Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Non è un Paese per Giovani

GLI SPECCHI

Ascolta l'audio
Mia madre non voleva morire e lo disse a mio padre: Gianni ho tanta paura, stringimi forte stanotte. E lui lo ha fatto ma non le ha salvato la vita. E ha dovuto guardarla in uno specchio riflessa nei suoi pensieri per un anno intero.
E anche oggi non sono morto. Lo dicono i fatti. Mi dispiace ma starai ancora un po’ fra noi, Gio. Gli esami parlano chiaro. Non sono perfetti ma tanto, di perfetto tu non hai nulla di fuori, come puoi pretendere di averlo dentro. Dice: aspetta alla fine della giornata, potrebbe sempre schiacciarti un camion. Sì, ma queste son cose che si dicono per far capire la precarietà della vita, però poi non ci sono così tanti camion disposti a uccidermi oggi...Ci sono quelli che vedono il bicchiere mezzo pieno che direbbero: “e anche oggi sono vivo. E' più bello, lo so, però è più o meno la stessa cosa, con la differenza che la vita la vivo tutti i giorni, mentre la morte no, un giorno solo... e sarebbe molto più speciale morire che vivere, per dire la verità. Ma e' meglio di no, ovvio, morire qua a Milano, in radio, davanti ai miei ospiti, sarebbe davvero inospitale. 
Mio padre mi disse che la vita fila via liscia fino a 70 anni, se sei fortunato, e poi, come una cremagliera arrugginita, si inchioda e vengono fuori tutte le torture della vecchiaia. Si, le chiamò proprio così, torture. Morire è come decidere di chiudere un'attività per sempre. Il giornalaio sotto casa mia, infatti, è morto. Ha chiuso l'edicola per sempre. Chiudere. Sparire. Non esserci più. Dietro l'angolo non esiste più l'edicola.
E' morta. Così, da un giorno all'altro. A volte basta davvero girare un angolo per non trovare più le cose. Mia madre e mio padre sono spariti dietro quell' angolo, come l'edicola. E io non ho fatto in tempo a corrergli dietro. Adesso sono qua, orfano, in attesa di  un qualsiasi miglioramento. Gli ottimisti direbbero che la vita ti insegna ogni giorno qualcosa. Io invece penso che ti avvicina ogni giorno a quell'angolo. Sono pessimista? No, sono realista perche gli angoli esistono eccome. Mia madre non voleva morire e lo disse a mio padre: Gianni ho tanta paura, stringimi forte stanotte. E lui lo ha fatto ma non le ha salvato la vita. E ha dovuto guardarla in uno specchio riflessa nei suoi pensieri per un anno intero. Si voltava e la vedeva, con quel sorriso bolognese e gli occhi a mandorla di Sophia Loren. Ciao Luisa, oggi sto meglio di ieri, sai?. Ognuno si costruisce il proprio paradiso. Per mio padre era quello specchio, un vecchio specchio a cornice tarlata che non aveva mai considerato prima. Sai Gio, mi giro di scatto per vedere se sono matto, e invece lei sta ancora la. E ci parlo, ma non come gli scemi che parlano da soli, no, io la vedo nello specchio, la guardo, e anche lei lo fa. E poi non mi accorgo mai quando se ne va, forse aspetta che mi addormenti. La mamma era una donna gentile anche in questo. Si addormentava sempre dopo di noi. Ecco cos'è davvero la vita. Poter dire a tuo figlio una cosa del genere. Ehi Gio ma tu non hai figli a chi la dirai? Si, ma non ho nemmeno tanti specchi e poi muoio prima io di Valeria, ci sono 20 anni di differenza, sarà lei, semmai, a vedermi riflesso nello specchio del suo guardaroba, che per altro è enorme. Addio allora, ciao ciao, qui ci tocca ancora di vivere un po’, prima di entrare negli specchi di tutte le case del mondo.  Oggi credevo che ci fosse un camion pronto per me e invece nulla, starò ancora una volta al di qua dello specchio, ad aspettare il momento buono. Come in quel bellissimo film di Woody Allen in cui l'attrice esce dallo schermo, lo prende per mano e lo fa entrare insieme a lei in quel mondo magico che e' l'aldilà...delle cose.
 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

06/04/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

03/04/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

02/04/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta NON E' UN PAESE PER GIOVANI

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

01/04/2020

Con Massimo Cervelli e Tommaso Labate Regia di Savino Bonito A cura di Daria Ragazzini

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview

Nessun risultato per