Benvenuto in RaiPlay Radio. Questa la legenda per navigare tra i contenuti tramite tastiera. I link principali corrispondenti alle varie sezioni del giornale sono stati associati a tasti di scelta rapida da tastiera. Premere ALT + la lettera o il numero desiderat0 + INVIO: ALT + 1 = Vai al canale Rai Radio 1
ALT + 2 = Vai al canale Rai Radio 2
ALT + 3 = Vai al canale Rai Radio 3
ALT + 4 = Vai al canale Rai Radio Tutta Italiana
ALT + 5 = Vai al canale Rai Radio Classica
ALT + 6 = Vai al canale Rai Radio Techetè
ALT + 7 = Vai al canale Rai Radio Live
ALT + 8 = Vai al canale Rai Radio Kids
ALT + 9 = Vai al canale Isoradio
ALT + 0 = Vai al canale Gr Parlamento
ALT + P = Play - ascolta la radio

Gettoni di Letteratura

Louisa May Alcott 1 | Fruitland

Ascolta l'audio
"La sera il babbo ci ha domandato quale dei nostri difetti è quello che ci dà più noia. Ho risposto il mio cattivo carattere. E poi ho detto alla mamma che mi piace tanto che mi scriva sul diario".
Da piccola Louisa May Alcott tiene un diario in cui annota pensieri e riflessioni anche su come correggere il suo temperamento vivace. Nell’800 molte bambine avevano un diario personale; ma in casa Alcott questa pratica del diario ha risvolti un po’ singolari, visto che il padre, in famiglia, ha vietato l’uso del pronome di prima persona “io” e la mamma va poi a leggere e a controllare quelle annotazioni e accanto le dei consigli.
Louisa May Alcott nasce a Germantown, in Pennsylvania, il 29 novembre del 1832. È figlia di Abigail May e del filosofo esistenzialista Amos Bronson. È la seconda di quattro sorelle ed è una bambina entusiasta, i genitori dicono che corre come una scalmanata mentre, impavida, salta le staccionate. 
Il signor Allcot apre una scuola, la Temple School, dove cerca di educare i suoi allievi con il metodo socratico ed è lì che Louisa inizia a studiare. La scuola però viene chiusa dopo pochi anni dallo sceriffo della contea perché Amos Bronson ha commesso un reato molto grave per quei tempi: ha accettato in classe una bambina nera. Anche se ha solo sette anni, Louisa si lancia a fronteggiare quell’uomo cattivo, lo sceriffo, che vuole fare del male al suo papà. Dopo questa esperienza gli Alcott si lanciano in una nuova avventura. Vanno a vivere in Massachussets a Fruitlands, una comune utopica agricola fondata proprio dal padre di Louisa su principi trascendentalisti ed ecologici: la comunità adotta una dieta rigorosamente vegetariana in l’unica bevanda consentita è l’acqua e ogni bene viene messo in comune. Gli abitanti di Fruitland vogliono sostentarsi solo con i frutti della terra, ma il freddo invernale è impietoso con il loro stile di vita semplice e gli Alcott devono ritirarsi scoraggiati, perché le bambine sono debilitate da quella ferrea dieta applicata anche ai vestiti, infatti se non si usava lo zucchero per boicottare gli schiavisti non si usava nemmeno cotone e lana e si indossavano solo abiti di lino. Louisa e le sue sorelle sono sempre affamate. Gli Alcott si trasferiscono a Concord nel 1845 nella casa chiamata Orhcard House, un grigio cottage con il tetto spiovente, circondato da meli, la Alcott chiama                 quella casa “Apple sump”, con il nome di una torta di mele tipica americana. Nella stanza di Louisa c’è una scrivania tra due finestre alla quale la scrittrice siede a lavorare anche per 12 ore al giorno.
Louisa pubblica la sua prima poesia nel 1852 con lo pseudonimo di Flora Fairfields, il titolo è Sunlight, per la pubblicazione riceve i suoi primi cinque dollari, e vende anche due racconti, sempre pubblicati nell’anonimato, “I pittori rivali. Un racconto di Roma” e “Il matrimonio mascherato”, con i quali guadagna altri dieci dollari. Louisa May Alcott in quel periodo nel suo diario scrive: “La gente pensa che sono strana e selvaggia ma la mamma mi capisce e mi aiuta. Non ho parlato con nessuno dei miei progetti futuri, ma sono certa che riusciranno”.  

Bibliografia essenziale
Non ho paura delle tempeste. Vita e opere di Louisa May Alcott di Romina Angelici (ed flower-ed)
Louisa May Alcott. Un ricordo di Lurabel Harlow (ed flower-ed) >>


 

Ultime Puntate e Podcast

Ascolta Il primo Poirot

Il primo Poirot

07/10/2019

"Era un ometto dall'aspetto straordinario, alto meno di un metro e sessantacinque, con un portamento eretto e dignitoso. La testa era a forma di uovo, costantemente inclinata da un lato. Le labbra erano ornate da un paio di baffi grigi, alla militare. Il suo abbigliamento era inappuntabile. Penso che un granello di polvere gli avrebbe dato più fastidio di una ferita, eppure questo elegantone, che zoppicava leggermente, era stato ai suoi tempi uno dei funzionari migliori della polizia belga. Come investigatore, aveva un fiuto straordinario. Poteva vantare al suo attivo numerosi trionfi, era riuscito a risolvere casi davvero complicati".

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Agatha fa surf

Agatha fa surf

08/10/2019

C'è una foto che rivela che la scrittrice di gialli Agatha Christie fu una delle prime persone, in Gran Bretagna, a provare a surfare stando in piedi

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Sparita nel nulla

Sparita nel nulla

09/10/2019

È il 3 dicembre del 1926 quando Agatha litiga per l'ennesima volta con suo marito Archie. Era stato un matrimonio felice, ma lui col tempo si è innamorato della sua segretaria, quindi vuole lasciare la moglie e chiedere il divorzio.

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni
Ascolta Vita da archeologa

Vita da archeologa

10/10/2019

"L'edificio della spedizione, costruito in mattoni, si stende sul lato orientale di una collinetta e comprende una cucina, un soggiorno che diventa sala da pranzo, un piccolo ufficio, un laboratorio, un magazzino, una camera oscura. Noi dormiamo in tende. Sulla porta dell'edificio c'è un cartoncino su cui è stampato in caratteri cuneiformi 'Beit Agatha' ovvero la casa di Agatha".

  • Ascolta
  • Podcast
  • Opzioni

Caricamento...

Ascolta le dirette

Rai Radio 1

Rai Radio 2

Rai Radio 3

Rai Radio Tutta Italiana

Rai Radio Classica

Rai Radio Techetè

Rai Radio Live

Rai Radio Kids

Rai Isoradio

Rai Radio GR Parlamento

Rai Radio 1 Sport

Rai Radio 2 Indie

Canali Overview

Nessun risultato per