Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Radio3 Mondo

Radio3Europa - Bilancio UE: un buco a forma di Brexit

Ascolta l'audio
Viaggio nell'edificio europeo tra istituzioni e meccanismi, fondi e programmi, battaglie politiche e norme per la vita di ogni giorno: costruiamo l'Europedia di Radio3 anche con le vostre proposte da inviare a mondotre@rai.it
“L’Unione dovrà fare di più con meno risorse”, sono state le parole del presidente della Commissione  Jean-Claude Juncker, presentando la sua proposta per il nuovo bilancio settennale dell’UE (2021-2027). In ballo ci sono i 1.279 miliardi per finanziare le politiche UE del prossimo decennio. La Brexit apre un buco da 12-14 miliardi sul lato delle entrate e le nuove politiche strategiche comportano nuove spese annue per 8-10 miliardi. Sono previsti due fondi per l’Eurozona per 55 miliardi, 34 miliardi per la protezione frontiere e fondo migranti, 27 per sicurezza e difesa. Raddoppiano i fondi per Erasmus (30 miliardi) mentre un centinaio di miliardi serviranno a sostenere occupazione giovanile, inclusione sociale e miglioramento delle professionalità. Sembra un ottimo piano ma la coperta è troppo corta e per finanziare le nuove priorità dell’Unione Bruxelles propone una sforbiciata del 5% ad agricoltura e fondi di coesione, penalizzando così le classiche politiche UE. La Commissione ha lanciato inoltre un delicato capitolo delle condizionalità, che prevede di legare i fondi UE al rispetto dello stato di diritto. Un aspetto che riguarderebbe soprattutto i paesi dell’Est.

Il piano per il bilancio dell’UE ha già spaccato i governi. La Germania vuole maggiore equità, la Francia come l’Italia lamenta i tagli all’agricoltura mentre Danimarca, Svezia, Olanda e Austria si dicono contrari a versare soldi alla UE.

Venerdì 4 maggio Anna Maria Giordano ne parlerà alle 11.00 con Adriana Cerretelli, editorialista de Il Sole 24 Ore e con Antonia Carparelli, Consigliere per la governance economica, Rappresentanza UE in Italia.

E poi:I giovani europei credono sempre di più in Europa. Ne parliamo con Claudia Peritore, Capo Unità del Settore Università dell'Agenzia Nazionale Erasmus + Indire.

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Eurogruppo, to be continued...

Eurogruppo, to be continued...

08/04/2020

L'Europa non è solo l'epicentro di una pandemia mondiale, si è detto alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco, ma è anche al centro di una "battaglia di narrative" con un rischio di implosione sempre più forte. Come salvare l'Unione Europea?

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Giornata Mondiale della Salute 2020

Giornata Mondiale della Salute 2020

07/04/2020

Con Luigi Spinola

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Come si disegna un mondo nuovo

Come si disegna un mondo nuovo

06/04/2020

Con Luigi Spinola

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Economia da coronavirus, così si riconverte la produzione
  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Isoradio

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Rai Radio 3 Classica

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio Kids

Rai Radio Live

Rai Radio Techetè

Rai Radio Tutta Italiana

Canali Overview

Nessun risultato per