Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Classicaradio

Il migliore dei suoni possibili

Ascolta l'audio
L. Bernstein, Ouverture da Candide

Chi per ventura non conosca il Candide di Voltaire si premuri di riparare al più presto: Candido o l’ottimismo, scritto nel 1758 è un racconto satirico-filosofico in forma di romanzo di formazione che affronta con formidabile leggerezza temi molto corposi - come la giustizia divina e sociale e gli infiniti giochi che legano politica religione denaro e morale - ed è tra i testi più godibili di quel momento illuminato del pensiero umano.

La storia accompagna il protagonista Candide e i suoi improbabili incontri (Pangloss, Cunegonda, Cacambo…) attraverso avventurosi viaggi dalla Vestfalia all’Olanda, da Lisbona al Paraguay, da Eldorado all’Inghilterra, Venezia, Parigi, per finire a Costantinopoli dove i protagonisti reduci si daranno ad una vita serena coltivando (anche simbolicamente) il proprio orto.

Comprendere se veramente sia corretto quello sguardo positivo ma inamovibile e poco resiliente proposto (spesso imposto) da opinioni correnti, metafisica e dettami religiosi è il desiderio di Candide, che si troverà in funambolico equilibrio all’interno di un percorso contemporaneamente ironico e doloroso dalle conclusioni dolci/amare.

Gli orrori dell’Inquisizione riecheggiano nell’America anni ’50 che fomenta la caccia alle "Streghe di Washington" e alle loro presunte attività antigovernative, provocando negli americani ragionevoli dissidi e riflessioni; una tale corrispondenza col gioco dell’ingenuo Candide non poteva non intrigare Bernstein.

Il musicista, che stava lavorando contemporaneamente a West Side Story, inizia a musicare il lavoro di Voltaire lavorando insieme a svariati altri autori sulla traduzione di Hugh Wheeler. Rimaneggiamenti aggiunte e tagli si succedono negli anni, dal 1956 alla versione rivista del 1973 alla più recente datata ‘89; un cult discografico la versione diretta dall’autore con Jerry Hadley, Christa Ludwig e June Anderson.

Candide è un’operetta in cui la leggerezza della forma musicale, che include lo stesso Voltaire come narratore e molte parti parlate, dissimula una sostanza tutt’altro che superficiale: come sempre attraverso ironia e satira passano denunce e richiami di ben diverso peso. La musica di Bernstein lascia grande spazio al ritmo pulsante e spesso (come visto altrove) in modo asimmetrico, ma anche al lirismo delle songs e in generale ad un formidabile senso teatrale che investe il suono cantato e non, con inevitabili riferimenti alla tradizione di Gilbert and Sullivan.

Nell’Ouverture dell’opera Bernstein condensa In quattro minuti humor anglosassone filtrato dal pragmatismo americano, echi del grande classicismo, affianca con naturalezza il lirismo a una comicità sonora di stampo rossiniano. Meglio di qualsiasi didascalia è questa citazione tratta liberamente da uno dei Young People's Concerts (le mitiche lezioni del fine settimana dedicate ai giovanissimi che Bernstein tenne dal 1958 al ’72 per la CBS): “Dopo tutto, che cos’è un’ouverture? E’ un inizio, uno spazio aperto, generalmente scritto per essere suonato in teatro prima che si alzi il sipario. E tutti voi conoscete l’eccitazione di quel momento prima che il sipario si alzi – il silenzio di un pubblico in apnea, quel senso di attesa, di suspance, di “e ora che succede?” Con o senza musica è lo stesso; anche al cinema, tutti voi conoscete l’eccitazione che sentite quando le luci si spengono e Topolino o chiunque sia appare sullo schermo. Tutti applaudono e dicono, “Ragazzi! Comincia!” Lo stesso è nel teatro musicale, o all’opera; la luce se ne va, c’è nel pubblico quel silenzio, giù nella buca d’orchestra appare dal nulla il direttore, e c’è l’ouverture – quel meraviglioso brano che ti rende pronto, che prepara l’atmosfera, che fa sì che il tuo sangue musicale inizi a scorrere.”

Nell’Ouverture del Candide vengono citate alcune idee musicali particolarmente “forti”, tra cui l’irresistibile Rondò di Cunegonda (godibilissima sui social una irresistibile versione "Live on Broadway"). Che questo non sia decisamente The Best of All Possible Worlds lo sappiamo bene, ma almeno sul concetto di musica questa di Bernstein è tra le migliori possibili.

Leonard Bernstein

Ouverture dall’opera Candide

 - Allegro molto con brio

 

Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai

direttore, John Axelrod

Registrato il 28 marzo 2013 all’Auditorium Rai “A. Toscanini” di Torino

Leonard Bernstein
Foto Allan Warren, 1973

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Dialogo alla pari

Dialogo alla pari

21/11/2019

César Franck, Sonata in la maggiore per violino e pianoforte

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Solo e tutti

Solo e tutti

21/11/2019

Ludwig van Beethoven, Concerto in re maggiore per violino e orchestra op. 61

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta l'attribuito

l'attribuito

14/11/2019

Edmund Angerer, Sinfonia in do maggiore "Kindersimphonie"

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta l'autentico

l'autentico

14/11/2019

Leopold Mozart, Sinfonia in sol maggiore "Jagdsymphonie" (Sinfonia di caccia)

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per