Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Piazza Verdi

"Ironia"

Ascolta l'audio
"Ironia"

“L’ironia e l’intelligenza sono sorelle di sangue” (Jean Paul)

In un mondo sferzato da nuovi, potenti venti nazionalisti e xenofobi, Wunderbaum, collettivo olandese di performer attivo sulla scena internazionale dal 2001, si interroga ancora una volta sui temi più urgenti per la società contemporanea: identità, radici, paure, orgoglio nazionale. Grazie al tagliente umorismo che contraddistingue la sua scrittura scenica e alla preziosa capacità di infiltrarsi nelle comunità locali, Wunderbaum illumina i lati più oscuri e gli aspetti più controversi delle nostre relazioni sociali. Dal prossimo 18 gennaio a Milano Wunderbaum porta in scena La Canzone Nazionale un nuovo grande spettacolo musicale, teatrale e politico, in cui attori e musicisti italiani e olandesi saranno accompagnati sul palco da un folto gruppo di coriste e coristi provenienti da alcuni cori milanesi, Sankofa Gospel Ensemble, Coro dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, Corale Polifonica Sforzesca. Un rutilante show dedicato alla musica nazional popolare, che con caustica ironia indaga il senso di appartenenza di un popolo al suo Paese, evidenziando le contraddizioni del mondo contemporaneo attraverso un repertorio musicale senza tempo. Protagoniste saranno le canzoni che tutti conosciamo, quelle che hanno segnato un’epoca, che riescono sempre a commuoverci, che ci fanno sentire uniti. O, aggiunge la compagnia, anche no. Lo spettacolo dopo il debutto italiano, avrà nei mesi successivi due nuovi allestimenti in Germania e in Olanda, con coriste e coristi del luogo, declinando la riflessione e scoprendone nuovi aspetti in base ai diversi paesi e repertori musicali.

Dopo il successo ottenuto nella scorsa stagione con La patatina nello zucchero Luca Toracca porta in scena un altro testo di Alan Bennett Aspettando il telegramma proseguendo il suo viaggio all’interno dell’animo umano. Si cala nei panni di Violet, protagonista di questo testo, sperimentando con lei tutti i sentimenti che ha attraversato nella sua lunga vita. Violet, infatti, è una vecchietta di 95 anni degente in una casa di riposo che, tra squarci d’ironia ed ilarità e tuffi nel passato, ripercorre il suo vissuto fatto d’amori, di gioie, e di dolori. Grazie alla ricchezza del suo linguaggio, sempre caratterizzato da ironia, Alan Bennett fa toccare all’attore tutte le corde del suo essere, gli permette di sentire i sentimenti, per poi empaticamente trasmetterli al pubblico.

J.S. Bach, Biber, Marini, Corelli: quattro protagonisti della musica barocca che nessuno assocerebbe all’arpa, ma che operarono in ambienti in cui l’attività di arpisti è largamente testimoniata e in cui un repertorio per arpa sola, sebbene sicuramente esistito, non è mai stato scritto. Partendo da queste premesse nasce un progetto ambizioso, frutto di una lunga ricerca sulle fonti. Esso ci rivela che il repertorio del violino, uno strumento che con l’arpa condivide molte caratteristiche idiomatiche, ha rappresentato una fonte da cui attingere nella prassi esecutiva. Da qui l’idea di adattare per l’arpa brani di estremo virtuosismo violinistico, dando così nuova vita a musiche celeberrime, che qui si illuminano di riflessi inattesi e velature inedite. L’arpista Flora Papadopoulos attraverso un percorso personale ci restituisce una affascinante prassi perduta.

Paola Piacenza ci porta al cinema con Il gioco delle coppie regia di Olivier Assayas.

Ispirato all’Aulularia di Plauto, L’Avaro è una delle opere più famose di Molière e il protagonista della commedia, Arpagone, è la personificazione stessa della taccagneria. Tutta la vicenda ruota attorno al suo bisogno di accumulare, e alla paura di essere derubato, alle sue ridicole e insopportabili economie ma soprattutto all’aridità di cuore di Arpagone che non ama niente e nessuno a parte la sua cassettina piena di denaro. Sospettoso, iracondo ed egoista, Arpagone non esita a preferire il suo denaro ai figli e persino nel finale egli non si redime, continuando ad anteporre i beni materiali agli affetti. Con la traduzione e adattamento di Valeria Cavalli e la regia di Valeria Cavalli e Claudio Intropido oggi lo presenteremo in studio.

Fino al prossimo 2 febbraio 2019 M77 Gallery presenta I Sing with My Tongue Silent personale dell’artista iraniana Avish Khebrehzadeh a cura di Danilo Eccher oggi nostro ospite. La mostra presenta un percorso espositivo che prende avvio con una grande opera murale, realizzata appositamente per M77 Gallery. Una foresta intricata di rami blu avvolge lo spazio, assorbendo l’intera scena narrativa e proiettando il visitatore in un clima sospeso ed irrequieto. Nata a Theran nel 1969, Avish fa parte del gruppo di artisti della diaspora iraniana: cresciuta in una famiglia di intellettuali persiani lascia giovanissima il suo Paese all’insorgere della rivoluzione per trasferirsi a Roma, città nella quale intraprende gli studi di pittura presso l’Accademia di Belle Arti. Successivamente si sposta negli Stati Uniti, a Washington DC, dove tutt’oggi vive e lavora. Nel 2003 partecipa alla Biennale di Arte di Venezia, occasione nella quale le viene assegnato il Leone d’oro come migliore artista giovane.

Out of a suite è il primo disco da leader del trombonista Andrea Baronchelli col nome di A.B.Normal. Out of a Suite si svincola dalla catalogazione di genere, mirando all'esplorazione del suono più che alla sua classificazione. L’album è diviso in due parti principali: la prima, A Suite, interamente composta da Baronchelli, riflette e sintetizza le riflessioni sul ruolo arcaico della musica, la sua funzione unificante della doppia natura, terrena e divina, dell'uomo. La seconda parte, Out, è composta da due brani, Starting with a Cherry di Michele Bonifati, e Syriarin di Baronchelli, ispirato da una delle terribili stragi compiute in Siria. I musicisti che collaborano all'opera, grandi ricercatori timbrici, espandono le potenzialità dei rispettivi strumenti facendo ampio uso dell'elettronica; nell'esecuzione di tutte le composizioni sperimentano e fanno sperimentare all'ascoltatore la tensione che li spinge verso l’inaspettato, verso sonorità nuove di forte matrice rock, ma di difficile inquadramento. Lo scopriremo dal vivo oggi in chiusura della prima trasmissione del nuovo anno.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Terza parte

Terza parte

12/06/2021

"L'amore vince tutto, arrendiamoci anche noi all'amore"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Seconda parte

Seconda parte

12/06/2021

"L'amore vince tutto, arrendiamoci anche noi all'amore"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta "L'amore vince tutto, arrendiamoci anche noi all'amore"

"L'amore vince tutto, arrendiamoci anche noi all'amore"

12/06/2021

"L'amore vince tutto, arrendiamoci anche noi all'amore"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Seconda parte

Seconda parte

05/06/2021

"Coloro che navigano sulla barca della vita sono sempre in viaggio…"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview
Apri lista canali

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta Audio successivo Avanti di 15 secondi Ripeti
VolumeVolume off

Riproduzione casuale Audio precedente Indietro di 15 secondi Ascolta la diretta Avanti di 15 secondi Audio successivo Ripeti
VolumeVolume off Apri il player
Nessun risultato per