il Presidente francese e la Cancelliera tedesca rinnovavano i voti di amicizia fatti più di mezzo secolo fa da De Gaulle e Adenauer; come allora in chiave d’impulso all’integrazione europea.Più sotto traccia, a Parigi, il ministro per gli Affari europei convocava l’Ambasciatrice italiana per contestarle le “affermazioni inaccettabili e inutili” del vicepresidente del Consiglio sulla Francia, accusata di essere concausa dell’immigrazione perché “impoverisce l’Africa”.

Nei rapporti italo-francesi ci sono senz’altro incrinature (Libia, sconfinamenti transfrontalieri, Tav). Parigi non è scevra da responsabilità. […]. Prendersela copn la Francia è semplice e comodo. O l’erba del vicono è più verde (franco CFA); o si gode delle disgrazie altrui (gilet gialli). Per sollecitare corde nazionalistiche manca solo qualche parola magica tipo “autarchia”.

Non c’è solo Parigi. I bersagli non mancano: Fmi (in casa, Banca d’Italia) e, naturalmente, Ue. I due azionisti della maggioranza giallo-verde fanno a gara per guadagnare visibilità interna a spese della credibilità esterna. Se pensano alle elezioni europee, la campagna è sulla pelle dell’Italia. […]. Roma si tagli fuori dai giochi sul futuro dell’Europa per declinare in un poco dorato isolamento. […].

Non è tutto oro quel che brilla. Il rilancio franco-tedesco è accolto con diffidenze in Centro-Est Europa. In Francia i “social” brulicano di nostalgie anti-tedesche e d’invenzioni di sana pianta (l’Alsazia-Lorena alla Germania!). Parigi e Berlino dovranno tradurre in fatti la professata volontà di rafforzare la difesa europea […]. Ciò nonostante il treno franco-tedesco riparte, risponde a Brexit, puntella Ue e Nato. L’Italia non è a bordo. […]

Stefano Stefanini – La Stampa
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta La protesta No Pass non ferma l'Italia. Fiori per gli agenti
  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Quando la democrazia garantisce i diritti di chi li calpesta
  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Alitalia, ultimo volo: ora tocca a Ita

Alitalia, ultimo volo: ora tocca a Ita

14/10/2021

Con Stefano Feltri

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Se il supereroe si dichiara bisessuale

Se il supereroe si dichiara bisessuale

13/10/2021

Con Stefano Feltri

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per