Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Classicaradio

Il suono come movimento

Ascolta l'audio
L. Bernstein, Danze sinfoniche da West Side Story

Lui ama lei lei ama lui ma le loro famiglie sono rivali … questa inimicizia attraverso intrecci fatali ucciderà i giovani amanti, che però resteranno uniti per sempre. Lo aveva narrato William Shakespeare tra il 1594 e il 1596 riprendendo nel suo Romeo and Juliet materiale in realtà molto più antico: racconta quella storia già nel 1476 Masuccio Salernitano, nel 1554 la rielabora Matteo Bandello, ed è del 1562 il poema narrativo di Arthur Brooke The Tragicall Historye of Romeus and Juliet, più vicino ispiratore del grande Bardo.

Qualche secolo dopo Leonard Bernstein, (autore pianista direttore e grande divulgatore americano di origini ebraiche che nel 2018 avrebbe compiuto 100 anni), percependo l'universalità di quella storia sente l'urgenza di raccontarla: la attualizza, trasportandola nel tempo e nello spazio, e con il titolo di West Side Story la porta nel 1957sulla scena di Broadway, dove avrà un successo formidabile che dura ancor oggi.

La genesi del lavoro risale in realtà al 1949 con coordinate differenti: ambientato nell’East Side nei primi progetti l’amore narrato era quello tra una ragazza ebrea e un cattolico italiano. Passata al quartiere opposto di New York la storia riguarderà non inimicizie familiari ma la rivalità tra due bande - Jets e Sharks - per il predominio territoriale in una città tutto sommato indifferente, la West Side del titolo. Ed è la comunità degli immigrati portoricani, minoranza reietta dell'America anni '50, ad assurgere a simbolo della diversità in un messaggio che a noi oggi parla chiaro.

Moderni specchi di Romeo e di Giulietta i due protagonisti tentano col loro amore di contrastare quella rivalità, restandone vittime; rispetto alla trama antica solo Tony qui perde la vita, Maria - pur avendo l’opportunità di sparare deciderà di non farlo, come nella tragedia di Shakespeare il sacrificio dei due giovani darà un forte insegnamento all’intera collettività.

Per quanto diventata paradigmatica dell'amore in letteratura e nell'immaginario collettivo, la tragedia di Giulietta e Romeo interessa Bernstein soprattutto perché attraverso la purezza e l’innocenza dei giovanissimi protagonisti parla anche dell'assurdità della divisione. Per caste, per ideologia, censo, colore...

La musica di Bernstein – che rende WSS il primo vero titolo di un nuovo teatro americano – incarna contemporaneamente due connotazioni culturali, quella occidentale europea e “classica”, e quella del Nuovo Mondo americano. Dalla prima l’impianto operistico, l’uso dei temi, lo sviluppo dei numeri d’insieme e una concezione schiettamente sinfonica e la presenza costante di un elemento melodico che risale al Medioevo, il tritono o Diabolus in musica); dall’America i moduli ritmico armonici del jazz e le danze latine nonché un approccio cinetico alla comunicazione.

E questo non solo nella realizzazione scenica, nella quale il movimento coreografico è parte integrante e strutturale di tante scene, ma anche nella sintesi strumentale che Bernstein volle realizzare qualche anno dopo i successi teatrali.

Nel 1960 Bernstein isolò dall’azione alcuni temi di West Side Story raccogliendoli in una bella Suite sinfonica nella quale il concetto di danza diviene – astratto – richiamando alla mente le Suites strumentali del periodo Barocco: qui ritmo, melodia e storia, è tutto raccontato dal solo suono, un suono che prescinde dalla conoscenza della trama o dalla visione della scena per raccontare le sue eterne emozioni.

Leonard Bernstein

Danze sinfoniche da West Side Story

 - Prologo (Allegro moderato)

 - Somewhere (Adagio)

 - Scherzo (Vivace e leggiero)

 - Mambo (Meno Presto)

 - Cha-cha (Andantino con grazia)

 - Meeting Scene (Meno mosso)

 - Cool Fugue (Allegretto)

 - Rumble (Molto allegro)

 - Finale (Adagio)

Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI

direttore, Wayne Marshall

Registrato all’Auditorium RAI “Arturo Toscanini” di Torino il 20 dicembre 2007

Carol Lawrence (Maria) e Larry Kert (Tony)

nella “scena del balcone”

West Side Story, Broadway 1957

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Frivolezze ma non solo

Frivolezze ma non solo

27/06/2019

J .Offenbach, Ouverture da Orphée aux Enfers

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Dal petto al cuore

Dal petto al cuore

27/06/2019

J. Offenbach, La leçon de chant électromagnétique

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Come un vero personaggio

Come un vero personaggio

20/06/2019

H. Berlioz, Harold en Italie

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Poesia della discrezione

Poesia della discrezione

20/06/2019

P. Hindemith, Konzertmusik op. 48

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per